Antonio Casu
No Comments

Pagelle Germania-Algeria 2-1: Neuer come Beckenbauer, Ghoulam come un razzo

Il portiere gioca, di fatto, da libero, mentre il terzino del Napoli umilia Mustafi per settanta minuti

Pagelle Germania-Algeria 2-1: Neuer come Beckenbauer, Ghoulam come un razzo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Germania-Algeria è stata una partita folle. In centoventi minuti si è visto di tutto, da un portiere impiegato nel ruolo da libero ad una piccola del calcio mondiale in grado di mettere in scacco una delle squadre più forti del torneo. Alla fine ha avuto ragione ancora una volta Gary Lineker, hanno vinto i tedeschi, ma che fatica. Con questo risultato, la Germania accede ai quarti del Mondiale e affronterà nel prossimo match la Francia, mentre l’Algeria saluta il Brasile senza rimpianti. Hanno dato tutto.

Germania-Algeria 2-1: Neuer e Ghoulam i migliori in campo

Germania-Algeria 2-1: Neuer e Ghoulam i migliori in campo

LE PAGELLE DI GERMANIA-ALGERIA 2-1

Germania

NEUER 10 (IL MIGLIORE)| Il miglior portiere del mondo è, come tutti gli artisti, l’elogio della follia. Tocca il pallone fuori dall’area di rigore diciassette volte (diciassette!), mettendosi in evidenza con alcuni interventi da libero puro. Anche tra i pali mostra la solita sicurezza. Sognando Beckenbauer.

MUSTAFI 4,5 | Nel momento in cui fu convocato da Löw, molti rimasero perplessi. I dubbi sono aumentati dopo averlo visto giocare contro l’Algeria. La domanda quindi sorge spontanea: perché convocare Mustafi? Boh. Dal 69′ KHEDIRA 6,5 | Restituisce ordine e geometrie alla mediana tedesca, spesso allo sbando.

MERTESACKER 6,5 | Tiene in piedi da solo la difesa della Germania, troppo alta e in balia degli attaccanti algerini.

BOATENG 5 | Inizia come peggio non avrebbe potuto, poi si riprende, ma la sua serata è comunque da dimenticare.

HÖWEDES 5 | Spinge pochissimo e soffre non poco le sgroppate di Taider. Non è un terzino, e si vede.

SCHWEINSTEIGER 6 | Ce la mette tutta, ma non è incisivo come nei giorni migliori. L’atletismo sfrenato dei mediani algerini lo mette in difficoltà.  Dal 109′ KRAMER s.v.

LAHM 6,5 | Lahm è sempre Lahm, ma la scelta di schierarlo da mediano lascia perplessi. Ha giocato un’intera stagione in quella posizione, ma la penuria di terzini della Germania avrebbe richiesto il suo spostamento nel ruolo che più gli compete.

KROOS 6 | Prova anonima, senza picchi né crolli.

ÖZIL 6 | Prestazione insufficiente per 119 minuti, ma il gol messo a segno poco prima del triplice fischio finale migliora la valutazione. La Germania ha bisogno del suo talento, fin qui intravisto solo a sprazzi.

MÜLLER 6,5 | Il Mondiale è il suo palcoscenico preferito, riesce ad andare in rete con semplicità imbarazzante, ma con l’Algeria è stato insolitamente impreciso. È comunque uno dei migliori tra i suoi.

GÖTZE 4 (IL PEGGIORE) | La luce è spenta e non si accende mai. Non costruisce, non suggerisce e non concretizza. Ha una grande occasione nel primo tempo per sbloccare il match, ma fallisce il tap-in vincente. Dal 46′ SCHÜRRLE 7 | Il fattore C è una componente fondamentale del gioco del calcio e lui la sprigiona all’ennesima potenza, mettendo a segno il primo gol della Germania con un colpo di tacco… fortunoso. Voluto o meno, è stato bello.

Algeria

M’BOLHI 8| È stata la serata dei portieri. L’estremo difensore algerino gioca da vero Rais (è il suo nome) e guida sapientemente la sua retroguardia. Salva il risultato in diverse occasioni con almeno quattro parate miracolose.

MANDI 5 | Il primo gol subito dalla Germania nasce da una sua leggerezza. Per allontanare il pallone dalla propria area di rigore si possono fare tante cose, ma non tentare un tunnel palla al piede.

HALLICHE 7 | Perfetto in ogni chiusura, non sbaglia nulla. Dal 97′ BOUGHERRA 6 | Sicurezza, ordine ed esperienza al centro della difesa. È il faro carismatico dell’Algeria negli ultimi minuti.

BELKALEM 7 | Ottima partita anche per lui, controlla ottimamente Müller.

GHOULAM 8 | Un moto perpetuo che fa ammattire il povero Mustafi. Bellissimo l’assist per Slimani in occasione del gol annullato all’Algeria.

FEGHOULI 7,5 | Corre come un forsennato per 120 minuti, non perdendo però lucidità. Con i suoi assist, fa saltare spesso la linea di fuorigioco tedesca.

TAIDER 6,5 | È lo stesso calciatore che ha deluso con la maglia dell’Inter? Forse sì, probabilmente no. Non si spiegherebbe un’evoluzione tale sennò.

MOSTEFA-LACEN 7 | Cerniera di centrocampo perfetta, attenta in copertura e pericolosa nella proposizione delle trame offensive.

SOUDANI 6 | Non è all’altezza dei suoi compagni, ma garantisce comunque una prova sufficiente. Dal 100′ DJABOU 7,5 | La sua rete, arrivata al 120′, è molto più di un gol: è il segno di una bandiera bianca mai alzata.

SLIMANI 7 | Tiene in scacco la difesa della Germania con una prova generosa. Sotto porta non è stato sufficientemente incisivo, ma ha spesso aperto spazi interessanti per i compagni.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *