Enrico Cunego
No Comments

Ligue 1: PSG in difficoltà, 4 schiaffi dal Lipsia!

Preparazione in salita per Ibra e soci: 4 gol subiti dal Red Bull Lipsia, squadra di seconda divisione tedesca, dopo le 3 reti incassate dal Videoton

Ligue 1: PSG in difficoltà, 4 schiaffi dal Lipsia!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Marquinhos accostato al Barcellona in questo calciomercato

Marquinhos: sfortunata autorete per lui

PSG: lavori in corso. A giudicare dai primi impegni di questo 2014/2015 il lavoro per Blanc sarà molto, anche se ovviamente gran parte dei big tornerà al lavoro ad inizio agosto. Ma le 7 reti subite da Videoton e RB Lipsia non possono passare inosservate, anche perchè comunque i parigini hanno schierato in campo gente come Ibrahimovic, Marquinhos, Pastore, Chantome e Jallet, non proprio gli ultimi arrivati. La partita di ieri, giocata alla Red Bull Arena, ex Zentralstadion situato a Lipsia, nella Germania Orientale, ha mostrato una condizione atletica ancora precaria e soprattutto molta disattenzione da parte degli uomini di Blanc. Con tutto ciò è andata a nozze la squadra della Red Bull, il colosso austro-canadese già proprietario di Salisburgo e New York. I progetti sono ambiziosi: si vuole riportare in poco tempo la città di Lipsia in Bundesliga, provando a costruire una squadra solida in pianta stabile nel piano più alto del calcio tedesco. Quest’anno la squadra allenata da Alexander Zorninger debutterà in Zweite Liga, la seconda divisione teutonica, il biglietto da visita di 4 gol ai campioni di Francia è decisamente autorevole.

TESTA IN VACANZA – Più di 30 mila spettatori affollano lo stadio dell’ex centro della Germania Est, che da anni non assisteva ad un così alto confronto calcistico. Ed il PSG sembra partire con l’intento di onorare al meglio l’impegno: dopo 9 minuti Bahebeck serve Ibra, il quale entrando in area assiste a porta vuota il giovane Ongenda, che segna un gol impossibile da sbagliare. La reazione dei padroni di casa, desiderosi di ben figurare contro un tale avversario, non si fa attendere ed al 24′ l’americano Terrence Boyd, 28 gol nelle ultime 2 stagioni con il Rapid Vienna, firma sotto porta il pareggio. La gioia dei supporter locali dura però poco, perchè 2 minuti dopo Rabiot lancia magnificamente Pastore, il quale serve al centro dell’area un pallone che Bahebeck deve solo spingere in rete. Si va al riposo con il PSG in vantaggio, ma nella ripresa ecco arrivare il crollo verticale per i campioni di Francia. Al 51′ il danese Yossouf Poulsen svetta tutto solo di testa su calcio d’angolo firmando il pareggio. Da li in poi è show Red Bull, con Marquinhos che al 65′ perde sciaguratamente palla nei pressi della linea di fondo, permettendo a Thomalla di segnare comodamente al centro dell’area. La prestazione del brasiliano diventa ufficialmente insufficiente al 77′, quando sul tiro dai 20 metri di Hierlander devia irrimediabilmente la palla in rete. Gloria per i tedeschi che si preparano con ancorà più carica in vista dell’imminente inizio di stagione, per il PSG c’è ancora molto da lavorare.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *