Antonio Casu
No Comments

Inter: dopo M’Vila, arriva Medel. Sarà un centrocampo di guerrieri

Manca solo l'ufficialità. I nerazzurri hanno trovato un accordo di massima con il Cardiff per la cessione del mediano cileno

Inter: dopo M’Vila, arriva Medel. Sarà un centrocampo di guerrieri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Gary Medel, centrocampista ventisettenne del Cardiff, è ad un passo dal vestire la maglia dell’Inter. Il jolly cileno arriverà a Milano in prestito con obbligo di riscatto (formula già utilizzata con la Roma per Dodò), fissato a sette milioni e mezzo circa. Firmerà un quadriennale da 1,8 milioni a stagione. Si conclude così uno dei grandi tormentoni di questa sessione di calciomercato. Decisivo l’intervento del presidente Thohir, che ha sbloccato una trattativa che sembrava essersi arenata dopo le resistenze del club gallese. L’affare sarà ufficializzato nei prossimi giorni.

Per Medel all'Inter serve l'intervento di Thohir.

Gary Medel, prossimo a vestire la maglia dell’Inter

UN PITBULL ALLA CORTE DI MAZZARRI – Paragonabile a Esteban Cambiasso per spirito e duttilità tattica, Medel può giocare indifferentemente a centrocampo o in difesa. Il suo arrivo completerà lo scacchiere della nuova mediana dell’Inter, che punterà sulla classe di Kovacic ed Hernanes ed i polmoni di Medel e M’Vila. L’ex centrocampista del Siviglia, reduce da un ottimo Mondiale con la maglia del Cile, unisce alla grinta (non a caso è stato soprannominato Pitbull) un ottimo senso tattico, grandi qualità nell’interdizione e discrete nella costruzione. Il suo innesto permetterà ai fantasisti di avere meno oneri in ripiego e più spazio per lanciare le punte.

UN PROFILO INTERNAZIONALE – Il background di Medel è di sicuro affidamento. Cresciuto nell’Universidad Católica, è sbarcato in Europa nel 2011 (al Siviglia), dopo aver giocato per un anno e mezzo con il Boca Juniors. In Spagna è maturato tatticamente e ha in parte limato il suo carattere, a tratti eccessivamente irruento. Conclusa l’esperienza in Andalusia, Medel si è poi trasferito in Galles nell’estate scorsa, complice anche la crisi economica del club di provenienza. La vera consacrazione arriva però in Nazionale. Con la maglia del Cile ha collezionato fin qui 52 presenze, mettendo a segno 5 gol. Il grande Mondiale disputato in Brasile l’ha portato sotto la luce dei riflettori. Oltre che dall’Inter, Medel era infatti seguito da diversi club europei, tra cui il Marsiglia di Bielsa. La nuova creatura di Mazzarri continua a prendere forma, e con il suo arrivo ha uno spirito sempre più da guerrieri.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *