Dario Fratoni
No Comments

Serie A: ecco come si presenta la stagione 2014/2015

SportCafe24 ha stilato un primo bilancio riguardo la prossima Serie A. Cosa ci regalerà la stagione 2014-2015?

Serie A: ecco come si presenta la stagione 2014/2015
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Al via della stagione 2014/2015 manca ancora molto, il mercato è appena entrato nel vivo e si sa, ad agosto i dirigenti  si sbizzarriscono. E’ però giunto il momento di tracciare un primo bilancio riguardo la prossima Serie A. SportCafe24 la immagina cosi.

Rudi Garcia, allenatore della Roma

La Roma di Rudi Garcia parte come una delle favorite.

LOTTA PER IL TITOLO – Nonostante i 17 punti di distacco finale, Roma e Juventus hanno dato via ad un interessante lotta per il titolo. A tratti anche il Napoli è riuscita ad avvicinarsi a quelle che si sono dimostrare due delle squadre più forti degli ultimi anni. Non a caso ambedue hanno registrato il personale record di punti in Serie A. Alla fine comunque, la grinta di Conte ha avuto la meglio sul gioco di Garcia.  La stagione 2014-2015 vedrà le stesse squadre darsi battaglia per alzare a fine anno il trofeo. Dopo l’esonero di Conte, la Roma forse parte leggermente favorita ma attenzione al Napoli: dopo un anno di transizione (dove è comunque arrivata la Coppa Italia e la qualificazione in Champions) gli uomini di Benitez possono puntare certamente al titolo. Quella che si prospetta sarà dunque una lotta per il tricolore molto più entusiasmante.

SOGNO CHAMPIONS – Sulla carta, saranno le tre squadre in lotta per lo scudetto ad assicurarsi i posti Champions, attenzione però alla Fiorentina di Montella. La viola è la squadra che, a tratti, a dimostrato il gioco più affascinante nelle ultime due stagioni e dopo essersi qualificata quarta per due stagioni consecutive, il sogno Champions non è proibitivo.

EUROPA LEAGUE –  Sarà come al solito la rincorsa più incerta della stagione, moltissime squadre possono ambire alla seconda competizione europea che, negli ultimi anni, le società Italiane stanno finalmente imparando a non disdegnare. la Fiorentina e l’Inter sono senza dubbio le favorite mentre la terza casella disponibile sarà combattuta fino all’ultimo secondo. Milan e Lazio vorranno riscattare una stagione pessima, tutte e due ripartiranno con tecnici nuovi. La società capitolina ha scelto di affidarsi a Pioli, allenatore che è sempre riuscito a far valere le sue squadre. Il Milan ha invece puntato sull’esordiente Inzaghi ma l’entusiasmo che l’ex attaccante sta portando a Milanello non può che essere di buon auspicio. Attenzione a Verona, Torino e Parma, le tre rivelazioni della stagione 2013-2014 vorranno ripetersi, anche se non sarà facile.

LOTTA SALVEZZA –  Le neopromosse non avranno vita facile. Non ce ne vogliano i tifosi ma Empoli e Cesena sembrano essere al momento le due squadre meno attrezzate del torneo, non sarà facile per loro sopravvivere alla lotta salvezza contro le avversarie più navigate. Rischia fortemente anche il Palermo, nonostante le parole del patron Zamparini (sentivate la sua mancanza non è vero?) la società siciliana non sta facendo il mercato che i tifosi si auguravano. Sarà una dura lotta con Chievo, Cagliari e Sassuolo pronte a far valere la loro esperienza.

Eusebio Di Francesco, rammaricato per il pareggio sfortunato in Bologna-Sassuolo

Il Sassuolo sarà la prossima sorpresa?

LE SORPRESE – Come ogni stagione, un paio di squadre sorprenderanno tutti. Anche se è prematuro prevedere chi riuscirà a far appassionare lo stivale intero, Sassuolo e Udinese sembrano al momento due realtà molto interessanti. La squadra di Di Francesco ha sempre mostrato un bel gioco e se il Sassuolo continuerà a rafforzarsi come sta facendo, la società emiliana potrà dire la sua.  l’Udinese invece viene da una stagione non ai suoi livelli, il cambio di allenatore con il ritorno di un predestinato come Stramaccioni potrebbe portare nuovamente i friulani a coltivare sogni europei. Da non sottovalutare la nuova esperienza di Zeman, il tecnico boemo non conosce vie di mezzo, il suo Cagliari sarà dunque bianco o nero, o meglio: rivelazione oppure flop. 

L’unica certezza è che quella che ci aspetta sarà un altro anno entusiasmante grazie alla nostra Serie A che, si voglia o no, rimane il campionato più difficile del mondo.

Dario Fratoni (@DarioFratoni)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *