Redazione

Mercato Milan, Galliani pronto a trattare il ritorno di Kakà

Mercato Milan, Galliani pronto a trattare il ritorno di Kakà
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 21 GIUGNO- Adriano Galliani, con una schiera di fedelissimi dirigenti, pare stia riaprendo i contatti con “papà-Kakà“. Il padre del centrocampista infatti, è stato uno dei fautori del passaggio di Ricky al Real Madrid e proprio ora potrebbe essere lo stesso che tratterebbe il ritorno al Milan.

Ricardo Kakà, che al Milan è diventato una stella del calcio mondiale, da quando è approdato al Real Madrid pare aver appassito quella verve da campione che lo contraddistingueva nonostante un super-ingaggio, compagni alla sua altezza e tutta una serie di altre situazioni. Poi con Mourinho non è nato quel feeling, già di per sè difficile da conquistare con uno come Josè.

Sfumato il ritorno al Milan l’anno scorso, quest’anno Ricky è stato vicinissimo al Psg, lo è stato negli ultimi mesi e sembra sfumato proprio ora. Infatti si sono aperte due vie suggestive per il brasiliano: una che lo porterebbe in America nella Major League, una che lo vedrebbe di nuovo al Milan appunto.

Fascinosa la seconda, ma quanto realizzabile? Galliani non si è sbilanciato, ma le voci di un avvicinamento al padre del centrocampista sono sempre più insistenti. Kakà al Milan potrebbe ritornare al top e vivere una seconda giovinezza, per uno come lui che comunque giovane lo è ancora.

Di contro però potrebbe risultare anche fallimentare ovviamente. Vale la pena rischiare? I tifosi lo amano nonostante se ne sia andato in quel modo e di natura sono molto aperti ai ritorni al passato. Berlusconi potrebbe regalare questo colpo verso la fine della campagna acquisti, a meno che il Real Madrid da parte sua non lo scarichi subito.

Mourinho infatti è sulle tracce sia di Luca Modric del Tottenham che di Kevin Prince Boateng. Se mai Boateng facesse tentennare Galliani, allora si che Kakà avrebbe ancora più via libera per riapprodare a San Siro da protagonista.

Boateng insomma come chiave di volta per Kakà? Può essere, se si pensa all’approdo in rossonero di Constant, e più in la o della riconferma di Aquilani o di un altro centrocampista. Boateng servirebbe a poco, nonostante sia fortissimo, ma è chiaro che dopo la non-cessione di Thiago Silva si potrebbe valutare l’opportunità di fare cassa. Con Kakà a quel punto, che avrebbe un ingaggio comunque di tutto rispetto, il centrocampo sarebbe bello e formato. Lo stesso Kakà alla fine, se mai dovesse arrivare, sarà solo il frutto di un amore che dura da tanto, un ritorno di fiamma, un regalo presidenziale, un qualcosa insomma che va al di là delle strategie di mercato rossonere.

Gennaro Manolio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *