Jacopo Gino
No Comments

Calciomercato Inter: qual è l’attaccante giusto per Mazzarri?

Tanti i nomi in attacco per il mercato nerazzurro: Mazzarri vuole un giocatore che possa fare sia da prima che da seconda punta, in modo da poter sostituire sia Icardi che Palacio. Qual è il nome giusto?

Calciomercato Inter: qual è l’attaccante giusto per Mazzarri?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il mercato dell’Inter è in fermento: oggi a Pinzolo si è visto finalmente in gruppo con i suoi nuovi compagni Yann M’Vila, primo rinforzo a centrocampo e quarto arrivo dopo Vidic, Berni e Dodò. In attesa di Gary Medel, per il quale ci sarà un incontro in settimana, e delle cessioni, Ausilio adesso dovrà dedicare tutte le sue attenzioni sul reparto avanzato. Al momento in rosa ci sono solo Palacio, Icardi e Botta, quest’ultimo peraltro non sicuro di restare nerazzurro: serviranno quindi almeno due rinforzi per completare il reparto e consegnare a Mazzarri una rosa che possa competere sui tre fronti. Probabilmente un arrivo low cost e, in caso di buona campagna in uscita (Guarin, Taider, Kuzmanovic, Campagnaro gli indiziati), un vero e proprio colpo di mercato: vi proponiamo quindi un’analisi dei sei nomi che si sono fatti più insistentemente nelle ultime settimane in orbita Inter, ponendoli in ordine di preferenza della società nerazzurra.

Assalto Inter a Jovetic

Assalto Inter a Jovetic, il City dice no al prestito

STEVAN JOVETIC, OBIETTIVO NUMERO 1 – E’ il preferito di Mazzarri, di Thohir e dei tifosi: Jo-Jo è reduce da una stagione no al Manchester City, complici gli infortuni e il poco spazio avuto a disposizione per mostrare il suo talento. Perfetto per età (24), qualità tecniche e duttilità tattica, l’unico scoglio tra il montenegrino e l’Inter è il prezzo del suo cartellino. Il City l’ha pagato 30 milioni solo un anno fa e, per il momento, non sembra disposto a cederlo in prestito. L’Inter ci proverà fino all’ultima ora di mercato, sperando di racimolare dalle cessioni i soldi necessari per convincere gli inglesi a cedere l’ex Fiorentina.

ROBERTO SOLDADO, IL NOME NUOVO – Se l’assalto a Jovetic dovesse fallire, l’Inter potrebbe fiondarsi su Soldado del Tottenham, anche lui reduce da una stagione no in Inghilterra dopo il trasferimento dal Valencia per ben 30 milioni di euro. In questo caso gli Spurs sembrano più disposti a lasciar partire l’attaccante a titolo temporaneo, magari con un obbligo di riscatto fissato a 18/20 milioni.

PABLO DANIEL OSVALDO, IL BAD BOY – Osvaldo è un separato in casa al Southampton. Il giocatore non si è presentato alla chiamata in ritiro della squadra inglese e,

Pablo Daniel Osvaldo con la maglia dell'Italia

Pablo Daniel Osvaldo, obiettivo di mercato dell’Inter

dopo il prestito semestrale alla Juventus, gradirebbe tornare in Italia. E’ il più facile da prendere, in quanto il club pur di liberarsi del giocatore (già sostituito con un altro italiano, Pellè), sarebbe disposto a cederlo in prestito con diritto di riscatto. Il giocatore piace a Mazzarri, che lo voleva già ai tempi di Napoli, ma non è la prima scelta per la società, che preferirebbe un profilo più duttile e non un “doppione” di Mauro Icardi.

JONATHAN BIABIANY, IL FIGLIOL PRODIGO – L’Inter vorrebbe riportarlo a Milano, dopo averlo portato nel calcio italiano quando era solo un ragazzino e dopo averlo avuto tra le sue fila nella prima parte della stagione 2010/2011. Il giocatore gradirebbe un ritorno, come vi abbiamo riportato in esclusiva: il problema è il Parma, che dalla cessione dell’esterno francese vorrebbe monetizzare almeno 6/7 milioni di euro cash.

SAMUEL ETO’O, ATTACCANTE EVERGREEN – Come vi abbiamo già anticipato nelle scorse ore, l’Inter starebbe pensando al clamoroso ritorno di Samuel Eto’o per rinforzare l’attacco nerazzurro. Il Re Leone è svincolato dal Chelsea, quindi il costo del cartellino sarebbe pari a zero. Il problema in questo caso è l’ingaggio elevato (Eto’o vorrebbe un biennale a 3,5/4 milioni a stagione) e la volontà di Thohir di ricominciare un progetto privo delle “scorie morattiane” che hanno bloccato il rinnovamento necessario in società dal 2010 a oggi.

ALEXANDRE PATO, LO SGARBO AI CUGINI – Il Papero si è proposto ai nerazzurri: il brasiliano, che non è riuscito a rilanciarsi in patria, vuole a tutti i costi tornare in Europa e in particolare in Italia, paese che lo ha lanciato nel calcio dei grandi. L’Inter ci starebbe pensando ma il giocatore non sarebbe una priorità, anche perché il Corinthians, proprietario del cartellino, vorrebbe ricavare almeno 15 milioni di euro, mentre i nerazzurri potrebbero pensare sì all’ex Milan, ma sarebbero intenzionati a prenderlo solo in prestito per valutare le sue condizioni fisiche.

Da questa lista probabilmente uscirà almeno uno dei prossimi attaccanti nerazzurri, a meno che Ausilio non sorprenda nuovamente tutti andando a pescare un nome che finora non è trapelato.

Jacopo Gino (Twitter: @jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *