Giuseppe Landi
No Comments

MotoGp: Marquez suona la nona sinfonia

9 su 9 per il campione del mondo della Honda HRC, che partito dai box riesce comunque a conquistare il Gp di Germania. Seguono Pedrosa, Lorenzo e Rossi

MotoGp: Marquez suona la nona sinfonia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mostruoso. Non esistono altri aggettivi per descrivere Marc Marquez, che sul circuito del Sachsenring conquista il nono successo consecutivo. Una gara messosi male con la partenza dai box, ma terminata nel migliore dei modi, con la vittoria davanti all’altro hondista Pedrosa – quasi mai capace di impensierire il rivale -, e alle Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Crollo clamoroso di Bradl, che scattato davanti a tutti chiude in fondo al gruppo.

LA GARA – Al Sachsenring la pioggia sorprende i piloti, con i big costretti a scattare dai box. Azzeccata la scelta di Bradl, Petrucci e di altri 7 piloti di montare le rain, che partono quindi dalla griglia. Marquez e Rossi si rendono protagonisti di una grande partenza, con lo spagnolo che dopo due giri è già 9°, Rossi 12°. Ottimo avvio anche di Petrucci, che incredibilmente si ritrova 2° dietro a Bradl. Già dal quarto giro il tedesco perde terreno, con gli inseguitori che si fanno sotto, soprattutto Marquez che rimonta fino alla terza posizione. Nel corso del quarto giro da segnalare la caduta di Bradley Smith. Le due Honda HRC vanno all’inseguimento di Bradl, con Marquez che prima supera il compagno poi il leader e passa a comandare la gara. Anche Lorenzo e Rossi risalgono, con il Dottore che si piazza 4°, seguito dall’altra Yamaha dello spagnolo. Entrambi passano Bradl, che cade sempre più giù, non riuscendo a ripetere l’ottima prestazione fornita in qualifica a causa dell’assetto, rimasto da bagnato. Marquez e Pedrosa scappano via, ma “Camomillo” recupera sul campione del mondo. Nel corso del nono giro Lorenzo in staccata supera Rossi, e prova a recuperare sui primi due, che comunque hanno 5” di vantaggio. Rossi tiene a bada Iannone, ma non riesce a tenere testa a Lorenzo, che allunga e ipoteca il gradino più basso del podio. Laverty si stende, intanto Pedrosa non riesce a tenere il ritmo del compagno Marquez e il distacco aumenta prima a 1”, poi addirittura a 2”. Nel 25° giro Crutchlow supera Dovizioso prima del discesone, ma i due sono costretti ad arrendersi a Pol Espargarò.

CLASSIFICA GP GERMANIA – 1. Marquez, 2. Pedrosa (+1.466), 3. Lorenzo (+10.317), 4. Rossi (+19.194), 5. Iannone, 6. Aleix Espargarò, 7. Pol Espargarò, 8. Dovizioso, 9. Bautista, 10. Crutchlow, 11. Redding, 12. Aoyama, 13. Abraham, 14. Hayden, 15. Petrucci, 16. Bradl, 17. Hernandez, 18. Barbera, 19. Smith, 20. Edwards, 21. Parkes, 22. Di Meglio, Laverty (Not Classified).

CLASSIFICA GENERALE – 1. Marquez (225), 2. Pedrosa (148), 3. Rossi (141), 4. Dovizioso (99), 5. Lorenzo (97).

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *