Redazione

Napoli: il report di giornata. Edizione del 22 Marzo

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il gol del 2-0 firmato ieri sera da Cavani

Finale di Coppa Italia conquistata dopo il 2-0 al Siena. Squadra, stampa e città in festa

Naapoli, giovedì 22 marzo – C’è sorriso, in Casa Napoli. La vittoria sul Siena di ieri sera ha aperto alla squadra di Mazzarri le porte della finale di Coppa Italia, a quindici anni esatti dall’ultima apparizione. L’ultimo ostacolo da superare prima di tornare ad alzare al cielo un trofeo sarà la Juventus, da affrontare nel suggestivo scenario dello Stadio Olimpico di Roma il prossimo 20 maggio. Quindi, calcisticamente, tra un’eternità esatta. Ecco perché, già ieri sera, il sorriso di Mazzarri era a metà tra il felice, lo stanco ed il corrucciato. Domenica arriverà il Catania, squadra in forma e tappa importante per la rincorsa al terzo posto, e sarà una partita difficilissima. In primis, perché gli etnei sono senza fallo la squadra più in forma del torneo. In secondi, perché al Napoli mancheranno tantissimi giocatori. Maggio sarà sicuro assente, dopo la contrattura accusata ieri sera nel primo tempo di Napoli-Siena. Fortuna nella sfortuna, nessuna lesione muscolare per lui. A parte, a Castlevolturno, anche Campagnaro, Cavani, Gargano, Hamsik e Lavezzi, tutti alle prese con affaticamento muscolare. Insomma, una piccola ecatombe in vista di una gara che fa da apripista ad una doppia trasferta di fuoco (Lazio e Juventus) e che metterà di fronte agli azzurri una squadra inaspettatamente in lotta per l’Europa League. Il vero argomento di giornata è stato però l’approdo in finale: sgorgano fiumi di parole e giubilo, da internet, carta stampata e radio col cuore azzurro, con mille giornalisti e duemila opinionisti che già pregustano la finale con la Juventus. Per Franco Lauro di Raisport “La partita con la Juventus sarà di estremo richiamo”, mentre il presidente di Lega Maurizio Beretta è addirittura raggiante: “Una partita così importante e sentita deve per forza essere una spettacolare festa di sport”. Su questi temi e intonazioni stanno tutti gli altri interventi, con qualche citazione per l’ammonizione rimediata ieri sera da Gargano e che, ahimè, costerà all’uruguagio la finale contro la Juventus. Un po’ fuori dal coro il grande artefice di questa rincorsa, Walter Mazzarri, che ai microfoni di Sky Sport conferma come “la squadra sia stanca, e il secondo tempo di ieri ha sottolineato questo aspetto. Domenica, per questa stanchezza ,il Catania partirà leggermente avvantaggiato: sarà una partita complicatissima, cercheremo di vincerla in modo da continuare la corsa al piazzamento Champions, vero grande obiettivo stagionale.”. Chiudiamo col mercato, e con le dichiarazioni rilasciate dal diesse del Pescara Daniele Delli Carri. Il dirigente abruzzese sottolinea come “siano solo voci, peraltro infondate, quelle riguardanti la nostra offerta al Napoli per Insigne, consistente nel nostro giovane e valido difensore Capuano. Sono solo illazioni, e anche il futuro dello stesso Insigne è legato all’esito del nostro campionato ed ad una trattativa che deve necessariamente essere avviata al termine della stagione.”

 

Alfonso Fasano  

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *