Jacopo Rosin
No Comments

Calciomercato: offerta colchonera per Scuffet

L'Atletico Madrid vuole portare subito in Spagna il portiere dell'Udinese per poi girarlo in prestito ad un altro club della Liga

Calciomercato: offerta colchonera per Scuffet
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Simone Scuffet potrebbe lasciare Udine e soprattutto la Serie A. Dopo essersi messo in mostra con prestazioni eccellenti nel finale della stagione scorsa, il giovane portiere friulano, classe ’96, ha attirato l’attenzione non solo di club italiani, come Milan, Juve e Roma, ma anche all’estero c’è chi lo ha osservato con attenzione. Secondo SkySport l’Atletico Madrid ha presentato un’offerta di 5 milioni più bonus all’Udinese per portare Scuffet in Spagna.

Scuffet

Simone Scuffet, nuova promessa del clacio italiano

I DETTAGLI – L’offerta è concreta e interessante. 5 più bonus fino ad arrivare a 10 milioni di Euro totali, che per un 18enne è una cifra di tutto rispetto. Secondo indiscrezioni ci sarebbe già l’ok dei Pozzo e ora la palla passa a Scuffet che a gennaio, insieme ai suoi genitori, aveva rifiutato il Milan per motivi scolastici. L’estremo difensore dell’Udinese aveva già fatto parlare di sè in Spagna, quando a marzo il famoso giornale sportivo iberico “El Mundo Deportivo” gli aveva dedicato un articolo esaltando le sue prestazioni, le potenzialità e la futura investitura come “heredero de Buffon”, l’erede di Gigi. Il piano dei colchoneros è quello di assicurarsi subito Scuffet, così da non far lievitare il prezzo con il passare del tempo e con la qualità delle sue parate, portarlo a Madrid per poi girarlo in prestito a qualche club spagnolo per fargli acquisire esperienza. L’Atletico Madrid, infatti, ha appena ufficializzato l’ingaggio del portiere sloveno ex Benfica Jan Oblak, acquistato per sostituire Courtois tornato al Chelsea. Inoltre, a giugno, il club rojiblanco di Simeone si è assicurato Miguel Ángel Moyá, dal Getafe, chiudendo così il reparto anche con un numero 12.

CUORE FRIULANO – Simone Scuffet è considerato uno dei giovani più promettenti della sua generazione, di diritto paragonato a Buffon anche per un destino comune che ha visto entrambi esordire in Serie A a 17 anni, colpendo subito tutti per la sicurezza da veterano con la quale hanno interpretato quello che per molti è il ruolo più difficile. Per Scuffet la scelta di Madrid non rappresenterebbe una fuga dal belpaese in cerca di fortuna, come è stato per molti altri giovani italiani – Caldirola, Donati, Pellè, tra i più famosi – che non riuscendo a trovare spazio in patria sono emigrati all’estero; per il portierino friulano infatti è già sicura la titolarità anche nella prossima stagione, per difendere i pali della sua Udinese, squadra del cuore nella quale è cresciuto fin dalle giovanili per poi esordire come professionista il 1° febbraio 2014 contro il Bologna, rappresentando il Friuli dieci anni dopo Fabio Rossitto, ultimo friulano a vestire la maglia bianconera. L’eventuale partenza di Scuffet sarebbe l’ennesima perdita del calcio italiano dopo Verratti e Immobile, talenti italiani e della Nazionale volati ad impreziosire altri campionati.

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *