Redazione
No Comments

Forza Prandelli e l’Italia dei democristiani. Tutti sul carro dei vincitori

In fondo siamo democristiani nell'animo e in tempi di mondiali la nostra cultura del 'volemosi bene' riaffiora come gli occhiali improbabili di Marzocchi

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Cesare Prandelli, Ct dell'Italia.

Cesare Prandelli, Ct dell’Italia.

Sono tutti saliti sul carro dei vincitori come al termine dello spoglio elettorale di un comune del Marchesato. ‘Forza Prandelli‘ ha smentito le proiezioni della vigilia, che davano l’Italia per spacciata dopo l’amichevole contro il Lussemburgo. Il tecnico di Orzinuovi ha indossato i panni del premier Renzi, esaltato da tutti i correntoni del calcio nostrano. In fondo siamo democristiani nell’animo e in tempi di mondiali la nostra cultura del volemosi bene riaffiora come gli occhiali improbabili di Marzocchi.

NON E’ TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA – Caro Prandelli, abbiamo sconfitto l’Inghilterra piu’ debole della storia, che senza la naturalizzazione del vari Sturridge e Sterling sarebbe rimasta al fresco dell’estate britannica. Caro Prandelli, abbiamo sconfitto l’Inghilterra guidata da un tecnico tanto gentiluomo quanto dannatamente scarso. Ma sui social e nel delirio della Rete sembra che Candreva sia Garrincha e Pirlo la reincarnazione di Maradona. Populismo e enfasi, che raggiungono l’acme sul tormentone inerente al buco dell’ozono presente sulla cabeza de Paletta. L’italo argentino, gioiello del fantacalcio, si e’ rivelato impreparato ad un palcoscenico internazionale come Brasile 2014, e per molte notti sognerà i dribbling dei due young black dell’Inghilterra. ‘Aridetaci’ Bonucci please…

A far compagnia allo stempiato piu’ cool del momento un Chiellini impresentabile, che nonostante la buona volonta’ ha dimostrato tutti i suoi limiti in una posizione non consona alle sue caratteristiche. Per andare avanti nella rassegna iridata serve altro e la coppia Paletta-Chiellini fa rabbrividire. L’Italia balla in difesa come una danzatrice del ventre in calore, Sirigu si e’ rivelato un portiere dalla scarsa personalita’ (al di la’ delle lacrime commoventi, a Manaus ha dimostrato come sia impreparato psicológicamente a tensioni forti come un’esordio al Mondiale), pertanto Prandelli dovra’ porre al piu’ presto una pezza per evitarci figuracce quando ci troveremo contro avversari di caratura maggiore.

Eppure ieri, nel post partita, sembrava tutto rose e fiori, ma a mente lucida non possiamo ritenerci soddisfatti di quest’Italia. Il mondiale e’ solo all’inizio, il caldo e l’umidità la faranno da padroni nella speranza che Prandelli non becchi un’ulteriore insolazione.

@MassiRiverso

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *