Matteo De Angelis

Milan, la rinvincita del low cost

Milan, la rinvincita del low cost
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 23 MARZO – Se qualcuno è convinto che il valore di un giocatore dipenda esclusivamente dal prezzo con il quale una squadra lo acquista dovrà ricredersi. Per maggiori informazioni basta rivolgersi al Milan e ai suoi dirigenti. Anche quest’anno infatti la società rossonera è riuscita a rinforzare la propria rosa acquistando giocatori a cifre irrisorie: Maxi Lopez, Muntari e Mesbah sono solo gli ultimi di una lunga serie di veri affari portati a termine dalla società di Via Turati.

Maxi Lopez, ” el Rubio”, è già entrato nel cuore dei tifosi rossoneri, conquistando anche coloro che con scetticismo avevano assistito al trasferimento del giocatore argentino alla corte del Milan. Per l’attaccante finora 7 presenze con la nuova maglia e già 2 gol messi a segno, l’ultimo dei quali lo scorso martedì in Coppa Italia. Nessuno si aspettava un impatto così devastante del giocatore: Allegri lo ha buttato nella mischia a Udine, con il Milan in svantaggio di una rete, e la sua fiducia è stata ricambiata appieno dato che l’attaccante ha prima firmato il gol del pari e ha poi fornito l’assist ad El Shaarawy del definitivo 1-2 che ha condotto il Milan ad un successo pesantissimo in chiave scudetto. In una recente intervista il giocatore ha rivelato di voler restare a vita al Milan e non è detto che questo non possa accadere dato che la società rossonera sembra realmente intenzionata a riscattare l’attaccante in prestito dal Catania.

Un altro giocatore che ha subito trovato spazio nello scacchiere rossonero è Djamel Mesbah, terzino sinistro ex Lecce. Il calciatore algerino è stato fortemente voluto da Allegri e vanta già 8 presenze e 1 gol (contro la Juventus in Coppa Italia) con la maglia rossonera. Il giocatore è stato anche inserito nella lista Champions, segno che l’allenatore crede fortemente in lui e apprezza le sue qualità.

Impossibile non citare infine l’ennesimo successo di Branca e Galliani: Sulley Muntari. Il giocatore ghanese è arrivato in prestito dall’Inter nell’ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato ed è subito andato a segno all’esordio contro il Cesena. I tifosi interisti avranno probabilmente ripensato agli altri “regali” fatti dalla loro squadra agli odiati cugini, su tutti Pirlo e Seedorf che con i nerazzurri avevano fortemente deluso le aspettative e che invece hanno ritrovato vigore ed energia appena giunti alla corte rossonera.

Il merito di tutto ciò va sicuramente alla società, che riesce ogni volta ad indovinare i colpi di mercato senza dover sborsare ingenti somme di denaro, ma anche allo spogliatoio del Milan che permette sempre ai nuovi arrivati di inserirsi nel migliore dei modi all’interno della squadra.

a cura di Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *