Enrico Cunego
No Comments

Nazionale: Conte dice no, Mancini verso la panchina

L'ex allenatore della Juventus avrebbe rifiutato l'incarico di nuovo ct della nazionale aprendo così di fatto le porte all'ex tecnico di Inter e Galatasaray

Nazionale: Conte dice no, Mancini verso la panchina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte sembra aver rifiutato la panchina azzurra

Antonio Conte sembra aver rifiutato la panchina azzurra

Il destino della panchina azzurra potrebbe essere giunto ad una svolta. Pare proprio che le quotazioni di Roberto Mancini come nuovo allenatore della selezione azzurra siano in rialzo, a causa di un presunto rifiuto da parte di Antonio Conte, desideroso di guardarsi attorno con più calma dopo il triennio alla Juventus ed interessato molto di più a trovare un club (PSG?). Mancini, quindi, che sin dalla fine dei disastrosi mondiali brasiliani era dato come principale favorito alla successione di Cesare Prandelli, ha ora il via libera per poter conquistare l’ambito ruolo. Finora nulla di ufficiale comunque, bisognerà aspettare l’11 agosto, con l’elezione del nuovo presidente della Federcalcio. Proprio il problema del nuovo presidente in queste ore sta assumendo crescente importanza, a causa dell’infelice uscita razzista di Carlo Tavecchio, favoritissimo nella corsa ed appoggiato dai club di A e B, ma nell’occhio del ciclone e quindi possibilmente soggetto a penalizzazioni in favore di Demetrio Albertini, l’altro candidato alla presidenza. Entrambi i contendenti avrebbero manifestato una preferenza verso l’ex allenatore bianconero, a cui andrebbe un ruolo di “super commissario tecnico” con supervisione sul settore giovanile, ma il presunto rifiuto del tecnico leccese costringe tutti a ripiegare su Mancini.

PSG ALL’ORIZZONTE? – I dirigenti parigini smentiscono, ma è ormai assodato che i contatti tra il club ed Antonio Conte ci sono stati. Laurent Blanc non è un allenatore molto amato da dirigenza e tifosi, quindi un possibile brutto avvio di campionato potrebbe dare il via libera per l’ingaggio dell’ex giocatore e tecnico della Juve, il quale potrebbe andare ad allenare una squadra competitiva ed in grado di poter lottare per la Champions League grazie alle enormi risorse finanziare ed al superiore tasso tecnico nei confronti della squadra bianconera. Proprio lo scenario che Conte auspica, dati i motivi con cui si è manifestato il divorzio con la società torinese. Questo interessamento è probabilmente la maggior causa del rifiuto del leccese alla panchina azzurra, ambitissima invece da Roberto Mancini, in cerca di rilancio dopo l’esperienza piuttosto opaca con il Galatasaray.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *