Walter Molino
No Comments

Pagelle Brasile-Cile 4-3 dcr: J.César para due rigori decisivi

Dopo 120 minuti di agonia, il Cile esce a testa alta dal mondiale perdendo 3-2 ai rigori.

Pagelle Brasile-Cile 4-3 dcr: J.César para due rigori decisivi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Neymar, non ha fallito il suo calcio di rigore

Neymar, non ha fallito il suo calcio di rigore

Non sono bastati 120 minuti di gioco per assegnare il posto nei quarti di finale tra Brasile e Cile, fermati sull’1-1. Dopo la lotteria dei calci di rigore il Brasile si è aggiudicato la vittoria vincendo la serie di rigori per 3-2 con Neymar che ha segnato l’ultimo rigore prima che Jara colpendo il palo ha condannato la propria squadra. Decisivo J. César che parando due rigori ha consentito alla sua squadra un piccolo margine di errore (Willian e Hulk non sono riusciti a trasformare i proprio penalty).

PAGELLE BRASILE:

J. CÉSAR 7 – L’unica parata importante, la effettua nel secondo tempo su Aranguiz. Per il resto, nonostante il Cile abbia giocato bene, non è stato comunque impegnato in maniera significativa. Para due rigori nella serie finale e consegna la vittoria alla sua squadra.

MARCELO, D. ALVES 5 – Prestazione negativa per entrambi i terzini del Brasile. La Seleção ha molto bisogno del lavoro dei propri terzini che invece questa sera hanno deluso. Un po’ insicuri anche in fase difensiva.

T. SILVA 7 – La sicurezza in persona. Ogni pallone viene puntualmente cacciato fuori area di rigore. Impossibile annotare una sua sbavatura.

D. LUIZ  6.5 – Diverse volte lascia la sua posizione, ma visto il signor compagno che ha se lo può permettere. Come al solito nell’arrembaggio finale si fa vedere avanti e dà una mano ai suoi. Realizza spiazzando il primo rigore della serie.

FERNANDINHO 5.5 – Non eccezionale la sua prestazione, specie nel primo tempo non riesce quasi mai a entrare nel gioco nel Brasile. Cresce con lo scorrere dei minuti, ma a parte qualche inserimento e uno sporadico tiro dalla distanza non crea mai problemi.

L. GUSTAVO 6.5 – Oltre che essere bravo in fase di interdizione riesce anche a inserirsi diverse volte sulla fascia creando superiorità numerica. Pare che Guardiola se ne voglia liberare al Bayern Monaco, ma resta comunque un gran giocatore.

RAMIRES 5.5 – Viene scelto da Scolari al posto di Fernandinho per dare più energia in mezzo al campo, ma i risultati non sono quelli sperati. Ci prova al 122esimo con un velleitario tiro da fuori area.

HULK 7 (IL MIGLIORE) – Dopo un ottimo primo tempo, specialmente in fase difensiva, dove grazie ai suoi sacrifici il Cile non era riuscito ad avvicinarsi e impadronirsi della fascia destra, è proprio un suo errore che permette il pareggio del Cile. Sbaglia il quarto rigore del Brasile.

OSCAR 5 – Forse la partita peggiore di questo mondiale del talento del Chelsea. Riesce solamente a mettere qualche palla in mezzo. Ma non tira praticamente mai in porta e non si rende mai pericoloso. Esce alla fine del primo tempo supplementare.

WILLIAN SV – Calcia a lato il suo rigore, sbagliando miseramente.

NEYMAR 6.5 – Già nella prima metà fa vedere quanto è disposto a correre per portarsi a casa la partita. Si butterà anche a terra con eccessiva facilità, ma gli avversari lo colpiscono molto duramente. Sfiora il vantaggio diverse volte. Nella ripresa però esce un po’ dalla partita e, imbrigliato nello scacchiere di Sampaoli, non riesce a essere più pericoloso. Realizza il quinto rigore del Brasile.

FRED 4.5 – Ennesima prova negativa per l’attaccante del Fluminense che non riesce a capitalizzare quei pochi palloni che gli capitano davanti. Nessun cross giocabile per lui e in generale nella manovra non sembra partecipe. Lascia spazio a Jô nella ripresa.

JÔ 5 –  Unica riserva di Fred, non aggiunge molto alla Seleção. Gli capitano almeno due palle goal nitide, una delle quali viene sciupata in malo modo dall’ex Manchester City che non riesce ad impattare il pallone.

PAGELLE CILE:

BRAVO 7 – Nel primo tempo la mira dei Brasiliani non è di quelle che possono impensierirlo. Ma nel secondo tempo i verdeoro aggiustano la mira e ci vuole un grande Bravo per dire di no a Hulk (in almeno due occasioni) e compagni. Il Barcellona ha sicuramente acquistato un secondo portiere di livello.

SILVA 5 – Primo tempo terrificante per il numero 5 del Cile, che viene bruciato in ogni occasione da Neymar. Quando l’asso brasiliano si invola a tutta velocità verso la porta della Roja, Silva non può nulla, se non vederlo sfrecciare a tutta velocità. Rimedia anche un cartellino giallo.

MEDEL 6.5 – Chiede il cambio a pochi minuti dall’inizio del secondo tempo supplementare, ma anche la sua prestazione è sicuramente di rilievo. Nella retroguardia del Cile è l’unico appiglio che Jorge Sampaoli ha, quando vede le offensive brasiliane.

ROJAS SV

JARA 5 – Suo il maldestro tocco che porta al primo vantaggio Brasiliano. Probabilmente David Luiz tocca per ultimo il pallone, ma il suo intervento risulta comunque decisivo in negativo. Sbaglia il quinto rigore del Cile e condanna la sua squadra.

ISLA 5 – Soffre tremendamente Hulk e Neymar nel primo tempo, e si fa scartare sistematicamente. Prende un po’ di coraggio con il passare dei minuti e si fa vedere anche nell’area di rigore avversaria, seppur senza impensierire troppo Scolari.

ARANGUIZ 6 – Sui suoi piedi capita probabilmente la migliore occasione da goal del Cile di tutta la partita. J. César gli dice di no con un guizzo prodigioso. Tanta sostanza in mezzo al campo. L’Udinese probabilmente si sarà pentito di averlo lasciato andare. Sfonda la porta segnando il suo rigore

DIAZ 6.5 – Il suo gioco non è di certo evidente, ma tutti i palloni che recupera sono provvidenziali. Spezza diverse volte la manovra offensiva avversaria. Realizza anche il quarto rigore del Cile mettendo la serie in parità.

MENA 5 – Neanche dall’altra fascia arriva l’apporto sperato. Praticamente nullo in fase offensiva, soffre lasciando scoperta la sua squadra.

VIDAL 6- – Il suo miglior apporto è senz’altro in fase di giro palla, impostazione e in difesa. Essendo abituati a vedere quanto è decisivo alla Juventus, e quante volte vada vicino alla rete, questo sembra solo il suo lontano parente. Esce a pochi minuti dal 90esimo stremato e ormai uscito dalla partita.

VARGAS 4.5 – Sicuramente il peggiore dell’attacco del Cile. Oltre a essere indietro fisicamente, è anche il meno pericoloso e viene controllato dalla retroguardia verdeoro senza nessun problema.

GUTIÉRREZ 5 –  Più di un’ora di gioco, ma non tocca praticamente quasi mai nessun pallone in zona d’attacco.

PINILLA 6 – Riesce ad entrare bene in partita e a rendersi pericoloso. Avrà fatto venire un infarto a tutti i 200 milioni di brasiliani quando al 120esimo ha spaccato la traversa con un suo tiro. Bruttissimo il rigore che si fa parare da J. César.

SÁNCHEZ 7 – Il migliore dei suoi, senza dubbio. Prontissimo in occasione dell’errore del Brasile a freddare Júlio César. Quando si trova in attacco, il pallone gli è sempre incollato ai piedi ed è quasi impossibile per i mediani del Brasile toglierglielo. Nonostante la sua ottima prestazione, tira anche lui un rigore non troppo angolato e se lo fa parare.

Walter Molino (@matchbeth)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *