Jacopo Bertone
No Comments

Serie A, i nuovi arrivi: Seydou Keita alla Roma

Prosegue la rubrica di Sportcafe24 sulla presentazione dei nuovi arrivi in Serie A in vista della stagione 2014/15. Oggi è il turno del neo-romanista Seydou Keita

Serie A, i nuovi arrivi: Seydou Keita alla Roma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

Seydou Keita, 88 presenze e 24 reti con la nazionale del Mali

Seydou Keita, 88 presenze e 24 reti con la nazionale del Mali

Continua la rubrica di SportCafe24 riguardo la presentazione dei nuovi talenti pronti ad approdare in serie A. Un campionato, quello italiano, che ancora oggi è unanimemente riconosciuto come il più difficile d’Europa, i campi della nostra massima serie non sono per tutti ed ecco che le società vanno in cerca di gente con esperienza internazionale, vincenti e uomini all’altezza del compito, proprio come ha fatto la Roma con Seydou Keita. Il maliano classe 1980 arriva ai giallorossi nella fase finale della propria carriera, ma una forma fisica ancora ottimale e soprattutto i ben 17 titoli vinti in carriera fanno del centrocampista un acquisto molto utile per mister Garcia.

CARATTERISTICHE TECNICHE – Keita è un mediano che fa dell’acume tattico e della forza fisica i suoi punti di forza, in carriera è stato quasi sempre schierato davanti alla difesa dove ha svolto egregiamente il ruolo di filtro, tuttavia i quasi 70 goal realizzati in carriera testimoniano anche una buona attitudine alla fase offensiva della manovra. L’educato piede sinistro gli permette di impostare con ordine le azioni e soprattutto di andare alla conclusione dalla distanza, l’infortunio al ginocchio patito durante l’ultima stagione sembra non aver lasciato strascichi: il maliano è pronto a farsi sentire in mezzo al campo.

CARRIERA E PALMARES – I primi passi calcistici li muove in Francia, all’Olympique Marsiglia, dove, dopo due ottimi campionati con la seconda squadra, ha giusto il tempo di assaporare qualche minuto al Vélodrome prima di venire ceduto al Lorient. Con i bretoni conquista una promozione e una Coppa di Lega, ma se giochi a calcio in Francia e hai il sole dell‘Africa che ti batte sotto il petto, c’è una sola squadra dove puoi andare a finire: il Lens. Nelle cinque stagioni passate in giallorosso (segni del destino?) Keita è la colonna del centrocampo e vince una Coppa Intertoto. Un’ultima annata da 37 presenze e 11 reti convince il Siviglia a portarlo in Spagna,segnando per sempre la sua carriera. Si perchè dopo un solo anno all’ombra della “Giralda”  il Barcellona si accorge di lui e se lo aggiudica per ben 14 milioni di euro: con i “blaugrana” non parte quasi mai titolare ma gioca ugualmente un numero elevatissimo di partite proprio perchè la sua lucidità e la sua forza in uscita dalla panchina sono fondamentali per tenere alto il ritmo di una squadra che non conosce il significato della parola sconfitta. 4 anni, 189 presenze e 14 titoli dopo il suo arrivo in Catalogna, è tempo di dire basta e Keita accetta l’offerta dei cinesi del Dalìan Aerbin, si dice per andare a guadagnare cifre astronomiche e chiudere una carriera colma di successi…e invece no! Nel Gennaio 2014, infatti, approda al Valencia, dove (infortuni permettendo) dimostra di essere ancora un ottimo giocatore. Infine la Roma, che lo ha messo sotto contratto per un anno con un ingaggio di 1 milione di euro , un gran colpo senza dubbio perchè si aggiudica un uomo che è sempre stato importantissimo in ognuna delle squadre in cui ha giocato, perchè le spese sono assai contenute e perchè e non importa se “gli altri” hanno il Keita più talentuoso, ai giallorossi basta avere quello più vincente.

I NUOVI ARRIVI PRESENTATI DA SportCafe24:

Sanchez Mino, Torino: http://goo.gl/YoKC0K

Ashley Cole, Roma: http://goo.gl/EbrGYY

Nemanja Vidic, Inter: http://goo.gl/L2fxT5

Jacopo Bertone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *