Dario Di Ponzio
No Comments

Conte verso la Nazionale?

Con l'addio dalla Juventus, Antonio Conte, potrebbe diventare il nome nuovo della ricostruzione della Nazionale Italiana.

Conte verso la Nazionale?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La giornata di martedì rischia di essere ricordata come la sliding door della stagione juventina, che seppur nata sotto diverse perplessità derivanti dal mancato rinnovo di Conte a inizio stagione comunque non ci si aspettava potesse concludersi addirittura con la rescissione consensuale.
In poche ore cosi sono cominciati ad alternarsi vari colpi di scena e giochi di panchine sorprendenti, con Allegri, che era il nome favorito da Tavecchio per la Nazionale Italiana, che è diventato il nuovo allenatore della Juventus e Antonio Conte, dato per sicuro allenatore almeno per questa stagione della Juventus, che invece potrebbe diventare il futuro CT della Nazionale.

Vialli

Gianluca Vialli, possibile candidato alla presidenza FIGC

I DUBBI DI CONTE – Curioso che nel suo video di addio dalla Juventus, gia “confezionato” poche ore prima dell’annuncio ufficiale, tra le poche domande poste all’ormai ex allenatore della Juventus infatti ce ne sia stata una proprio sulla Nazionale, a cui pur non dando una “risposta-notizia” comunque non si sia sottratto dal rispondere lo stesso Conte.
D’altronde per diversi motivi gli altri candidati che fino ad oggi si erano alternati come possibili nomi per la Nazionale nascondevano dubbi di diversa natura.
Spalletti e Mancini pur essendo nomi particolarmente intriganti, rimangono nomi abituati a stipendi di gran lunga superiori a quelli che la Federazione ad oggi può offrire al proprio CT.
Punto di vista economico invece sul quale Conte potrebbe essere più flessibile, anche perchè tra i possibili candidati alla FIGC uno dei nomi più in voga è quello di Gianluca Vialli che, favorito dai buoni rapporti con Conte, potrebbe utilizzare proprio la candidatura di quest’ultimo per la propria campagna verso la presidenza della FIGC mentre Conte, affamato di sfide, potrebbe cercare l’impresa della ricostruzione di una Nazionale, come quella Italiana, uscita con le ossa rotte dalla gestione Prandelli e che cerca un nuovo condottiero.

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *