Simone Viscardi
No Comments

Mondiali Brasile 2014 | Pagelle e voti di Giappone-Grecia 0-0

Uchida moto perpetuo, Katsouranis ingenuo. Poche emozioni e tanto tatticismo tra Giappone e Grecia. Gli asiatici fanno la partita ma non riescono a sfondare, nonostante il rosso al capitano ellenico

Mondiali Brasile 2014 | Pagelle e voti di Giappone-Grecia 0-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pareggio a reti bianche tra Giappone e Grecia nel secondo match del Girone. La squadra di Zac fa la partita e tiene il possesso della palla, ma si rende raramente pericolosa dalle parti di Karnezis. Greci attenti difensivamente nonostante l’inferiorità numerica (espulso Katsouranis).

GIAPPONE

KAWASHIMA voto 6,5 – La Grecia prova a pungere ma lui si fa sempre trovare preparato. Parata capolavoro sull’incornata di Gekas – STUZZICATO

UCHIDA voto 6,5 – Il Giappone ha una delle coppie di terzini più forti del Mondiale. Avanti e indietro sulla corsia di destra senza fermarsi un attimo – PERPETUO

YOSHIDA voto 6 – Partita onesta. I tentativi avversari arrivano solo su contropiede, a difesa schierata è difficile superarlo – SOLIDO

KONNO voto 5,5 – Meno attento del compagno di reparto, anche se non combina disastri irrimediabili – SVAGATO

NAGATOMO voto 6,5 – Vale lo stesso discorso fatto per Huchida. Appoggia sempre l’azione sulla sinistra, mettendo in mezzo palloni che sarebbero stati interessanti con una punta di peso – ACCOMPAGNATORE

YAMAGUCHI voto 5 – Mai nel vivo dell’azione, cerca di presidiare il centro del campo ma finisce con l’essere sovrastato dai più esperti mediani ellenici – TIMIDO

HASEBE voto 5 – Perde qualche pallone sanguinoso, e commette troppi falli. Rischia di lasciare i suoi in 10, e Zac lo lascia giustamente negli spogliatoi all’intervallo – NERVOSO (dal 46′ ENDO voto 6 – I compagni si fidano della sua esperienza, gli lasciano sempre l’impostazione della manovra e tutti i calci piazzati pericolosi. Fiducia ripagata – LEADER)

OKAZAKI voto 5 – Fuori posizione, mai pericoloso, anche nel finale dove servirebbe il suo fiuto del gol – CHI L’HA VISTO

HONDA voto 6 – Prova a mettere un po’ di classe nelle azioni nipponiche, ma con quella lentezza e a difesa schierata è dura fare male. Avrebbe qualche chance da fermo, ma le consegna tutte ai piedi di Endo – MOVIOLA

OKUBO voto 5,5 – Spreca l’unica vera palla-gol della partita, arrivando in riserva di lucidità sull’assist di Uchida – GENEROSO

OSAKO voto 6 – Nel primo tempo è l’unico giapponese a provarci, anche se i suoi tiri da fuori non impegnano esageratamente l’estremo difensore avversario. Cala col passare dei minuti – DISCESA (dal 57′KAGAWA voto 6 – Mette più talento nelle giocate dei suoi, ma non riesce a dare il cambio di ritmo tanto atteso – COINVOLTO)

All. ZACCHERONI voto 5,5 – I suoi uomini sono ordinati e generosi, ma mancano della scintilla che consenta di mettere in difficoltà la Grecia. Tenere palla per 90 minuti è inutile se poi non si salta mai l’uomo – PIATTO

GRECIA

Torosidis, difensore della Roma e terzino della Grecia

Torosidis, difensore della Roma e terzino della Grecia

KARNEZIS voto 6 – Attento sulle conclusioni da fuori e puntuale nelle uscite, il mix giusto per infondere sicurezza a una squadra in inferiorità numerica – CORAGGIOSO

TOROSIDIS voto 6 – Nagatomo è più che fastidioso da quella parte, ma lui tiene botta senza mai essere travolto. Pericoloso in fase offensiva, ma Kawashima gli nega la gioia del gol – PUNGENTE

MANOLAS voto 6 – Sulle palle aeree è insuperabile, e fare peggio di un compagno di reparto come Papastathopolous è difficile – IMPERIOSO

PAPASTATHOPOULOUS voto 5 – Prova a regalare il gol agli asiatici con un errore madornale nell’area piccola. Per sua fortuna Uchida non inquadra la porta, altrimenti sarebbero stati dolori – MALDESTRO

CHOLEVAS voto 6,5 – Nel primo tempo spinge con gran continuità, riuscendo a creare qualche occasione pericolosa. Dietro soffre il giusto la verve di Uchida – ARREMBANTE

MANIATIS voto 6 – Prova a rendere meno percepibile l’assenza di un uomo in mezzo sia con le buone che (più spesso) con le cattive – MASTINO

KATSOURANIS voto 4 – Nel Mondiale delle espulsioni inspiegabili mette la firma anche il capitano ellenico. Due gialli in una manciata di minuti, e una Coppa del Mondo probabilmente già finita – INGENUO

FETFATZIDIS voto 5 – Sacrificarsi in fase difensiva non fa parte del suo DNA. Non riesce mai ad accendersi, venendo giustamente sostituito – ANONIMO (dal 41′ KARAGOUNIS voto 6 – Esperienza e malizia com se piovesse. I compagni si aggrappano a lui nei momenti duri, e l’ex interista si dimostra porto sicuro – NAVIGATO)

KONE voto 6 – Si sfianca per sdoppiarsi sulla fascia destra. Nella ripresa non riesce mai a inserirsi in attacco, ma insegue Nagatomo anche quando va in panchina a dissetarsi – MARATONETA (dall’81’ SALPINGIDIS S.V.)

SAMARAS voto 6 – Al netto di qualche ingenuità difensiva è tra i migliori dei suoi. Grande abnegazione difensiva, dimostrando di meritare la fascia ereditata da Katsouranis – LOTTATORE

MITROGLOU voto 6 – La sua partita dura solo una mezzoretta, ma in quei pochi minuti dimostra di poter essere pericoloso – INTERROTTO (dal 36′GEKAS voto 5 – Un occasione da calcio d’angolo e poco altro. Dinamismo molto vicino allo zero, è il fantasma della splendida punta che era – TRAMONTATO)

All.SANTOS voto 6 – Bravissimo a ridisegnare la squadra dopo l’espulsione. Ci si aspettava un’imbarcata, invece la Grecia è squadra molto ben organizzata, e il merito non può che essere suo – STRATEGA

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *