Giuseppe Landi
No Comments

Milan, le parole di Alex e Menez nella conferenza di presentazione

Galliani parla di mercato, confermando la trattativa in corso con l'Orlando City per Robinho

Milan, le parole di Alex e Menez nella conferenza di presentazione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo Agazzi e Albertazzi, è il turno di Alex e Menez che si presentano alla stampa.

GALLIANI SU ALEX – “Alex ha una carriera importante, lo abbiamo seguito per tanti anni. Abbiamo provato ad acquistarlo prima che firmasse per il Chelsea, ed ora dopo aver battuto una nutrita concorrenza è con noi. Acquisto importante, abbiamo messo chili e centimetri alla nostra difesa”.

IL BRASILIANO SI PRESENTA – “Mai visto una tifoseria così appassionata. Mi hanno parlato tutti bene del Milan, faremo una grande stagione. Ho sempre sognato di indossare questa maglia. Inzaghi? Era un attaccante molto rapido, ora lo avrò come allenatore. Spero di lavorare bene con lui, e di poterci togliere delle soddisfazioni. Ancelotti? Per me è stato come un padre, mi ha sempre aiutato. Se sono qui è anche merito suo. Con Thiago Silva abbiamo parlato tanto di Milan, è stata una trattativa lunga. Ora dovremo metterci grande impegno soprattutto per i tifosi, che ci sostengono. Ieri mi sono venuti i brividi per quell’accoglienza. Sono certo di poter dare una mano importante alla squadra con la mia esperienza. Lavorando potremo anche lottare per lo Scudetto. Numero di maglia? Sarebbe un onore portare il 33 di Thiago Silva. Battuta finale del centrale brasiliano sui gol incassati dai rossoneri su palla inattiva: “Non è da Milan. Stiamo già lavorando per evitare di prendere questi gol”.

GALLIANI SU MENEZE’ un giocatore di talento e fantasia. Deve e può fare di più, anche lui lo seguiamo da parecchio tempo. Io e Pippo siamo andati a Ibiza, doveva essere un incontro segreto, ma in poco tempo eravamo su tutti i siti. Era seguito da tante squadre, siamo certi che potrà dare tanta fantasia all’attacco”.

MENEZ IN CONFERENZA: “Per me è un momento importante, ho sentito sin da subito fiducia da parte di questo club. Spero di ritrovare un grande Milan, ci sono tutti i presupposti, a partire dal nuovo allenatore. Possiamo lottare per il campionato. Quando sono arrivato al Psg con Ancelotti le cose sono andate bene. Carlo era come un padre, poi è arrivato Blanc ed è cambiato tutto. Per me è essenziale sentire la fiducia. Sono cambiato rispetto a quando ero alla Roma, darò il massimo per dimostrarlo. Avrò il numero 87, che è il mio anno di nascita. Juventus? Non c’è stato nulla con i bianconeri. Il Milan è un grande club, io posso adattarmi a diversi ruoli, deciderà Inzaghi. El Shaarawy? E’ un grande giocatore, nell’ultima stagione ha avuto quache infortunio, sperò ora possa ripartire bene. Siamo due giocatori intellingenti, il mister troverà la soluzione giusta. Con Alex non sapevamo di ritrovarci qui, è un vantaggio avere uno come lui. Una delle mie caratteristiche è il dribbling, voglio fare la differenza e far divertire il pubblico.

GALLIANI SUL MERCATO: “In difesa siamo coperti, come sugli esterni d’attacco. Vedremo si partirà qualcuno. Robinho? Situazione simile a quella di Kakà, lui vorrebbe andare in Mls, c’è una trattativa tra noi e l’Orlando City. Siamo ancora lontani dalla chiusura, ma è una delle tante trattative in corso”.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *