Redazione
No Comments

David Luiz, campione o bidone?

Il difensore brasiliano da anni alterna prestazioni positive e negative. Il Psg ha fatto bene a spendere fior di milioni per il suo cartellino?

David Luiz, campione o bidone?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono anni che ormai David Luiz divide critica e pubblico. A Londra, i tifosi del Chelsea, si dividono tra amanti e non del suo gioco. È genio e sgregolatezza. In alcune partite, nelle quali fa vedere il meglio di se, si capisce perchè il Psg ha speso una cifra vicina ai 50 milioni per portarlo a Parigi, in altre non si capisce come sia possibile che un giocatore come lui possa giocare nell’attuale palcoscenico mondiale. Sicuramente, il brasiliano classe ’88, come tutti, ha pregi e difetti.

luiz

David Luiz in lacrime dopo il clamoroso tonfo contro la Germania

I PREGI – Il difensore brasiliano in questi anni ha dimostrato quali sono le sue qualità. Nelle prestazioni migliori abbiamo potuto ammirare le sue caratteristiche: buon piede, sia in fase d’impostazione sia in fase realizzativa. Illuminanti i suoi lanci lunghi a trovare la profondità delle punte; molte volte dai suoi piedi sono partite le azioni migliori. Davanti alla porta diventa un vero attaccante, capace di segnare di testa, ottimo colpitore dalla distanza e un’arma in più sui calci di punizione. Cosa che però allenatori come Mourinho e Blanc hanno visto in lui è il carattere battagliero. Fino all’ultimo minuto è uno dei pochi che continua a correre per provare a recuperare il risultato. È proprio da qui che nascono i suoi difetti.

I DIFETTI – La grande voglia di giocare pregiudica spesso le sue prestazioni. Nato come difensore centrale, Mourinho lo aveva definitivamente spostato sulla linea di centrocampo. Troppo poco affidabile in fase difensiva, non riesce a coordinare i compagni di squadra e spesso sbaglia la lettura dell’azione. Lo abbiamo potuto notare nella partita contro la Germania, la mancanza di un difensore di livello, come Thiago Silva, al suo fianco si è sentita. Sicuramente l’offerta del Psg, di 50 milioni di euro, è stata accolta volentieri da Mourinho. A preoccuparsi ora è Blanc che con l’acquisto di David Luiz voleva ricomporre la difesa del Brasile ma nell’ultima partita, persa 3-0 contro l’Olanda, 3 difensori su 4 erano di proprietà della squadra parigina. Questo sicuramente starà facendo pensare il tecnico francese. Nel mercato si dice sempre che sia meglio acquistare prima del mondiale, questo perchè in caso di diverse prestazioni, il cartellino dei giocatori potrebbe lievitare oppure calare vertiginosamente. Quest’ultimo è proprio il caso di David Luiz: le partite giocate con il Brasile hanno messo in scena più i suoi difetti che i suoi pregi. In questo caso se il Psg avesse aspettato la fine della competizione avrebbe potuto chiedere uno sconto sul prezzo del cartellino, oppure virare su altre opzioni.

Alessandro Fulgenzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *