Luca Porfido
No Comments

Maradona: “Berlusconi provò a prendermi”

Da Maradona a Del Piero, da Rivaldo a Ronaldinho, per arrivare a Robinho. Il mecenatismo di Berlusconi ha sempre cercato di portare grandi talenti al Milan

Maradona: “Berlusconi provò a prendermi”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Berlusconi ha sempre avuto un debole per i giocatori di classe, arrivando a spendere anche cospicue risorse pur di veder vestire la maglia rossonera ai suoi campioni prediletti.

Maradona Milan Berlusconi

Maradona ricorda che Berlusconi cercò di portarlo al Milan

PASSIONE BRASILIANA – L’ultimo in ordine cronologico è stato Robihno, ora purtroppo sul piede di partenza. Il Milan spese 18 milioni più bonus per accaparrarsi il talento brasiliano, che comunque nel primo anno trascinò insieme ad Ibrahimovic i rossoneri alla vittoria dello scudetto. “Stavamo meditando, è stato un grande regalo del presidente Berlusconi ai tifosi. Quando l’ho chiamato, mi ha detto di andare avanti con Robinho anche se non avessimo ceduto Borriello. Era tanti anni che non lo vedevo così appassionato” dichiarò Galliani. Altro pallino fu Ronaldinho, del quale Berlusconi era, e forse lo è ancora, pazzamente innamorato.
E’ il giocatore in assoluto più grande che il Milan abbia mai avuto” affermò il presidente qualche anno fa, giustificando quindi come una scelta di passione i 21 milioni più 4 di bonus che i rossoneri versarono nelle casse del Barcellona per acquistare “el gaucho”. Storia avvenuta già qualche anno prima, nel 2002 precisamente, quando Rivaldo firmò per il Milan. In realtà l’asso brasiliano fu cercato anche nel 2000, quando Berlusconi premeva il piede sull’accelleratore perché “il bilancio permette l’affare”, e Galliani tirava il freno a mano per il costo troppo eccessivo.

SOGNI INFRANTI – Ma il Presidente non ha straveduto solo per i talenti brasiliani, come quando si oppose alla vendita dei Pato facendo saltare l’affare Tevez. Quando Del Piero decise di lasciare la Juventus, dopo il primo scudetto vinto da Conte, fu lo stesso Berlusconi a dichiarare pubblicamente: ”Ho detto a Del Piero di aver saputo che ha il contratto in scadenza e allora gli ho offerto di venire al Milan. Alex è un campione straordinario, magari potesse finire la sua carriera con la maglia rossonera“. Alla fine “pinturicchio” non cedette alle avances, preferendo trasferirsi in Australia. Come poteva mancare Maradona nella bacheca dei pallini berlusconiani? Infatti il campione argentino ha dichiarato in una recente intervista che: “Non avrei giocato con altre squadre italiane che non fossero il Napoli. E di offerte me ne arrivarono: dal Milan attraverso un rappresentante di Berlusconi. Continuo a pensare, e lo penserò sempre, che Napoli sia stata la scelta più corretta: era il mio destino“.

Anche se i tifosi rossoneri ultimamente non stanno attraversando un grande periodo, fin quando Berlusconi avrà voglia di investire nel Milan, qualche garanzia in più ci sarà sempre. Anche considerando che a chi gli chiedeva di Cristiano Ronaldo rispose: “Lo sogno tutte le notti”.

Luca Porfido

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *