Matteo Masum
No Comments

Pagelle Colombia-Uruguay 2-0: James da impazzire, Cavani spento

Jackson Martinez inconcludente, Forlan al capolinea di una grande carriera

Pagelle Colombia-Uruguay 2-0: James da impazzire, Cavani spento
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Juan Camilo Zuniga, autore di una buona prova

Juan Camilo Zuniga, autore di una buona prova

Vince 2-0 la Colombia, che vola ai quarti di finale grazie ad una doppietta di James Rodriguez. Eliminato l’Uruguay, autore di una prova deludente, specie nel primo tempo.

PAGELLE COLOMBIA

Ospina 7- Quando la Colombia decide di alzare il piede dall’acceleratore, sale in cattedra l’estremo difensore, che compie almeno due-tre interventi decisivi.

Zuniga 6,5- Molto intraprendente nella prima frazione di gioco, dove mette a ferro e fuoco la fascia destra. Nella ripresa, come il resto della squadra, si limita a contenere le avanzate degli avversari, non sempre in maniera impeccabile.

Zapata 6,5- Incredibile pensare come uno dei difensori più scherniti della Serie A si sia trasformato in una colonna della nazionale più bella di questo mondiale. Insuperabile nelle palle aeree, perfetto nelle chiusure.

Yepes 6,5- Vero muro, su cui Cavani e compagni sbattono a ripetizione. Solido ed esperto, non sarà facile per la Seleçao trovare il modo di aggirarlo.

Armero 6- Meno propositivo rispetto a Zuniga, ma comunque si guadagna la sufficienza grazie ad una prova onesta.

Aguilar 6- Uomo onnipresente nella mediana colombiana, buono sia quando bisogna attaccare che quando c’è la necessità di abbottonarsi.

Sanchez 6- Tocca parecchi palloni, sempre con buona qualità. Nella ripresa cala, ed ogni tanto va in affanno contro gli assalti dell’Uruguay.

Cuadrado 6,5- Non spettacolare come nelle altre partite, ma in ogni caso mette il suo timbro nel match con l’assist perfetto per il 2-0 di Rodriguez. Sta scaldando i motori per la super sfida contro il Brasile. Dall’81’ Guarin s.v.

James Rodriguez 8,5- Una spanna sopra chiunque. Una spina nel fianco costante per la retroguardia dell’Uruguay, un campione clamoroso quando tocca i palloni che contano. L’1-0 è illegale in almeno 15 paesi nel mondo, una rete pazzesca che merita di finire accanto alle magie dei più grandi campioni di sempre, e magari in un articolo dell’ottimo Casu. La doppietta è il sigillo di un mondiale vissuto da assoluto protagonista. Dall’85’ Ramos s.v.

Gutierrez 5,5- Non bene, un passo indietro rispetto ad altre prestazioni. Per oggi, tuttavia, va bene così. Contro la Seleçao servirà qualcosa di più. Dal 68′ Mejia s.v.

Martinez 5,5- Un po’ spento anche il bomber del Porto, che finalmente ha avuto la chance di partire da titolare. Certo, non l’ha sfruttata a dovere, ma un grande come Pekerman non può preferire Ibarbo a lui.

PAGELLE URUGUAY

Muslera 5,5- James lo fredda con una magia, difficile dire se potesse fare di più sulla saetta improvvisa. Non colpevole nemmeno sul secondo gol.

Caceres 5- Parecchio in difficoltà sulle scorribande di Zuniga e soci, la sua presenza oltre la sua metà campo è ridotta al nulla più assoluto.

Godin 5- L’eroe dei due mondi stavolta viene travolto dal folletto del Monaco. Il suo formidabile colpo di testa non salva l’Uruguay dall’eliminazione.

Gimenez 5- Naufraga anche lui sotto i colpi dell’attacco colombiano, almeno finchè la squadra di Pekerman decide di farsi vedere dalle parti di Muslera. Dal 50′ in poi respira, ma non per meriti propri.

Alvaro Pereira 5,5- Della linea di difesa è quello che se la cava meno peggio (badate, meno peggio), e quello che prova ad annusare il profumo della trequarti colombiana. Dal 53′ Ramirez 5,5- Dà un po’ di vivacità, ma in sostanza si fa notare solo per una serie di calci piazzati regalati ad Ospina

Maxi Pereira 6- Insieme ad Arevalo Rios picchia come un fabbro ogni cosa che abbia un vago colore giallo e passi dalle sue parti. Nella ripresa partecipa, con buona produttività, ai disperati tentativi dei suoi.

Arevalo Rios 5,5- Mena più lui di un wrestler professionista, peccato che a finire ko sia proprio la sua squadra, e non per un colpo di sciabola come vorrebbe l’ex Palermo, ma del fioretto di James Rodriguez.

Gonzalez 6- Nel complesso la sua prestazione non dispiace, soprattutto perchè è tra i pochi a calciare verso la porta di Ospina anche nel primo tempo (mi correggo, l’unico). Corre a tutto campo come sempre, inseguendo i calciatori colombiani ed una qualificazione che non arriverà. Dal 67′ Hernandez s.v.

Rodriguez 6,5- Il migliore dei suoi. L’unico a puntare l’uomo, provando a creare superiorità, il condottiero dell’assalto finale. Il gol non arriva, ma non per demeriti suoi.

Forlan 4- La sua carriera ad alti livelli è finita, del tutto inutile portarlo al mondiale. Dal 53′ Stuani 5,5- Fare meglio di Forlan è impresa da bambini, ed in effetti gli riesce benissimo. Peccato che di tiri in porta nemmeno l’ombra

Cavani 5,5- Nel primo tempo gioca da solo, stante l’assenza di un Forlan ormai inadeguato per questi match. Nella seconda frazione, coadiuvato da Ramirez e compagni, riesce a fare qualcosa in più, ma non abbastanza per meritare la sufficienza.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *