Jacopo Gino
No Comments

Calciomercato Inter: il Monaco non molla Icardi, i nerazzurri nemmeno e puntano Osvaldo

Il club del Principato continua a inseguire Maurito Icardi, ma l'Inter non lo cede. Per l'attacco intanto si pensa ad Osvaldo, colpo low cost che si può chiudere subito

Calciomercato Inter: il Monaco non molla Icardi, i nerazzurri nemmeno e puntano Osvaldo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Inter è arrivata negli States, pronta ad affrontare la prestigiosa Guinnes Champions Cup, che la vedrà scontrarsi contro avversari di altissimo livello come Manchester United e Real Madrid: i nerazzurri vogliono tornare a competere sui livelli di queste big mondiali, quindi, mentre la squadra è impegnata sul campo, Ausilio si da un gran da fare per acquistare nuovi giocatori in grado di far fare il salto di qualità al gruppo di Mazzarri.

OSVALDO SI’, OSVALDO NO – Respinti al mittente gli interessamenti per Lamela e Jovetic, l’Inter punta un altro attaccante della Premier League, desideroso di tornare in Italia: Pablo Daniel Osvaldo. La situazione è molto semplice: il giocatore è in rotta con il Southampton (dopo non aver preso parte al ritiro), che lo vuole vendere a tutti i costi, anche in prestito, pur di non averlo più in rosa. Dove sta il problema quindi? Il problema è che l’Inter non lo vuole, o perlomeno non subito. La pista che porta all’italo-argentino è calda e potrebbe concretizzarsi anche subito, ma l’Inter prima di chiudere per l’ex Roma e Juve vuole vedere come (e se) riuscirà a piazzare i giocatori in uscita. Dai vari Guarin, Taider, Kuzmanovic e Campagnaro infatti i nerazzurri potrebbero guadagnare un tesoretto pronto per essere investito sull’attaccante, in particolare su un profilo più importante: non che Osvaldo non piaccia, sia chiaro, ma se si guadagnassero dalle cessioni 20/25 milioni si potrebbe tentare l’assalto finale ai vari Jovetic e Lamela (sempre loro) o puntare su un attaccante che assicuri 15/20 gol a stagione, come ad esempio Bacca del Siviglia.

Mauro Icardi con la nuova maglia dell'Inter 2014/15

Mauro Icardi con la nuova maglia dell’Inter 2014/15

ICARDI NEL PRINCIPATO? NO, ICARDI EREDE DEL PRINCIPE – Mauro Icardi è incedibile. L’ha ripetuto più e più volte Erick Thohir, lo ha confermato Ausilio e l’ha sottoscritto Mazzarri. Il Monaco ha provato ancora, alzando l’asticella a 35 milioni, ma il presidente indonesiano non ci sente. Idolo dei tifosi, primo in assoluto nella corsa dei tifosi alla nuova maglia ufficiale (staccati altri idoli come Palacio e Kovacic), giovane, talentuoso e pronto ad esplodere: venderlo sarebbe l’ipocrisia più totale di un club che sta facendo della gioventù e del marketing i suoi pilastri del progetto. Icardi è destinato a diventare l’erede del Principe Milito nei cuori dei tifosi come, si spera, nel tabellino dei marcatori. L’anno scorso mezza stagione fuori per pubalgia e, nonostante tutto, 9 gol all’attivo: nel 2014/15 i tifosi, l’allenatore e lo stesso giocatore si aspettano almeno 15/20 gol.

CAPITOLO CESSIONI – L’interessamento del Monaco (sempre lui) per Guarin non ha portato finora ad una trattativa concreta: anche il Wolfsburg resta interessato ma non ha il gradimento del giocatore. Kuzmanovic potrebbe essere inserito nella trattativa con il Siviglia per portare a Milano Bacca: in alternativa per lui ci sono interessamenti dall’Inghilterra e dal Basilea (dove è andato a giocare Samuel). Taider è un altro giocatore ormai fuori dal progetto: nei giorni scorsi si era parlato di un interessamento del West Ham, nelle prossime ore se ne saprà di più. Chi invece sembra essere con le valigie in mano è Hugo Campagnaro: in rotta con Mazzarri, l’ex Napoli è nel mirino del Genoa, che però non vorrebbe garantirgli l’ingaggio pesante che percepisce all’Inter (1,6 milioni): questo problema, unito al passato blucerchiato del Toro di Monzon e all’interessamento dell’Atletico Madrid stanno frenando la trattativa. Una cosa è certa, la rosa dell’Inter deve essere sfoltita.

Jacopo Gino (@jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *