Jacopo Rosin
No Comments

L’imperatore Adriano al Terracina

L'ex attaccante di Inter, Roma, Fiorentina e Parma potrebbe tornare clamorosamente in italia: su di lui c'è il Terracina in Serie D

L’imperatore Adriano al Terracina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non si tratta di una delle tante bufale che il calciomercato solitamente regala. La notizia data battuta per prima da Ciociariaquotidiano.it è vera: Adriano, 32 anni, potrebbe ricominciare con il Terracina, in Serie D. Il club pontino ha preso contatti con l’entourage del brasiliano per sondare la possibilità di un clamoroso ritorno in Italia, vestendo la maglia degli ambiziosi tigrotti allenati da Fabio Celestini, ex giocatore di Troyes, Olympique Marsiglia, Levante e Getafe, nonchè della nazionale helvetica con cui vanta 35 presenze dal 1998 al 2008. L’idea di ingaggiare Adriano è un po’ pazza, diciamocelo, ma il suo arrivo non è solo pura fantasia: i retroscena lo rendono un affare possibile, anche se dalla trattativa molto complicata.

Adriano con la maglia dell'Inter

Adriano esulta con la maglia dell’Inter

LA FAVOLA – C’era una volta un imperatore dal talento incredibile, che, arrivato da lontano, stregava la Serie A con tanti gol e uno strapotere fisico invidiabile. Il suo nome era Adriano Leite Ribeiro e a soli 22 anni si accingeva a dominare l’Europa, forte di un’arma in grado di scagliare il pallone a circa 180 km/h. Poi, d’un tratto, la sfarzosa vita di corte iniziò a dargli alla testa e, piano piano, scese dal trono tra gli insulti dei suoi sudditi che non gradivano più il suo smodato stile di vita, che gli aveva fatto dimenticare che grande imperatore sarebbe potuto diventare. Adriano tornò a casa, ma neanche lì era ormai in grado di rinunciare a quel veleno che l’agiata vita da imperatore aveva lasciato nel suo sangue. Questa la strana storia di Adriano, ex Inter, Roma, Parma e Fiorentina – in Italia – da possibile fenomeno del calcio mondiale a personaggio sregolato lontano dai campi di calcio. Il Terracina vorrebbe permettergli di ripartire, anche se dal basso, dandogli una chance con la maglia di un club che ha dichiaratamente come obiettivo quello di fare il salto di qualità in Lega Pro, vincendo il suo campionato di Serie D. Con Adriano in attacco le possibilità sicuramente aumenterebbero. La pazza idea è da imputarsi al nuovo direttore generale dei pontini, Gianluca Arnuzzi, che crede davvero all’affare impossibile.

SI – PUÓ – FAREEE – L’idea è davvero suggestiva, non c’è dubbio, ma prima di escludere a priori che l’affare Adriano si possa compiere, bisogna valutare dei retroscena interessanti. In primis ci sarebbe la volontà del potente sponsor del brasiliano, la Nike, che potrebbe vedere di buon occhio la rinascita così dal basso del suo assistito che consentirebbe di ripulirne l’immagine ormai rovinata da festini e sregolatezze. Nel calcio di oggi non si deve mai sottovalutare la potenza degli sponsor. In secondo luogo ci sarebbe per Adriano l’occasione di “lavorare” un altro anno in Italia, tempo che gli manca per potersi assicurare il passaporto italiano. Il procuratore dell’ex attaccante della Nazionale verdeoro, Wagner Ribeiro l’aveva proposto a molte squadre del bel paese, senza ottenere riscontri. Ora, però, è il Terracina che chiama, le due parti stanno parlando, ma sicuramente sarà una trattativa lunga e complicata, come del resto lo è anche la vita degli imperatori.

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *