Enrico Steidler
No Comments

Premier League, si riparte il 16 agosto. Ecco il calendario completo

Il massimo campionato inglese entra subito nel vivo con due derby di Londra, l’infuocato West Ham-Tottenham e Arsenal-Crystal Palace. Difficile trasferta per i campioni d'Inghilterra del Manchester City sul campo del Newcastle. Il Chelsea fa visita al neopromosso Burnley, il Liverpool ospita il Southampton

Premier League, si riparte il 16 agosto. Ecco il calendario completo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Premier League: Manchester City campione d'Inghilterra

Premier League: Manchester City campione d’Inghilterra

Dopo una delle stagioni più belle e appassionanti della storia del calcio inglese, la Premier League (nata nel 1992 dopo lo scisma dalla Football League delle 22 squadre della vecchia First Division e giunta alla 23.ma edizione) ha già pubblicato sul suo sito ufficiale il calendario del prossimo campionato, che prenderà il via sabato 16 agosto e si concluderà il 24 maggio 2015. La prima giornata propone subito alcuni match tutti da seguire, fra cui spiccano l’insidiosa trasferta dei campioni d’Inghilterra del Manchester City nella tana del Newcastle di Alan Pardew e due stracittadine londinesi, quella, accesissima, fra gli imprevedibili Hammers e il Tottenham del nuovo tecnico Mauricio Pochettino – l’anno scorso alla guida del Southampton – e quella un po’ più friendly fra l’Arsenal dell’inossidabile Wenger e i rossoblu del Crystal Palace.

Abbordabile, ma non troppo, l’esordio dei Blues del mago Mou-dini sul campo della matricola Burnley (che l’anno scorso si è classificato secondo in Championship, l’equivalente della nostra Serie B, alle spalle del dominatore Leicester), mentre appare decisamente meno agevole il debutto del Liverpool, impegnato fra le mura amiche contro l’agguerrito Southampton di Lallana & Co. Impegni casalinghi anche per le altre neopromosse (il Leicester ospita l’Everton e il QPR attende la visita dell’Hull) e per il Manchester United, che a Stamford Bridge sfida i gallesi dello Swansea. C’è grande attesa, naturalmente, per la “prima” del guru Louis van Gaal, che accorrerà al capezzale dei Red Devils – fuori dalle coppe e reduci da una stagione a dir poco deludente – non appena si concluderà la sua avventura brasiliana sulla panchina della nazionale olandese. Promettono scintille, infine, anche due match che sanno già di scontro diretto nella lotta per non retrocedere: Stoke City – Aston Villa e West Bromwich – Sunderland.

Ecco, nel dettaglio, il programma della prima giornata:

Arsenal – Crystal Palace
Burnley – Chelsea
Leicester – Everton
Liverpool – Southampton
Manchester United – Swansea
Newcastle – Manchester City
Queens Park Rangers – Hull
Stoke City – Aston Villa
West Bromwich – Sunderland
West Ham – Tottenham

Per il calendario completo clicca qui.

PARTENZA IN SALITA PER I PIU’ FORTI (MA UN PO’ MENO PER I BLUES) – Pronti, via, e per il Manchester City la strada si fa subito dura. Dopo il debutto sul campo del Newcastle, infatti, gli uomini di Pellegrini affronteranno Liverpool e Stoke City in casa, l’Arsenal a Londra e il Chelsea di nuovo all’Etihad. In pratica, se la vedranno con la seconda, la terza e la quarta in classifica dello scorso campionato nelle prime 5 giornate. Partire con il piede giusto, quindi, non sarà facilissimo. Non lo sarà, d’altra parte, neppure per il Liverpool di Gerrardo Cuor di Leone (dopo il match dell’Anfield contro il Southampton i Reds avranno subito due trasferte di fuoco, City e Tottenham), mentre il Chelsea avrà la possibilità di “carburare” con due matricole – Burnley e Leicester – prima del big match in casa dell’Everton. Partenza impegnativa, infine, anche per l’Arsenal, atteso da tre trasferte nelle prime cinque giornate e dalla sfida dell’Emirates contro il City campione in carica.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *