Matteo Masum
No Comments

Roma, Ashley Cole senza paura: “Puntiamo allo scudetto”

L'ex Chelsea si presenta ai nuovi tifosi: "Qui per l'amore della gente, faremo bene"

Roma, Ashley Cole senza paura: “Puntiamo allo scudetto”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

13.45 – Ashley Cole ha parlato in conferenza stampa, dopo una breve apertura di Italo Zanzi, che ha ricordato il palmares del terzino ex Chelsea. Come Keita, anche Cole si è detto convinto del fatto che la Roma disputerà una grande stagione:” Questo è un grande club, ambizioso. Questa è una sfida per me, con l’obiettivo di vincere ancora.

Qualcuno ha sollevato dei dubbi sulla bontà dell’acquisto di giocatori ormai al tramonto di una pur brillante carriera. Cole ha assicurato:” Sto bene, mi sento in forma, ma devo recuperare la condizione, com’è normale che sia“.

Il terzino, appena sbarcato a Roma, è stato accolto dal calore dei tifosi, croce e delizia dell’ambiente romano. Per uno che ha vinto, tutto, però, nessun timore:” Non temo la pressione. Ho sempre lottato in Inghilterra per il mio posto. Mi sono però subito accorto dell’amore che i tifosi hanno verso la loro squadra. Sono qui anche per vivere queste emozioni“.

In Italia c’è il problema del razzismo, ma Ashley Cole ha sorvolato sulla questione con diplomazia:” Mi sono capitati episodi del genere anche in altri paesi. Occorre agire, ma non spetta ai calciatori farlo. Da calciatore, penso solo a giocare.

La tradizione inglese nel nostro paese non è mai stata positiva. Ancora una volta, tuttavia, Cole non si tira indietro:” Forse i calciatori inglesi hanno paura ad affrontare una cultura diversa. Io ho colto al volo questa opportunità, per uscire da Londra e provare un nuovo stile di vita.

Sul rapporto con Mourinho, ed il paragone con Garcia, l’ex Chelsea ha dichiarato:” Con Mou il rapporto era buono, ma ormai non facevo più parte del suo progetto. A Roma mi hanno voluto fortemente. Garcia come Mourinho? Fra sei mesi risponderò.

Sulla performance dell’Inghilterra ai mondiali:” La rosa era molto giovane, il futuro è roseo

Infine, un auspicio ed un consiglio di mercato:” Eto’o è un grande giocatore ed un grande bomber, il suo arrivo migliorerebbe la rosa, ma certe decisioni non spettano a me“.

E’ iniziata ufficialmente oggi la stagione della Roma, che si è ritrovata alle ore 9.30 a Trigoria. Ieri Garcia ha diramato la lista dei convocati, in cui è presente Strootman, che deve recuperare dall’infortunio patito nel Marzo scorso, ma non Josè Angel, in attesa di trasferirsi altrove. La prima amichevole è in programma il 18 Luglio a Rieti, contro la selezione U-23 dell’Indonesia. In seguito, la Roma partirà per la tournèe americana, nel corso della quale sarà impegnata in una serie di amichevoli di lusso. Innanzitutto il Liverpool, e poi la Guinness International Champions Cup, che vedrà i giallorossi giocarsela con Manchester Utd (26 Luglio), Real Madrid (29 Luglio) ed Inter (2 Agosto), oltre a Milan, Olympiacos, Manchester City e Liverpool, impegnate nell’altro girone. Il 4 Agosto si disputerà la finale tra le vincitrici dei due gironi. Dal 9 Agosto al 15 Agosto, la Roma volerà a Bad Waltersdord, in Austria, per completare la preparazione in vista dell’inizio della stagione. Un’estate, dunque, piuttosto ricca.

PRESENTATO KEITA – Ieri è stato presentato il primo acquisto del mercato di Sabatini, Seydou Keita, ex Valencia, ma, soprattutto, un passato nel Barcellona. Il maliano non ha nascosto la volontà di giocarsela con De Rossi, Strootman, Pjanic e Nainggolan per una maglia da titolare (Tutti i calciatori vogliono giocare, poi deciderà l’allenatore), nè il suo desiderio di partecipare alla Coppa d’Africa. Nel caso, la Roma lo perderebbe per circa un mese, “Ma – sostiene Keita – Non è il momento per pensarci”. E’ ottimista, il maliano, sulla stagione che sta per iniziare:La Roma ha un’ottima rosa e viene da una grande stagione. Io sono qui per vincere dei titoli, cercheremo di essere all’altezza degli obiettivi di questo club”. Ha parlato, inoltre, anche del calcio italiano, con particolare riferimento ai giovani: “Se bravi, vanno fatti giocare”.

ECCO COLE – Oggi sarà la volta di Ashley Cole, altro parametro zero di lusso che Sabatini è riuscito a portare a Roma. L’ex Chelsea parlerà alle ore 13.00, mentre ieri è arrivata la benedizione di Cafu, secondo il quale la Roma, con Cole, ha messo a segno un grande colpo.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *