Redazione
No Comments

Dive nuove, miti vecchi e la labile memoria di Hollywood

Da un aneddoto di Melissa McCarthy, una riflessione cinefila del nostro Alessandro Amato sugli anni che fuggono e sulle dive di ieri, oggi e domani

Dive nuove, miti vecchi e la labile memoria di Hollywood
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Racconti di dive: Melissa McCarthy presto in un film con Dan Aykroyd

Racconti di dive: Melissa McCarthy presto in un film con Dan Aykroyd

CON IL MITO NON SI MANGIA – Ospite al “Tonight Show with David Letterman” per presentare una commedia diretta dal marito, l’attrice statunitense Melissa McCarthy ha raccontato un simpatico aneddoto: «Abbiamo portato le nostre bambine a Budapest per le riprese. Erano costantemente sul set eppure non sembravano interessate. Dicevo sempre loro: “Guardate dove vi trovate! C’è anche Dan Aykroyd!”. Ma nulla, l’unica cosa che cercavano era il cibo». Dan Aykroyd (62 anni oggi) è una leggenda. Lo sa la McCarthy e lo sappiamo noi tutti. Ma non si può fare certo una colpa alle bambine se in quel contesto hanno preferito il buffet. Gli anni passano e cambiano i miti. Ma resta il ricordo di dive e divi. Come quello di Eli Wallach, mancato lo scorso 24 giugno.

HOLLYWOOD ALLO SPECCHIO – E si susseguono le dive. Dopotutto, cos’è Hollywood se non il volto di una donna? Compiono gli anni, infatti, anche la francese Lea Seydoux (29), la statunitense Liv Tyler (37), la britannica Claire Forlani (43), la canadese Geneviève Bujold (72) e la britannica naturalizzata statunitense Olivia de Havillard (98). Insomma, un vero e proprio harem delle meraviglie. Un sogno di specchi rifrangenti, di diamanti splendenti e grandi speranze. L’indecente bellezza di Lea, gli esordi d’autore di Liv, il colore degli occhi di Claire, i mille giorni di Geneviève. E gli Oscar di Olivia, come se le gemelle interpretate ne Lo specchio scuro (1946) le fossero valse un riconoscimento ciascuna.

IL FENOMENO LINDSAY – Sapete quale tra le dive interpretò due gemelle e, guarda caso, spegne le candeline questa settimana? Lindsay Lohan. Saranno 28 anni domani. E sono già 16 anni da quel Genitori in trappola (1998): piccolo grande esordio firmato Disney. Il remake di un film che il padre di Topolino aveva prodotto nei primi anni Sessanta e che aveva lanciato la quindicenne (figlia d’arte) Hayley Mills, la quale all’epoca si aggiudicò niente meno che una statuetta. Invece, la Lohan nel ’98 aveva 6 anni ed era più un fenomeno che un prodigio. Lo stesso Letterman la invitò senza indugio all’Ed Sullivan Theater, lasciando che la divertita bambina lentigginosa scaldasse il cuore degli americani. Rimane soltanto un dubbio: se Lindsay, incontrandolo su un set, avrebbe riconosciuto Dan Aykroyd.

Alessandro Amato

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *