Giuseppe Landi
No Comments

Milan, Kakà è dell’Orlando: “Mi mancherete, mai più la 22”

Il padre del giocatore ha pranzato con l'ad Galliani, raggiungendo un accordo sulla rescissione consensuale del contratto. Kakà si unirà presto all'Orlando City, che lo presterà per sei mesi al San Paolo

Milan, Kakà è dell’Orlando: “Mi mancherete, mai più la 22”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

17.35 – Ricardo Kakà dice addio al Milan. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di Milan Channel: “E’ stata una grande emozione portare mio figlio alla prima partita del Mondiale, avrei voluto essere in campo, ma io ho fatto tutto quello che potevo e quindi sono contento. Tifo Brasile e spero possa arrivare fino in fondo. Mi sono preso questi giorni di vacanza per pensare, ho sempre dichiarato di voler giocare un giorno in America e ora ho raggiunto l’accordo per giocare lì. Ora andrò in prestito al San Paolo e poi inizierò la mia avventura in America. L’Orlando City è una nuova squadra, con un bel progetto e ha un brasiliano come proprietario. Sono contento di tornare al San Paolo, è una grossa soddisfazione per me. E’ stato un anno difficile per tutti, ma per me tornare al Milan e raggiungere le 300 partite con questa maglia e superare i 100 gol è stato bellissimo. La mia scelta non è legata al fatto che il Milan non gioca la Champions League, è un altro tipo di progetto. Non indosserò più la maglia numero 22, volevo lasciare questo segno anche ai tifosi del Milan. In Brasile credo che indosserò il numero 8 e poi in America il 10. Essere tornato è stato importante per me, è stata una stagione speciale per me a livello umano. I tifosi ci sono sempre stati vicini. Io volevo andare al Mondiale e ho fatto di tutto. Quando ero a Madrid le mie possibilità di andare al Mondiale erano minime, invece al Milan non era così. Questa stagione mi ha dato comunque tanto, anche se non sono stato convocato. Inzaghi? Abbiamo sempre avuto un grande feeling, ci sentivamo spesso anche quando ero a Madrid. Siamo amici e gli faccio i miei auguri per la prossima stagione. Lui ama il Milan e quindi potrà fare una grande stagione. Sono sicuro che il Milan ripartirà, sarà un anno importante per ripartire e si potrà togliere tante soddisfazioni. Robinho? Non so cosa farà lui, sono decisioni difficili queste. Io auguro a Robinho e al Milan di prendere la decisione migliore per tutti. E’ un momento difficile per me anche se tornerò in Brasile e inizierò una nuova avventura in America. Mi mancherà sentire il coro dei tifosi del Milan, il rapporto con questa società resterà sempre stretto. Sono e sarò sempre un tifoso del Milan, spero di mandare presto a Galliani dei messaggi con scritto che i campioni d’Italia e d’Europa siamo noi. Qui lascio tanti amici”.

16.00 – Ricardo Kakà è un nuovo giocatore dell’Orlando City. Pochi minuti fa il “Sun” ha diffuso una foto del giocatore in posa con il proprietario della franchigia statunitense, Brandon Flood. Domani presentazione alla stampa e giro della città a bordo di un mezzo dei vigili del fuoco locali.

15.19 – Questo quanto riportato dal sito ufficiale del Milan:

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi anche quando si rescindono consensualmente. Perchè la parola chiave è proprio quella, consensualmente. Perchè essere del Milan non significa solo indossarne la maglia e raggiungere tutti i giorni Milanello. Essere del Milan significa sentirselo dentro e trasmetterlo. Ciao Ricky, noi non ci lasceremo mai.

La nostra storia è iniziata nel 2003 ed è durata ininterrottamente fino ad oggi perchè il Kakà che nel Maggio 2011 scriveva via sms I Campioni dell’Italia siamo noi era sempre del Milan, anche se in quel momento indossava la maglia prestigiosa, con tutto il rispetto, del Real Madrid.

Ricky Kakà come ha preannunciato in una intervista esclusiva da San Paolo che andrà in onda alle 17.00 su Milan Channel, non indosserà mai più nella sua carriera la maglia numero 22. Eccolo Kakà. E’ sempre lui. Dopo una stagione vera e importante.

Il suo ritorno è stato il raggio di sole in una stagione vagamente uggiosa del Milan. Il gol numero 100, la presenza numero 300, la ferita del 2009 che si chiude. Kakà negli ultimi anni non aveva mai giocato così tanto e così bene come nel Milan di questa stagione. Ritorno importante, ritorno di peso.

Ciao Ricky! Un abbraccio forte a te, alla tua Carolina e ai tuoi dolcissimi figli. Siete belli, siete veri e sarete sempre legati a noi da quei cordoni autentici che solo gli innamorati del calcio e gli appassionati di sport e di tutti i suoi valori conoscono fino in fondo. Speriamo tu possa scriverci molto presto lo stesso sms di quel Maggio…”.

15.17 – L’incontro c’è stato, ed è stato raggiunto anche un accordo. Arriva il comunicato ufficiale da parte del club rossonero: “AC Milan comunica di aver risolto consensualmente in data odierna il contratto con Kakà”.

12.06 – Il padre di Kakà è pronto a pranzare con l’ad Adriano Galliani, per trovare l’accordo sulla risoluzione consensuale del contratto. Il giocatore intanto è già ad Orlando.

Dopo le dichiarazioni di ieri del vicepresidente del San Paolo, Ataide Gil Guerreiro, ai microfoni di Redação SporTV, Ricardo Kakà è praticamente un ex giocatore del Milan“Dopo 60 giorni di trattative siamo tutti d’accordo. Mancano soltanto le firme sui rispettivi contratti. Firmerà con la Lega americana, perchè chi ingaggia è la Lega. I club poi scelgono i giocatori, e l’Orlando ha scelto Kakà. Il brasiliano effettuerà le visite mediche prima di unirsi all’Orlando. Kakà è molto emozionato e in grande forma. Arriva con grandi stimoli”. Come riferisce l’Orlando Sentinel, il trequartista verdeoro atterrerà all’Orlando International Airport con un volo partente dal Brasile alle 00.15 italiane. Il club americano ha intenzione di annunciare il suo ingaggio già nella giornata odierna, prima che domani alle 15 italiane svolga la conferenza stampa di presentazione.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *