Matteo Masum
No Comments

Tour de France, 9a tappa: Martin eroe solitario, Nibali cede la maglia

Il corridore della Omega al termine di una lunghissima fuga, il capitano dell'Astana cede il primato a vantaggio di Gallopin

Tour de France, 9a tappa: Martin eroe solitario, Nibali cede la maglia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Tony Gallopin è la nuova maglia gialla del Tour de France

Tony Gallopin è la nuova maglia gialla del Tour de France

Una tappa con ben sei gpm avrebbe potuto regalare qualche emozione, e magari determinare uno scossone alla classifica. In effetti, qualcosa si è mosso, anzi, ben più di qualcosa, visto che domani, il giorno di festa per eccellenza della Francia, la maglia gialla, simbolo del primato al Tour de France, sarà sulle spalle di un francese. Merito di una fuga partita da lontano, lungo un percorso molto duro, e della generosità di Vincenzo Nibali, che ha deciso di “prestare” per 24 ore la maglia gialla ad un francese, prima di riprendersela, si spera, nella tappa di domani. A beneficiarne è stato Tony Gallopin, onesto corridore della Lotto Belisol, che in mattinata era 11esimo della generale, e che ora si ritrova in testa. Tuttavia, le luci della ribalta oggi sono tutte per l’impresa di Tony Martin, che partito in fuga dalla mattina, ha trionfato in solitaria con quasi 3′ di vantaggio sul gruppetto di contrattaccanti, di cui faceva parte proprio Gallopin.

LA FUGA- Il percorso si prestava ad un’azione da lontano, vista la presenza di ben sei gpm, di cui l’ultimo tuttavia, troppo lontano dal traguardo per i big della generale. Il tentativo buono si crea grazie allo scatto di De Marchi, seguito subito da Tony Martin. Dietro di loro, si forma un nutrito gruppo di inseguitori, che comprendeva, oltre a Gallopin, corridori come Fabian Cancellara, Joaquim Rodriguez e Pierre Rolland. Il gruppo lascerà fare, anche troppo, fino alla fine.

ALTRI TEMPI- Sì, quanto fatto da Tony Martin è qualcosa che accadeva in altri tempi. Il fortissimo cronoman della Omega saluta De Marchi ai -60 dal traguardo, sul quinto gpm di giornata, e da lì in poi accumulerà un vantaggio tale da non essere più raggiungibile. I contrattaccanti collaborano, chi più chi meno, ed alla fine riescono a conservare circa 5′ sul gruppo maglia gialla, consentendo a Gallopin di balzare davanti a tutti in classifica generale. Domani è previsto un arrivo in salita, al termine di un’altra giornata durissima. Gallopin perderà la maglia, ma per lui sarà stata una festa comunque. Nibali cercherà di riprenderla, ma Contador ha tutta l’intenzione di far sì che oggi, per lo scalatore italiano, sia stato l’ultimo giorno in giallo del Tour de France 2014.

Classifica di tappa (prime posizioni): 1) T. Martin (Omega Pharma); 2) F. Cancellara (Trek) a 2’45”; 3) G. Van Avermaet (Bmc) s.t.; 4) T. Domoulin (Giant Shimano) s.t.; 5) M. Montaguti (AG2R) s.t.;…16) T. Gallopin (Lotto Belisol) s.t.

Classifica generale (prime posizioni): 1) T. Gallopin (Lotto Belisol); 2) V. Nibali (Astana) a 1’34”; 3) T. Machado (NetApp) a 2’40”; 4) J. Fuglsang (Astana) a 3’18”; 5) R. Porte (Sky) a 3’32”; 6) M. Kwiatowski (Omega) a 4’00”; 7) A. Valverde (Movistar) a 4’01”; 8) P. Rolland (Europcar) a 4’07”; 9) A. Contador (Tinkoff-Saxo) a 4’08”; 10) R. Bardet (AG2R) a 4’13”

TOP

T. Martin 9- Tappa da ricordare, e da raccontare ai nipotini. Se ne va con De Marchi in salita quando tutti hanno appena iniziato a sbadigliare, guadagna come se si trattasse di una cronometro, e non di un percorso dove la pianura la vedi solo nei 20 km finali. Stacca il compagno di fuga con uno scatto degno del miglior scalatore, e non del miglior cronoman del pianeta. Nel finale continua ad andare come un motorino, come se si fosse svegliato da un paio d’ore, e non avesse, invece, circa 150 km di fuga alle spalle. E’ un campione, ed oggi ne è stata la conferma.

T. Gallopin 8- Il voto va a tutti gli uomini in fuga oggi, finiti alle spalle di Tony Martin. Citiamo Gallopin perchè è lui, dopo il corridore della Omega, l’altro protagonista della giornata. Domani, nel giorno del ricordo della presa della Bastiglia, un francese vestirà in giallo. Il sogno di tutti, e chissenefrega se domani, il giorno del ricordo della presa della Bastiglia, lo stesso francese perderà la maglia. E’ il Tour, ed è bellissimo così.

FLOP

V. Nibali 5,5- Tra i flop mettiamo il campione italiano, perchè altrimenti non avremmo dovuto inserire nessuno. Giornata troppo strana per giudicare chi ambisce a fare classifica. Troppe salite per essere una tappa come le altre, ultimo gpm troppo lontano dal traguardo per pensare ad un’azione. Si guardano tutti, tra uno sbadiglio e l’altro, ed alla fine arrivano a quasi 8′ dal vincitore. Nibali si becca l’insufficienza lieve perchè, con un piccolo sforzo da parte sua, e della sua squadra, avrebbe comunque tenuto la maglia gialla. Ha preferito lasciarla sulle spalle di qualcun altro, per riconquistarla domani. Nulla di grave, ci mancherebbe. Però dai, è la maglia gialla, avrebbe meritato un impegno maggiore.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *