Vincenzo Galdieri
No Comments

Calciomercato Inter, l’ora di punta: Soldado o il figliol prodigo Eto’ò

Mazzarri vuole una prima punta pura e la dirigenza nerazzurra sfoltisce la rosa dei nomi papabili: ora è corsa a due tra l'attaccante del Tottenham ed il Re Leone mai dimenticato, pronto a tornare

Calciomercato Inter, l’ora di punta: Soldado o il figliol prodigo Eto’ò
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Soldado Eto'ò

Soldado, punta del Tottenham: è in concorrenza con Eto’ò per il ruolo di attaccante centrale nella prossima Inter

E’ l’ora di punta in casa Inter. E’ l’ora di prendere una punta, come richiesto da Mazzarri. Walterone vuole un centravanti classico, uno che si sposi e si integri perfettamente coi vari attaccanti atipico\moderni Palacio e Icardi, ultimi due attaccanti puri superstiti nella rosa nerazzurra. Di innesti nel reparto offensivo ne verranno fatti almeno due – non si smontano infatti le candidature dei vari Jovetic, Pato ed Osvaldo – ma l’urgenza è quella di prendere una vera prima punta. Ed i nomi sembrano essersi ridotti a due, entrambi di caratura internazionale e di sicuro impatto sui tifosi nerazzurri. Il primo è Roberto Soldado, bestione spagnolo in forza al Tottenham, ed in uscita dal club londinese dopo una stagione cosi cosi. Il secondo è nientemeno che Samuel Eto’ò: già, perchè l’Inter che ha fatto pulizia di eroi del Triplete potrebbe a sorpresa riaccoglierne uno di ritorno. Eto’ò è svincolato e già nel mirino di tante società italiane, Roma su tutte. Ed ora ci pensa anche l’Inter, che nella corsa al camerunense sarebbe avvantaggiata per ovvi motivi… romantici.

SOLDADO O ETO’O’: FATE PRESTO – Mazzarri vuole soltanto una cosa: che si faccia presto. E’ necessario portare la prima punta in ritiro nel minor tempo possibile, per far si che si integri col resto della rosa e con gli schemi dell’ex allenatore del Napoli. Per Soldado, il discorso è un po’ più complesso: se è vero che il Tottenham se ne vuole liberare, è altrettanto vero il fatto che gli Spurs l’anno scorso hanno pagato 30 milioni per avere il ragazzo e vorrebbero rientrare almeno parzialmente dell’investimento. Magari con un prestito oneroso, con obbligo di riscatto fissato a 18-20 milioni. L’Inter ha chiesto informazioni, si è sentita rispondere questo e ci sta pensando. Come detto, la pista Eto’ò invece è molto più ‘liscia’. L’unico ostacolo è rappresentato dall’ingaggio chiesto dal giocatore, che però non dovrebbe andare oltre i 3,5-4 milioni di euro. Per il resto, il cartellino costa zero ed il giocatore porterebbe tanto entusiasmo: dalle parti della Milano nerazzurra, Eto’ò è già un idolo per i trascorsi nell’Inter mourinhana. Eto’ò o Soldado, dunque: sono loro i più probabili candidati alla maglia di bomber della Beneamata. Chi la spunterà?

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *