Jacopo Rosin
No Comments

Calciomercato Milan: ecco la situazione

Il nome nuovo è Nani per la corsia esterna, ma sempre con un occhio a Cerci; per la difesa si lavora per Criscito dallo Zenit

Calciomercato Milan: ecco la situazione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Milan continua a sondare il mercato per portare i giusti rinforzi a Filippo Inzaghi, con particolare attenzione al reparto difensivo e a quello offensivo. La situazione rossonera è ben nota con l’obbligo di sfoltire l’attuale rosa per poter ricavare i capitali necessari per iniziare ad acquistare. Intanto, la squadra ha disputato a Milanello la partitella inaugurale sotto gli occhi attenti di Super Pippo, che ha potuto stilare le prime valutazioni in vista dell’inizio della nuova stagione.

Criscito nuovamente nel mirino del Milan

Criscito nuovamente nel mirino del Milan

CAPITOLO DIFESA – Sfumato Vrsaljko, il Milan è ancora alla caccia di un esterno di difesa, consapevole che il jolly De Sciglio può disimpegnarsi su entrambe le fasce. La trattativa per Romulo, da poco riscattato interamente dal Verona, è fin troppo complicata ancor prima di iniziare: la società veneta vuole incassare subito l’eventuale cessione, dettaglio che per il Milan è attualmente invalicabile. Qualche tempo fa girava nelle stanze di Via Aldo Rossi il nome di Santon, al Newcastle dal 2011, ma mai è stata presentata un’offerta concreta alla società inglese. Il nome caldo è quello di Domenico Criscito, 27 anni, in forza allo Zenit. Il difensore napoletano ha già espresso la sua volontà di lasciare la Russia per tornare in Italia e la sua duttilità tattica – sia come centrale che come esterno – è particolarmente apprezzata da Inzaghi. Lo Zenit chiede circa 12 milioni per lasciarlo partire, ma il Milan starebbe pensando a delle contropartite tecniche abbassando notevolmente le cifre della trattativa. L’operazione è più che possibile dal momento che i nomi messi sul piatto sono quelli di Abate – già cercato in passato dai russi – Mexes e Zapata. Intanto, proprio il centrale colombiano si è tolto qualche sassolino dopo l’ottimo Mondiale disputato con i cafeteros: «Il mio rilancio al Milan? Ho sempre mostrato le mie qualità e quello che è successo è una dimostrazione che sono un giocatore eccellente e con il Mondiale ho chiuso la bocca a molti giornalisti che mi parlavano alle spalle». Per quanto riguarda le cessioni, i rossoneri contano di liberarsi anche di Zaccardo, Costant e il redivivo Didac Vilà, quest’ultimo molto probabilmente destinato a tornare in patria dove alcune pretendenti si sarebbero già fatte avanti per una cessione a titolo definitivo.

DALLA CINTOLA IN SU – Sirene inglese per De Jong. Il Milan rischia di perdere il roccioso centrocampista che piace tanto al nuovo United di Luis Van Gaal, suo allenatore già con gli Orange all’ultimo Mondiale. Sul piatto potrebbero esserci circa 30 milioni di Euro, una bella cifra per un giocatore con scadenza 2015. Se per la cessione dell’olandese si parlerebbe di sacrificio, ben diversa sarebbe la questione Essien, che al Milan non ha convinto. La pista Eremenko si è raffreddata, anche se non è chiusa; per il finlandese c’è l’inserimento del CSKA e della Dinamo Mosca, oltre che dello Zenit. Lo spagnolo Obiang della Sampdoria rimane un’idea e intanto dal Chelsea è stato offerto Obi Mikel, ma l’operazione per arrivare al nigeriano ha dei costi pressochè proibitivi. Intanto si osserva Grenier, centrocampista del Lione e della Nazionale francese, che piace anche ai cugini nerazzurri. La cifra richiesta dall’OL è di circa 10 milioni. Il maggior fermento si registra in attacco dove il Milan sta continuando a cercare un esterno d’attacco. Il primo nome è sempre Alessio Cerci, ma la concorrenza dell’Atletico Madrid, del Monaco e il possibile ritorno della Juventus che si è fatta sfuggire Iturbe, destinato alla Roma, potrebbe complicare la trattativa con l’inizio di un’asta che escluderebbe i rossoneri. Cairo per l’ala destra del suo Toro chiede 20 milioni. Lavezzi rimane un altro nome caldo, sul quale si registra un interessamento dell’ultima ora anche del Galatasaray. Su Griezmann il Liverpool fa sul serio e punta alla clausula da 30 milioni per la rescissione, tagliando fuori il Milan. Taarabt torna in auge, ma i nomi nuovi sono Nani e Lucas Moura. Per il portoghese la trattativa è più semplice che per il brasiliano ed è il primo vero nome sulla lista rossonera nel caso non si arrivasse a Cerci. Lo United potrebbe lasciarlo andare per 7/8 milioni, ma l’ingaggio da 3,5 netti a stagione potrebbe essere un ostacolo. Per il fantasista del PSG Lucas Moura, costato 30 milioni nel 2013, si punterebbe ad un prestito con diritto/obbligo di riscatto, sfruttando il poco spazio trovato nella scorsa stagione a Parigi. Per ora però rimane semplicemente un’idea. Balotelli rimane in vendita, anche se non ufficilamente – il Livepool ci pensa per il dopo Suarez – ancor più da quando Pazzini ha impressionato molto Inzaghi e da possibile partente è ora un confermatissimo elemento della rosa rossonera. Robinho e Niang sono in uscita, mentre Bacca e Vossen – osservati nei giorni scorsi dal Milan – sembrano destinati alla Premier League e Jackson Martinez, obiettivamente, appare un’operazione economicamente molto difficile.

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *