Walter Molino
No Comments

Pagelle Germania-Portogallo 4-0: Ronaldo fa indigestione di Muller

La tripletta di Müller e il gol di testa di Hummels firmano la prima vittoria tedesca di questo Mondiale. Male Ronaldo

Pagelle Germania-Portogallo 4-0: Ronaldo fa indigestione di Muller
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Germania: Mats Hummels, autore del 2-0

Germania: Mats Hummels, autore del 2-0

L’esordio della Germania non poteva essere migliore. La corazzata di Joachim Loew ha dimostrato tutte le sue qualità umiliando il Portogallo per 4-0. Mattatore assoluto dell’incontro Thomas Müller che ha siglato una tripletta e diventa quindi il capocannoniere di quest’edizione per il momento. L’altro goal è siglato da Hummels. Cristiano Ronaldo ha potuto fare ben poco, ma è un Ronaldo lontano da quello del Real. Partita fortemente compromessa dall’espulsione di Pepe al 37′ del primo tempo. Se la Germania era superiore 11 contro 11, figuriamoci 11 contro 10. Germania probabilmente candidata numero uno alla vittoria del mondiale dopo questa immensa prestazione.

PAGELLE GERMANIA:

NEUER 6 – Il suo debutto in Brasile è praticamente inoperoso. Il Portogallo non ha praticamente mai tirato nello specchio della porta e non ha mai impensierito il portiere del Bayern Monaco. Partita dominata dalla Germania, il mondiale di Neuer non è quindi iniziato oggi.

BOATENG 6.5 – Solidità importante per Boateng, che oggi ha visto il suo compito facilitato dalla serataccia di Coentrão. In difesa mette sempre la pezza al momento giusto.

MERTESACKER 7 – La tecnica e la classe non saranno il suo marchio di fabbrica, ma pur spazzando la palla quando serve e giocando in maniera rude, lascia tranquillissimi i suoi compagni. Ribadiamo la negativa prestazione dell’attacco Portoghese che ha reso facili i compiti della linea difensiva tedesca.

HUMMELS 7+ – Solita solidità difensiva per il centrale del Borussia Dortmund, che fa una grande coppia con il compagno Mertesacker. Oltre a compiere bene il suo ruolo nella propria metà campo, è un temibilissimo saltatore sui calci piazzati. Infatti in occasione di un calcio d’angolo ha messo a segno il 2-0 cominciando a spegnere le speranze portoghesi di rimontare la partita. Pilastro imprescindibile di questa squadra.

HÖWEDES 6+ –Occupa la fascia sinistra e avrebbe dovuto fermare le avanzate di João Pereira. Ma il giocatore del Valencia sembrava non volergli fare male più di tanto.

KROOS 7+ – Forse uno dei giocatori meno discussi di questa Germania, ma sicuramente la sua qualità e il suo modo di giocare sono degni di nota. Sventaglia palla a destra e a sinistra come vuole mettendola proprio nei piedi dei suoi compagni. Non sarà un asso negli inserimenti, ma in questa Germania non ce n’è proprio bisogno.

LAHM 6.5 – Lo storico terzino tedesco si adatta anche a centrocampista centrale, con buoni risultati. Giocatori versatiliti e di esperienza come lui sono la fortuna di qualsiasi allenatore. Pur senza Schweinsteiger la mediana tedesca risulta ben solida.

KHEDIRA 6.5 – Il centrocampista del Real Madrid fa il suo solito lavoro di interdizione, anche se questa sera c’è ben poco da interdire. Alla qualità di questo centrocampo si aggiunge la sua sostanza, per un mix davvero importante.

ÖZIL 6.5 – Si mangia almeno un’occasione clamorosa per il 4-0, ma è comunque sempre presente lì davanti. È uno degli uomini fondamentali per l’allenatore tedesco. Riesce a trovare la giocata giusta e mettere in difficoltà la retroguardia avversaria. Può fare di meglio ed incidere di più nelle prossime partite oltre a gestire il pallone sulla trequarti avversaria.

SCHÜRRLE 6.5 – Entra a mezz’ora dalla fine e dimostra quanto è incisivo e capace di inserirsi anche a partita in corso. Prima in un contropiede lancia a tu per tu con Rui Patrício Goetze che però imperdonabilmente sbaglia. Successivamente da un suo tiro mal deviato dal portiere lusitano, Müller firma l’hat-trick. Degna riserva di questa Germania.

MÜLLER 8.5 (IL MIGLIORE) – Difficile etichettare questo giocatore. Attaccante? Falso nueve? Trequartista? Non importa, segnate tre sul tabellino e Portoghesi a casa. Müller è l’emblema del calcio moderno. Klose non ha potuto prendere parte alla partita per colpa di problemi tecnici, poco male. Davanti c’è Thomas Müller. Giocatore totale. Sempre presente al posto giusto al momento giusto. La palla sembra attratta dai suoi piedi, e quando la tocca va automaticamente in porta. Ai mondiali in Sudafrica ha fatto il capocannoniere con 5 reti. Quest’anno dopo solo una partita ha 3 goal e tanto margine di continuare a bucare le difese avversarie con il suo opportunismo e senso della posizione. Il calciatore che tutti vorrebbero. Strepitoso.

GÖTZE 6.5 – A completare l’attacco tedesco, Goetze fa anche lui il suo compito. Come Oezil sbaglia qualche goal fatto, ma la Germania non potrà di certo vincere tutte le partite 10-0, un minimo di decenza ci vuole. In ogni caso quando prende palla sulla fascia Pereira ha gli incubi, e lo salta sistematicamente.

PAGELLE PORTOGALLO:

PATRÍCIO 4.5 – Serata davvero problematica, e non solo per i 4 goal incassati. Sullo 0-0 rinvia maldestramente una palla sulla propria trequarti che per sua fortuna capita sui piedi non proprio educati di Khedira che a porta vuota non riesce ad aprire le marcature. Poi ancora responsabilità per lui sul quarto goal di Müller. Il portiere portoghese respinge il tiro di Schürrle proprio sui piedi del centravanti tedesco che non sa fare altro che segnare.

ALMEIDA, R. COSTA 5 – Entrano nel secondo tempo, ma la loro squadra è già bella che affondata.

J. PEREIRA 4.5 – Mette subito la partita in salita per i suoi compagni con il fallo da rigore su Goetze. Posizione errata rimediata con il fallo, che gli sarebbe potuto costare l’espulsione, solo giallo per lui. Sulla fascia non attacca praticamente mai e subisce immensamente gli avversari da rivedere.

B. ALVES  5 – Dopo mezz’ora perde il compagno di reparto Pepe e cerca di arrancare come può.

PEPE 4.5 – Fino al secondo goal tedesco, in cui si perde palesamente Hummels che insacca indisturbato in area di rigore, la sua prestazione era stata abbastanza positiva. Il difensore del Real Madrid infatti ha spazzato tutti i palloni possibili. Poi il blackout. Il ko definitivo alla partita arriva al 37esimo del primo tempo, quando controllando una palla in difesa prima dà una manata a Müller che va a terra, facendo un po’ di scena. Poi non contento Pepe gli va vicino e si avvicina troppo pericolosamente, dando al tedesco una mezza testata. La somma di tutto l’episodio gli vale un cartellino rosso che lascia i suoi già in estrema difficoltà in dieci uomini.

F. COENTRÃO 5 -Esce al 64 del secondo tempo per un brutto infortunio che probabilmente rischia di fargli saltare il resto del mondiale. Sulla sua fascia comunque riesce poco a spingere, e non dà il contributo sperato. Posizione molto arretrata e partita difficile anche per il giocatore del Real Madrid.

M. VELOSO 5.5 – Uno dei pochi centrocampisti del Portogallo che nel primo tempo cerca di entrare nelle azioni e fare il regista, ma è un compito davvero difficile. Al di là dello strapotere tedesco a centrocampo la distanza tra retroguardia lusitana e centrocampo era sempre elevata, costringendo ai difensori ad impostare. È necessario che a turno uno tra lui e J. Moutinho si abbassino per impostare l’azione e dare più qualità alla linea mediana degli uomini di Paulo Bento.

J. MOUTINHO 4.5 – Uno dei peggiori del centrocampo portoghese. Non tocca mai il pallone, e quando lo fa è estremamente lezioso o scolastico. Sembra non sapere mai cosa fare del pallone e senza idee. Sulla carta questa linea mediana non sembra così al di sotto delle aspettative, eppure stasera ha ampiamente deluso.

R. MEIRELES 5 – Anche lui molto in difficoltà, dopo l’espulsione di Pepe, viene schierato fino alla fine del primo tempo centrale di difesa aiutando B.Alves. Impalpabile per il resto.

NANI 5.5 – Probabilmente è quello che ci prova di più con dribbling e conclusioni non proprio perfetti, anzi. Ma lì davanti manca probabilmente l’appoggio di un attaccante che permetta a lui e a Ronaldo di giocare di sponda o comunque di avere la consapevolezza di poter contare su un altro elemento. Toglie incredibilmente un pallone a Coentrão nel secondo tempo sotto porta che poteva valere il goal della bandiera.

H. ALMEIDA 5 – Dopo 27 minuti un problema fisico lo obbliga a dare forfait, dando spazio a Éder. Gli capita solamente un’occasione sui suoi piedi, provvidenzialmente assistito a Ronaldo, ma Almeida si defila e il suo tiro è troppo debole. Non è sembrato comunque l’attacacante di peso di cui il Portogallo aveva bisogno.

ÉDER 5.5 – L’attaccante del Braga si muove molto e lotta su tutti i palloni, neanche lui però sembra essere all’altezza del ruolo di centravanti di questa squadra.

C. RONALDO 4.5 – Difficile valutare la prestazione di un fuoriclasse come lui in queste partite. Ma il giudizio è assolutamente meno che insufficiente. Nel primo tempo già in parità numerica, non sembrava avere le idee né i numeri giusti per poter impensierire la Germania. Non abbiamo visto nessuno dei suoi colpi tipici, né una accelerazione dell sue. Nel secondo tempo a partita ampiamente finita, lo si vede solo per qualche punizione, la maggior parte delle quali tutte sbagliate, tranne l’ultima che ha costretto Neuer all’unica parata della sua partita. Le speranze per il Portogallo non finiscono qua, ma nelle prossime due partite contro USA e Ghana ci sarà bisogno del miglior C. Ronaldo per andare agli ottavi, specialmente se consideriamo la qualità generale e il peso offensivo della squadra che oggettivamente basso.

Walter Molino (@matchbeth)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *