Redazione

La Spagna batte una Francia inguardabile, adesso in semifinale c’è CR7

La Spagna batte una Francia inguardabile, adesso in semifinale c’è CR7
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

 DONETSK (UCRAINA), 23 GIUGNO – La Spagna batte per 2 – 0 la Francia e accede meritatamente alla semifinale di Euro 2012 dove incontrerà il Portogallo in un derby iberico che si preannuncia interessante e aperto ad ogni risultato. Le furie rosse hanno prevalso meritatamente sulla Francia in una gara non bella, giocata a basso ritmo dove gli uomini di Del Bosque hanno tenuto in pugno la partita per tutta la sua durata, non rischiando praticamente mai nulla ma dando comunque l’impressione, già manifestata in altre situazioni, di non essere nelle condizioni sfavillanti del 2008 e del 2006. I transalpini dal canto loro hanno pagato la tattica troppo attendista utilizzata da Blanc, non rendendosi praticamente mai pericolosi verso la porta di Casillas e non mettendo mai in discussione la vittoria spagnola che alla fine è risultata assolutamente legittima.

La Partita – Notevoli sorprese negli undici di partenza schierati dai due commissari tecnici: Del Bosque esclude a sorpresa Fernando Torres schierando al suo posto Fabregas mentre Blanc cambia quattro uomini rispetto alla sconfitta con la Svezia lasciando in panchina Nasri, Diarra e Ben Harfa sostituiti da Reveillere, Cabaye e Malouda e rimpiazzando lo squalificato Mexes con Koscielny. La Spagna scende in campo con il solito modulo e con la consueta idea di impostare una gara d’attacco mentre lo schieramento francese è molto prudente, con l’obiettivo dichiarato di contenere l’iniziativa degli iberici cercando di colpirli di rimessa. Il primo frangente della gara è molto bloccato e non si registrano azioni pericolose né da una parte né dall’altra. La prima occasione pericolosa arriva al diciannovesimo e coincide con la rete del vantaggio della Spagna realizzata da Xabi Alonso che insacca di testa un centro di Jordi Alba dalla sinistra. Un minuto dopo va ancora al tiro la squadra di Del Bosque ma la conclusione di Xavi dal limite termina alta sulla traversa della porta francese. La reazione dei transalpini non arriva e le furie rosse continuano a tenere l’iniziativa con un gioco, come di consueto, molto basato sul possesso palla e danno l’impressione di poter affondare a piacimento, grazie ad un reparto avanzato i cui componenti fanno molto movimento e non danno punti di riferimento ai difensori francesi.Al ventinovesimo Fabregas lancia Iniesta in area ma la sua conclusione è deviata in angolo da un difensore mentre tre minuti dopo si registra il primo tentativo della Francia con una punizione di Cabaye indirizzata al “sette” che Casillas manda in angolo. Nell’ultimo quarto d’ora non capita nulla di rilevante e le squadre vanno al riposo con la Spagna avanti al termine di una prima frazione poco spettacolare dove gli uomini di Del Bosque hanno comunque legittimato il vantaggio mantenendo costantemente l’iniziativa.

Nella ripresa ci si aspetta una Francia più propositiva per cercare di raddrizzare la partita e invece il canovaccio e sempre lo stesso del primo tempo con ritmi molto blandi e iniziativa in mano alla Spagna che continua a gestire la situazione senza problemi con la sua arma preferita, il possesso palla prolungato. La prima azione pericolosa capita al sessantesimo quando finalmente Ribery è autore di una bella iniziativa sulla sinistra conclusa con un centro raccolto da Debuchy che di testa manda alto mentre due minuti dopo è la volta di Fabregas, lanciato da Xavi, a presentarsi solo davanti a Lloris che lo anticipa di giustezza in uscita. Al sessantaquattresimo Blanc prova a dare più incisività alla sua squadra inserendo Menez e Nasri ma la mossa del commissario tecnico francese non cambia più di tanto l’inerzia della partita che rimane sempre nelle mani degli iberici. Del Bosque dal canto suo toglie Silva e Fabregas per far posto a Pedro e Fernando Torres nel tentativo di dare maggiore concretezza al reparto avanzato che fino a quel momento non era sembrato particolarmente brillante. Le occasioni da rete latitano e si deve attendere l’ottantesimo per avere un sussulto quando Fernando Torres si presenta solo davanti all’estremo difensore francese prima di essere però fermato dal guardalinee per un dubbio fuorigioco. Blanc prova il tutto per tutto inserendo anche Giroud ma gli ultimi minuti non riservano altre emozioni se non un rigore fischiato al novantesimo da Rizzoli a favore della Spagna per un fallo di Rami su Pedro. Si incarica della trasformazione Xabi Alonso che spiazza Lloris e segna la sua personale doppietta.La Spagna ottiene dunque l’accesso alle semifinali senza troppo faticare e risparmiando parecchie energie che torneranno utili nel prosieguo della manifestazione.

Uomo Partita SportCafe24 – XABI ALONSO 8 – Grande partita del centrocampista del Real Madrid, non solo per l’importantissimo goal che ha sbloccato la partita e per il rigore trasformato sul finire del confronto ma per la sostanza garantita al reparto mediano spagnolo che ha stravinto il confronto con quello transalpino. Ottimo sia in fase di impostazione che in copertura sono stati da applausi alcuni cambi di campo che hanno raggiunto il compagno smarcato.

Tabellino:

SPAGNA 2 (19’ e 91’(r) Xabi Alonso)
FRANCIA 0

Le Formazioni

SPAGNA (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Piquè, Sergio Ramos, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Xabi Alonso; Silva (64’ Pedro), Iniesta (84’ Cazorla), Fabregas (67’ Fernando Torres) A disp.: Victor Valdes, Reina, Tortajada, Xavi Martinez, Juanfran, Fernando Torres, Cazorla, Navas, Pedro, Negredo,Mata, Llorente All.: Vicente Del Bosque

FRANCIA (4-1-4-1): Lloris; Reveillere, Rami, Koscielny, Clichy; M’Vila (79’ Giroud); Debuchy (64’ Menez), Cabaye, Malouda (64’ Nasri), Ribery; Benzema A disp.: Mandanda, Carrasso, Evra, Debuchy, Nasri, Ben Harfa, Diarra, Martin, Matuidi, Giroud, Menez, Valbuena All.: Laurent Blanc

Ammoniti: 31’ Sergio Ramos (S), 42’ Cabaye (F), 76’ Menez (F)
Espulsi: nessuno
Arbitro: Nicola Rizzoli (Italia)

A cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *