Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Corea-Belgio 0-1: Origi devastante, asiatici inconcludenti

Nonostante lo svantaggio numerico il Belgio affonda anche la Corea con un gol di Vertonghen. Tigri asiatiche incapaci di produrre gioco e giustamente eliminate

Pagelle Corea-Belgio 0-1: Origi devastante, asiatici inconcludenti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Belgio chiude il Girone H a punteggio pieno, grazie alla vittoria sulla Corea. La squadra di Wilmots si ritrova in 10 dopo l’espulsione di Defour in chiusura di primo tempo, ma tiene a bada senza troppi problemi i coreani, trovando anche la rete della vittoria con Vertonghen. Queste le pagelle dei protagonisti.

COREA

SG KIM voto 5 – A livello di portieri la Corea non sembra essere messa benissimo. Sempre insicuro, respinge troppo corto un tiro da fuori regalando la rete agli avversari – SCARSO

SY YUN voto 5,5 – Bene in fase di impostazione, ma un difensore dovrebbe essere soprattutto dotato di agonismo e senso della posizione – SVAGATO

YG KIM voto 5 – Buon primo tempo. Cala drasticamente nella ripresa, giusto nel momento in cui il Belgio intravede la possibilità del colpaccio anche in inferiorità numerica – TRAVOLTO

Y LEE voto 5 – Dalla sua parte si balla sempre. Una delle maggiori delusioni della spedizione coreana – LENTO

JH HONG voto 5,5 – Male pure lui, così come tutta la retroguardia – SOLIDALE

CY LEE voto 5 – Prevedibile, svagato, incapace di un guizzo vincente. Così avanti non si può proprio andare – IMPREPARATO

KY HAN voto 5 – Riassume in sè tutto il piattume della mediana asiatica. Tanta corsa, poche idee e ben confuse – STATICO (dal 46′ KH LEE voto 6 – Prova a combinare qualcosa di più dei compagni. Cerca il clamoroso gol di tacco, unico acuto del Mondiale coreano – DIVERSO)

SY KI voto 5,5 – Dovrebbe presidiare la zona battuta da un certo Fellaini, che in questi Mondiali non è nemmeno paragonabile all’inguardabile giocatore dello United. E che giustamente se lo mangia – DIVORATO

HM SON voto 5 – In teoria dovrebbe essere il giocatore in più della Corea. In teoria, perchè in pratica non si vede mai – DESAPARECIDO (dal 74′DW JI S.V.)

JC KOO voto 6 – Prestazione da capitano. Limitato tecnicamente, ma incapace di arrendersi anche di fronte all’evidenza. Lotta più di una buona parte dei compagni – IRRIDUCIBILE

SW KIM voto 4,5 – Inguardabile. Che i coreani non avessero fisico è un dato storico, ma perlomeno fino ad adesso avevano sopperito con tecnica e dinamismo, entrambi evaporati nel caldo brasiliano – INUTILE (dal 66′ BK KIM voto 5 – Mettere “senza voto” a un giocatore in campo per 24 minuti è impossibile, ma lui ci va parecchio vicino – ANONIMO)

ALL. HM BO voto 5 – Allena una squadra che non c’è, senza spunti o acuti degni di nota. La Corea compie parecchi passi indietro nella sua ascesa nel calcio che conta, e la colpa è soprattutto sua – DISASTRO

BELGIO

COURTOIS voto 6,5 – Anche in una partita quasi scritta riesce a metterci del suo, negando la rete a una Corea che obiettivamente non l’avrebbe neanche meritata – SUPERBO

VANDEN BORRE voto 6 – Uno dei pochi reduci della “vecchia guardia” belga. Si propone con continuità sulla destra, anche se il gap generazionale è evidente – STOICO

VAN BUYTEN voto 6,5 – Senza Kompany e Vermaelen è lui a guidare la difesa, con la sicurezza di un veterano del suo spessore – LEADER

LOMBAERTS voto 6 – I palloni vaganti al limite dell’area belga sono tutti suoi. Senso della posizione ultra sviluppato, così come l’intesa col compagno di reparto – ATTENTO

VERTONGHEN voto 7 – Attacca senza sosta, dando l’esempio che la fascia al braccio gli impone di conferire. Ha il merito di trovarsi al posto giusto nel momento perfetto, insaccando la rete della vittoria – TRASCINATORE

DEFOUR voto 4 – Chiude un primo tempo nervoso cercando di portarsi a casa uno stinco avversario. L’arbitro non ha dubbi, via sotto la doccia – TESO

DEMBELE voto 6,5 – Unire i kilometri di un maratoneta a delle geometrie degne di nota non è facile, ma lui ci riesce nonostante dovesse correre per due – STRARIPANTE

MERTENS voto 6 – Si divora il gol del vantaggio nei primi minuti di gioco, per il resto è il solito motorino che trasforma un’azione a piacimento da difensiva a offensiva – ALCHIMISTA (dal 60′ ORIGI voto 6,5 – Ha voglia e si vede. Entra con la ferma intenzione di spaccare il Mondo, riuscendoci praticamente subito – DEVASTANTE)

JANUZAJ voto 5 – Cerca di farsi notare, ma non riesce a chiudere una giocata che sia una. Pessimo nell’uno contro uno, e di passarla agli altri non se ne parla – INCONCLUDENTE (dal 60′CHADLI voto 5 – Entra per fare legna, ma il talento non abita a casa sua – IMBALLATO)

MIRALLAS voto 7 – Lotta e corre su tutto il fronte d’attacco. Cerca sempre di proporsi negli spazi, dettando con continuità il passaggio – SCATTISTA (dall’88’HAZARD S.V.)

All. WILMOTS voto 7 – Arrivare al Mondiale da rivelazione annunciata non è facile. Certo, il girone era più che soft, ma 9 punti sono sempre 9 punti – CONFERMATO

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *