Filippo Miosi
No Comments

Borsino Serie A: tra mercato e un sogno chiamato Scudetto

La Serie A di quest' anno è più che mai incerta: al via tante squadre partono alla pari con Roma e Juve leggermente favorite.

Borsino Serie A: tra mercato e un sogno chiamato Scudetto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il campionato di Serie A di quest’ anno sarà uno dei più equilibrati degli ultimi anni: complice un mercato al risparmio, le grandi di Serie A si devono accontentare delle briciole, stando attente a trattenere i pochi pezzi pregiati rimasti nel Campionato italiano.

Ma come si stanno attrezzando le compagini di serie A al campionato che verrà? La più attiva sul mercato è certamente la Roma: la squadra rivelazione dello scorso campionato punta decisamente alla vittoria finale, lo dimostrano gli investimenti della proprietà americana: con Iturbe, Astori e il recupero di Strootman a Roma i tifosi possono già sognare. Discorso analogo per i Campioni d’Italia in carica della Juventus: nonostante l’abbandono del condottiero Conte la compagine torinese presenta ancora la rosa migliore del campionato dal punto di vista qualitativo: gli innesti di Evra, terzino di esperienza, Morata e l’imminente arrivo del Jolly Pereyra proveniente dall’Udinese, completano una squadra che negli ultimi anni ha dominato le scene in Italia. L’interrogativo più grande sui bianconeri è l’allenatore:  Allegri, arrivato tra i malumori dei tifosi, ha promesso di convincerli con il bel gioco e le vittorie. Vedremo se il Mister toscano riuscirà a mantenere la sua promessa.

Poco dietro la Juventus e la Roma, nell’immaginaria linea di partenza della Serie A, vediamo il Napoli, reduce da un ottimo terzo posto nella scorsa stagione.  La squadra di Benitez, fino ad ora, non si è resa protagonista di un mercato esaltante, com’era avvenuto nell’ultima sessione estiva di mercato: si registrano infatti, ad oggi, solo due arrivi: Michu, attaccante in uscita dallo Swansea City, e Koulibaly, difensore molto giovane proveniente dal Genk. Ma De Laurentiis non ha mai deluso i suoi tifosi, ed ha promesso altri rinforzi per ridurre il gap con la Roma e la Juventus.

Anche la Fiorentina, protagonista di un ottimo campionato lo scorso anno, cerca conferme nella prossima stagione. In attesa di capire se il gioiellino Cuadrado rimarrà a Firenze, Montella può coccolare Giuseppe Rossi e Mario Gomez, che appaiono perfettamente recuperati e che l’anno scorso non hanno potuto aiutare la Viola a causa di numerosi infortuni. Della Valle è stato chiaro: riuscendo a trattenere Cuadrado e con qualche rinforzo la Fiorentina è una candidata allo scudetto.

Un pò piu staccate troviamo Inter e Milan, le milanesi decadute, simbolo del calcio nostrano che arranca. Con poco budget e molte idee l‘Inter sta provando a consegnare a Mazzarri una squadra adatta a raggiungere l’obiettivo primario della stagione neroazzurra: la conquista di un posto Champions.  Dopo aver dato l’addio ai senatori è iniziata l’opera di ringiovanimento della rosa: la parola d’ordine del patron Thohir è investire bene creando un giusto mix tra giocatori di esperienza e  giovani. Ecco perchè  parallelamente all’ingaggio di Vidic, i neroazzurri puntano tutto su M’Vila, giovane di belle speranze che cerca riscatto,  Dodo, terzino talentuoso proveniente dalla Roma, e su Gary Medel. Il tutto mettendo al centro del progetto Kovacic ed Icardi, rispettivamente classe ’94 e 93′. Staremo a vedere se Mazzarri, di solito più a suo agio con giocatori di esperienza, riuscirà a far rendere al 100 % i nuovi giocatori messi a disposizione dalla società.

Anche il Milan, similmente all’Inter, sta attraversando una fase di rinnovamento e transizione: dopo aver steccato la scorsa stagione, la squadra rossonera è stata affidata, come da tradizione, ad un ex-gloria milanista: questa volta tocca a Filippo Inzaghi che tanto bene ha fatto con la primavera rossonera, trascinandola al successo al torneo di Viareggio.  Il Milan, dopo l’arrivo di Alex e Menez a parametro 0, cerca di completare la rosa provando a regalare a Mister Inzaghi un esterno adatto al suo 4-3-3: si fanno i nomi di Cerci e di Douglas Costa, giocatori per cui il club rossonero dovrebbe fare un piccolo sacrificio economico. Vedremo se l’entusiasmo di Inzaghi misto al recupero di El Shaarawi basteranno per proiettare il Milan tra le possibili pretendenti al titolo.

La prossima Serie A quindi sarà ricca di colpi di scena, e di numerose pretendenti alla conquista del titolo e dei posti Champions, in attesa che il calcio italiano riparta e torni ai fasti di un tempo.

Filippo Miosi(@FiloMiosi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *