Antonio Casu
No Comments

Osvaldo come la sora Camilla: tutti lo vogliono, nessuno lo piglia

È uno degli attaccanti più cercati sul mercato, ma l'asta per ottenere le sue prestazioni è al ribasso

Osvaldo come la sora Camilla: tutti lo vogliono, nessuno lo piglia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La storia di Pablo Daniel Osvaldo è uno dei tanti paradossi che propone il calciomercato di mezza estate. Cercato da tutti, è inseguito col freno a mano. Attorno a lui si è scatenata un’asta, ma, caso strano, è al ribasso. Osvaldo, il cui cartellino è attualmente di proprietà del Southampton, è un po’ come la sora Camilla: tutti lo vogliono, ma nessuno lo piglia.

Pablo Osvaldo, obiettivo di Cesare Prandelli

Pablo Daniel Osvaldo è stato acquistato dal Southampton per 15 milioni di euro

UNA STAGIONE SFORTUNATA – L’attaccante italo-argentino paga a caro prezzo una stagione sfortunata, condizionata da qualche problema fisico ed un feeling mai instaurato con il Southampton, club che lo acquistò l’estate scorsa dalla Roma per 15 milioni di euro, e la Juventus, che scommise su di lui (prendendolo in prestito) nel gennaio scorso. Osvaldo sarebbe dovuto essere una delle punte di Prandelli in Brasile, ed invece rimase a casa. Paragonato fino ad un anno fa ad un mostro sacro come Batistuta, l’oriundo è ora un oggetto misterioso intrigante, ma nel quale nessuno crede fino in fondo.

INVESTIRE SU UN BAD BOY – Il motivo è presto detto: Osvaldo si è guadagnato in questi anni la fama da bad boy, conquistata grazie ad esternazioni inadeguate e atteggiamenti irritanti dentro e fuori dal campo. Le qualità tecniche e tattiche non si discutono, ma scommettere su di lui è diventato pericoloso. Costa tanto, forse troppo (i Saints, non intenzionati a tenerlo in rosa, chiedono almeno 15 milioni di euro), e quindi si cerca di prenderlo in prestito. Ci pensa intensamente l‘Inter (è un pupillo di Mazzarri), ci pensa Prandelli per il suo Galatasaray, lo sognano Sampdoria e Olympiakos e ci fa un pensierino persino la Juventus, che lo ha scaricato poco meno di due mesi fa. Osvaldo sì, ma senza svenarsi. C’è da starne certi, alla fine troverà un lido in cui esprimere le sue potenzialità, ma che fatica.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *