Antonio Casu
No Comments

Tour de France: Kittel the Giant vince anche a Londra

Il velocista tedesco domina l'ultima tappa inglese. Sagan secondo, Nibali si conferma in maglia gialla

Tour de France: Kittel the Giant vince anche a Londra
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giant come il nome della sua squadra, giant come indica la sua stazza fisica, e, soprattutto, giant nel dominare le volate. Marcel Kittel è il re incontrastato degli sprint e oggi l’ha dimostrato per l’ennesima volta. Lo scatto è stato regale, per gli avversari è stato impossibile anche solo uscire dalla sua ruota. Non ce n’è per nessuno. La terza tappa del Tour de France, partita da Cambridge e arrivata a Londra, è finita così. A Vincenzo Nibali la maglia gialla per il secondo giorno di fila, agli altri le briciole.

Tour de France: Vincenzo Nibali si conferma in maglia gialla

Tour de France: Vincenzo Nibali si conferma in maglia gialla

TUTTO IL RESTO È NOIA – La frazione scorre via lenta tra le pianure inglesi, popolate da migliaia di tifosi in festa. Come nella tradizione di buona parte delle prime tappe del Tour, non succede nulla, o quasi. C’è la fuga di rito, con il ceco Jan Barta ed il francese Jean Marc Bideau in avanscoperta per molti chilometri, ma il gruppo, guidato dagli Astana e dai Giant-Shimano, controlla agevolmente il ritardo, non dando scampo ai fuggitivi. Non c’è neanche un Gpm, la tappa è una tavola da dipingere nell’ultimo chilometro. Lo spettacolo è riservato alle strade della capitale inglese che portano a Buckingham Palace.

L’ASSOLO DI KITTEL – Negli ultimi chilometri prendono il controllo della situazione gli Omega e i Lotto, pronti a lanciare Renshaw ed il Gorilla Greipel, di Kittel ed i Giant neanche l’ombra, ma tutti sapevano che al momento opportuno sarebbero stati in prima linea. E così è stato. Il tedesco non dimostra grande senso tattico, guadagna posizioni negli ultimi due chilometri, la sua squadra approfitta del lavoro degli avversari e lancia al meglio il suo campione. La volata è senza storia: Kittel parte ai meno duecento, Sagan prova a tenere la sua ruota ma non riesce neanche ad affiancarlo, Renshaw perde addirittura qualche metro. Ha vinto il gigante, ancora una volta. Nibali giosce: il primo della generale è ancora lui.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *