Matteo Masum
No Comments

Pagelle Argentina-Iran 1-0: lampo di Messi, difesa iraniana (quasi) impenetrabile

L'Iran sfiora il miracolo contro Messi e compagni, ma proprio un gol allo scadere della "Pulce" condanna gli avversari

Pagelle Argentina-Iran 1-0: lampo di Messi, difesa iraniana (quasi) impenetrabile
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Argentina si salva in extremis contro un sorprendente Iran, autore di una prova straordinaria in fase difensiva, condita con qualche contropiede che ha messo i brividi alla nazionale di Sabella. A decidere è stato Lionel Messi, che al 91′ ha insaccato, con un bel sinistro a giro, la sfera alle spalle dell’estremo difensore iraniano.

PRIMO TEMPO – Match dominato dalla nazionale albiceleste, che però, alla fine, ha effettuato solo 4 tiri in porta sui 22 tentati. Nel primo tempo, l’Iran pensa solo a baraccarsi in difesa, sfruttando raramente la velocità dei suoi attaccanti. La prima occasione capita al 13′ sui piedi di Higuain, ma Haghighi è bravo a murare l’attaccante del Napoli. Al 21′, è ancora l’estremo difensore iraniano a salvare i suoi, stavolta mandando in corner un tentativo di Aguero. Tre minuti dopo, di testa, Rojo sfiora l’1-0, ma la sfera termina a lato. Al 37′, su assist di Messi, è Garay a mancare, di poco, lo specchio della porta. L’Iran conquista un paio di corner, e allo scadere sfiora il clamoroso vantaggio, ma il colpo di testa di Hosseini, barvo ad anticipare Fernandez, manca l’incrocio di pochissimo.

SECONDO TEMPO – Partita più spettacolare nella ripresa. Al 60′, si accende Messi, ma il suo tiro a giro accarezza il palo e termina a lato. Al 67′, Dejagah di testa anticipa Zabaleta, ma trova la grande risposta di Romero. Tra 74′ e 75′ doppia chance per l’Argentina. Prima Messi, su punizione, colpisce l’esterno della rete, poi Di Maria costringe Haghighi ad un altro miracolo per salvare i suoi. All’86, l’Iran va vicino al colpaccio, ma Romero è super sul piazzato di Ghoochannejhad. Il pari sembra inevitabile, ma al 91′, Lionel Messi si inventa un tiro a giro che batte Haghighi, regalando all’Argentina la qualificazione.

TOP ARGENTINA

Romero 7 – L’Iran si spinge pochissimo in avanti, specie nel primo tempo, ma quando lo fa, sa essere molto pericoloso. L’ex sampdoriano si esalta prima quando nega la gioia del gol a Degajah, poi, cinque minuti prima della rete di Messi, quando mura Ghoochannejhad, lanciatosi da solo in contropiede.

Di Maria 7 – Il migliore. L’unico a muoversi senza palle, cambiando il passo, offrendo soluzioni ai compagni. Bravo anche quando tenta l’azione personale.

Messi 6,5 – Il gol lo salva da una prestazione opaca. Quando effettua qualche conclusione, è frutto di un lampo improvviso, e non di una presenza costante nelle azioni offensive. La rete, comunque, resta di pregevole fattura

FLOP ARGENTINA

Fernandez 5 – Vero, l’Argentina gioca tutta riversata in avanti, con una linea difensiva altissima, ma il difensore del Napoli viene preso d’infilata ogni volta che gli iraniani mettono il naso nella metà campo albiceleste. Sfiora il gol nel primo tempo.

Higuain 5 – Male. Molto movimento, ma troppo spesso lontano dalle zone calde. Mai pericoloso. Dal 77′ Palacio s.v.

Aguero 4 – Impalpabile. La difesa iraniana lo tiene a bada con relativa facilità, e l’attaccante del City non riesce ad effettuare la giocata decisiva. Dal 77′ Lavezzi s.v.

TOP IRAN

Haghighi 6,5 – L’Argentina centra poco lo specchio della porta, ma il portiere iraniano fa del suo meglio ogni volta che è chiamato in causa. Sul gol di Messi non può nulla.

Hosseini- Sadeghi 7 – Muro umano, con loro due non si passa. Se l’Argentina ha effettuato più di 20 tiri, è grazie alle conclusioni da fuori e ai corner, perché con questa difesa oggi c’era ben poco da fare. Purtroppo per l’Iran, quel poco è bastato.

Dejagah 7 – Gli manca la rete, ma è un moto perpetuo che manda spesso in crisi la retroguardia argentina.

FLOP IRAN

Nessuno flop, tutti ben al di sopra della sufficienza

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *