Jacopo Rosin
No Comments

Xavi ha deciso: giocherà in Qatar

Il 34enne capitano del Barcellona avrebbe trovato l'accordo per lasciare il Camp Nou e trasferirsi all'Al Saad

Xavi ha deciso: giocherà in Qatar
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo David Villa, anche Xavi Hernandez potrebbe lasciare l’Europa per chiudere la carriera in mezzo ai dollari. Stavolta però non si parla di Stati Uniti e MLS, ma di Qatar e sceicchi, petrolio e soldi a palate. Secondo beIN Sports – emittente molto vicina agli sceicchiil 34enne regista della nazionale spagnola avrebbe accettato la proposta dei qatarioti dell’Al Sadd.

I RETROSCENA – Xavi avrebbe deciso di lasciare il Barcellona dopo un colloquio con Luis Enrique: il nuovo tecnico del Barça vorrebbe infatti costruire un centrocampo tutto nuovo, che sta già prendendo forma dopo la cessione di Fabregas al Chelsea e l’arrivo già annunciato di Rakitic, fresco vincitore dell’Europa League. L’indiscrezione è apparsa anche sulle pagine del Mundo Deportivo che svela come la trattativa tra il club qatariota e il genio catalano fosse già iniziata da qualche settimana, ma che avrebbe effettivamente spiccato il volo con il nuovo progetto tecnico guidato da Luis Enrique. Stando a ciò che riporta beIN Sports, Xavi firmerà un contratto di tre anni da 8,3 milioni a stagione più bonus. L’Al Saad dovrà inoltre sedersi al tavolo delle trattative con i dirigenti del Barça, dato che il giocatore è legato al club catalano fino al 2016 e dovranno quindi essere trovate le cifre per il costo del cartellino.

xavi hernandez barcellona

Xavi Hernandez, già capitano nella cantera del Barça

IL FUTURO BLAUGRANA – Rinunciare a Xavi potrebe essere considerato come un vero e proprio inizio di una nuova era per l’ambiente blaugrana, non solo perchè, dopo il ritiro di Pujol, Xavi rappresenta il Barcellonismo come forse nessun altro – quasi 1000 presenze tra giovanili, Barça B e prima squadra – ma anche perchè lo stile di gioco che ha reso il Barcellona una delle formazioni più vincenti e spettacolari dell’ultimo decennio si fondava in modo imprescindibile proprio sulle qualità e caratteristiche di Xavi. Inoltre una sua cessione darebbe un grosso strattone all’immagine del Barcellona che vince con i suoi giovani: gli ex canterani sono sempre di meno, rimpiazzati nell’undici titolare da giocatori esterni all’ambiente blaugrana (Victor Valdes-Ter Stegen, Xavi-Rakitic, Pedro-Neymar), altro segnale della possibile fine di un’era. Trasferirsi in Qatar sarebbe un bel salto per Xavi. Il capitano blaugrana, che fino a ieri si trovava ad impostare a centrocampo al fianco di Iniesta mandando in porta Lionel Messi, ora potrebbe doversi “accontentare” di duettare con Talal Al-Bloushi e imbeccare in area Hassan Al Haidos – ovviamente con tutto il rispetto per i due nazionali qatarioti – ma probabilmente per 8,3 milioni a stagione – più bonus – ci si accontenta anche più facilmente. Intanto potrà chiaccherare in spagnolo con il redivivo Raúl González Blanco, all’Al Saad da due anni: almeno fuori dal campo la lingua sarà la stessa.

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *