Alex Rivolta
No Comments

Tour de France 2014: presentazione 20a tappa

Ultima tappa vera del Tour de France prima della passerella finale, una cronometro di 54 km in cui Vincenzo Nibali proverà a regalarsi un'altra gioia

Tour de France 2014: presentazione 20a tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ultima tappa vera per la 101esima edizione del Tour de France, si tratta di una cronometro di 54 km da Bergerac a Périgueux in cui la maglia gialla Vincenzo Nibali dovrà solamente gestire il grande vantaggio a sua disposizione e forse provare a togliersi lo sfizio di vincere anche questa volta la tappa.

Altimetria della 20a tappa del Tour de France

Altimetria della 20a tappa del Tour de France

BERGERAC-PERIGUEUX: In controtendenza rispetto alla storia, arriva solo oggi l’unica cronometro di tutto il Tour de France con questa frazione che servirà prevalentemente a definire il secondo e terzo gradino del podio e più in generale la top 10. Vincenzo Nibali forte dei 7 minuti di vantaggio su Pinot potrà pedalare a mente libera cercando unicamente di regalarsi un’altra gioia prima della passerella finale che lo vedrà incoronato ai campi elisi nella giornata di domani. Non la classica cronometro piana per specialisti ma bensì un percorso con 5 salite e annesse discese in cui i corridori dovranno pensare prima di tutto alla loro sicurezza visto che anche per oggi è previsto maltempo sulla corsa. Saranno due i rilevamenti cronometrici nei 54 chilometri di gara, il primo posizionato a Beleymas dopo 19 km e il secondo a Font de Meaux al chilometro 39.

I PROTAGONISTI – Detto di Vincenzo Nibali, il grande favorito per oggi è il campione del mondo di specialità Tony Martin che dopo un buon Tour cercherà il successo di tappa. Per quanto riguarda la bagarre per il podio la sfida sarà fra Thibaut Pinot della FDJ (secondo nella generale a 7’10”) Jean Christophe Peraut dell’Ag2r (7’23” di ritardo) e Alejandro Valverde della Movistar quarto con 2 secondi da recuperare rispetto a Peraut. Del terzetto citato lo spagnolo però è quello che sulla carta va più forte a cronometro e farà di tutto per riprendersi il podio dopo essere stato per diverso tempo al secondo posto della classifica generale.

Alex Rivolta

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *