Kevin Brunetti
No Comments

Australia-Olanda 2-3: Depay fa volare gli Orange agli ottavi

L'Olanda vince una partita spettacolare e divertentissima che l'ha vista andare in vantaggio e poi venire rimontata prima del gol decisivo di Depay

Australia-Olanda 2-3: Depay fa volare gli Orange agli ottavi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Olanda vince ancora, ma questa volta fa una fatica tremenda a piegare quella che sulla carta doveva essere la squadra materasso del girone. Dopo un primo quarto d’ora con le due squadre molto bloccate, il gol di Robben inizia lo show al 19esimo minuto. Neanche il tempo di ricominciare da centrocampo che un cross al bacio viene trasformato in gol da Tim Cahill che con un magnifico tiro al volo fa traversa gol riportando il match in equilibrio. Sul finale di primo tempo è lo stesso Cahill a fare un fallo stupido che vede Martins Indi avere la peggio visto che il difensore olandese cade sul collo e viene portato via in barella dai medici e lascia spazio a Depay.

Ed è proprio Depay a dare la svolta al match con la sua pressione costante sulla corsia sinistra, prima però l’Olanda finisce addirittura in svantaggio a causa di un calcio di rigore abbastanza rivedibile visto che il contatto con il braccio di Janmaat c’è però il difensore era molto vicino a Bozanic al momento del cross, il capitano Jedinak insacca e l’Olanda si trova a dover rimontare. E Van Persie non se lo fa dire due volte, dopo soli tre minuti è Depay a servirlo in area di rigore con la difesa dei socceroos che si addormenta e lo lascia clamorosamente libero di calciare verso la porta per il gol del pareggio. Gli arancioni però vogliono chiudere (o quasi) il discorso qualificazione e continuano ad attaccare e proprio con Depay trovano il gol vittoria, l’esterno olandese calcia dal limite dell’area e grazie al brutto intervento del portiere australiano Ryan, la palla si insacca regalando i 3 punti agli uomini di Van Gaal.

Ora l’Olanda si metterà in poltrona per godersi lo scontro alla morte fra Spagna e Cile con i Campioni del Mondo che sono obbligati a vincere per non trovarsi a un passo dalla clamorosa eliminazione ai gironi come successe agli azzurri 4 anni fa quando uscirono nella prima fase da campioni del mondo in carica.


93′: è FINITA! L’OLANDA SBANCA L’ESTADIO BEIRA-RIO e vola a 6 punti nel girone B dopo una gara tiratissima

92′: Lens in contropiede riesce a entrare in area e calcia verso la porte di Ryan che respinge, poi la difesa spazza

90′: sono tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro

87′: Esce Robin Van Persie che non ne ha più dopo un’altra buona prova che lo ha visto segnare il terzo gol in due gare, al suo posto Lens

83′: L’Olanda prova a premere nella loro trequarti gli australini con l’obiettivo di far passare preziosi secondi

80′: Leckie di nuovo a terra stavolta al limite dell’area ed il contatto c’è. Jedinak sul punto di battuta non riesce a impensierire gli olandesi

77′: Leckie entra in area di rigore e va a contatto con Janmaat, l’austriano cade a terra ma le immagini mostrano chiaramente che ha accentuato il contatto. L’arbitro giustamente non fischia rigore

75′: Tiro al volo di De Jong che però colpisce la palla in maniera sporca e non crea pericoli

73′: Robben prova a calciare in porta su punizione da 25 metri ma la palla è facile per il portiere

69′: dopo 69 minuti finisce la partita e probabilmente il mondiale di Tim Cahill che si è reso protagonista di un ottima partita però macchiata dal giusto cartellino giallo inflittogli dopo il fallo su Martins Indi. Al suo posto Halloran

68′: MEMPHIS DEPAYYYYYYY! CHE IMPATTO DALLA PANCHINA! 3-2 dell’Olanda grazie all’erroraccio del portiere Ryan che non capisce la traiettoria e riesce solo a toccare la palla senza spazzarla. L’Olanda torna avanti

65′: Depay arriva sul fondo e prova a servire Snejider ma purtroppo per lui la palla era già uscita, rimessa dal fondo per i socceroos

63′: sono 42877 i tifosi sugli spalti oggi pomeriggio

61′: grande lavoro di Cahill che da leader va a prendersi la palla a metà campo per far salire i suoi, serve sulla sinistra il compagno con Janmaat che abbatte l’avversario e l’arbitro fischia punizione

57′: ROBIN VAN PERSIEEEEEEEEE! IL PARI DELL’OLANDA, è UNA SUPER PARTITA, Depay recupera palla sulla trequarti avversaria serve a Van Persie abbandonato in area di rigore e per lui è troppo facile battere il portiere

56′: e ancora l’Australia pericolosa, McKay crossa per Cahill ma de Vrij anticipa buttando in corner. Olanda alle corde

54′: JEDINAKKKKKKKKKKKK! 2-1 AUSTRALIA! il capitano della squadra spiazza Cillessen incrociando ottimamente il tiro. A sorpresa sono avanti gli australiani

54′: RIGORE AUSTRALIA! il neo entrato Bozanic entra in area di rigore tenta il cross che viene colpito dal braccio di Janmaat. L’olandese aumenta il volume del corpo la era molto vicino all’avversario. 

52′: finisce la partita di Mark Bresciano che lascia spazio a Bozanic

50′: percussione dalla sinistra di Depay, il neoentrato arriva al limite dell’area poi scarica su Snejider che tira da fuori ma Ryan c’è

48′: momento di svolta del match, Van Persie commette fallo colpendo un avversario con una gomitata e viene ammonito, questo gli farà perdere il prossimo match contro il Cile

45′: le squadre sono rientrate in campo e ora si può ripartire dopo i gol di Robben e Cahill del primo tempo

LIVE SECONDO TEMPO

45+2′: Finisce il primo tempo, poco prima è entrato Memphis Depay ed esce Martins Indi che è caduto sul collo e non è riuscito a continuare il match

44′ – Martins Indi ha subito il colpo e viene portato fuori in barella, vedremo se riuscirà a rientrare in campo ma sembra difficile

43′ – Ammonito Tim Cahill che abbatte di nuovo Martins Indi come a inizio partita, dopo il giallo col Cile questo è il secondo e quindi il 4 australiano salterà il match contro la Spagna

40′ – Davidson lancia lunghissimo per la corsa di Oar che arriva in area ma il portiere Cillessen esce in presa sicura e lo anticipa

36′ – Grande difficoltà nella costruzione di gioco da parte dell’Olanda, gli australiani raddoppiano su ogni pallone e gli Oranje non riescono ad affacciarsi concretamente nella zona del portiere Ryan

32′ – punizione da 45 metri per l’Australia, la palla finisce a Spiranovic che la colpisce verso la porta ma il tiro è troppo debole e Cillessen la blocca

30′ – Ancora Leckie! arriva sempre dalla destra, si libera del marcatore e butta in mezzo il pallone ancora per Bresciano che calcia a botta sicura ma la tira sopra la traversa

27′ – Leckie continua a essere una spina nel fianco di Martins Indi che non riesce a tenerlo in velocità e per bloccare l’australiano ha sempre bisogno del raddoppio di Vlaar

25′ – Corner per l’Olanda stacca Vlaar ma colpisce male e la palla finisce sul fondo

20′ – CAHILLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL! EUROGOL INCREDIBILE! CLAMOROSO 1-1 , Lancio dalla destra per il 4 dell’Australia che si coordina al volo e spara una bomba che colpisce la traversa e buca Cillessen

19′- ARJEEEEEEN ROBBEN! VANTAGGIO OLANDA! il numero 11 del Bayern ruba palla a metà campo e scappa via fino all’area di rigore bruciando la difesa, entra in area e calcia battendo Ryan. 1-0 Olanda

18′ – punizione dalla destra di Robben che butta in area una palla tagliata e rapida per Van Persie che impatta il pallone di testa ma il portiere neutralizza senza problemi

16′ – Grande percussione di Leckie sulla fascia destra, il giocatore arriva al limite dell’area e decide di servire la corrente Bresciano che calcia in porta, il tiro viene deviato e finisce in corner

13′ – L’Australia continua nel suo pressing alto che mette in difficoltà la formazione di Van Gaal anche se non sono ancora riusciti a impensierire Cillessen

10′ – De Guzman mette in difficoltà il suo portiere con un brutto retropassaggio che lo costringe frettolosamente a spazzare

9′ – McGowan abbatte Blind che lo aveva anticipato in velocità, buon inizio del terzino olandese che si procura il fallo

6′ – L’Olanda in queste prime fasi lascia campo agli oceanici e prova a pungere in contropiede con la velocità dei suoi esterni

3′ – Martins Indi prova un lungo lancio verso Robben che si perde nelle mani del portiere, ma nel calciare viene colpito da un avversario e si rialza a fatica

2′ – L’Australia prova subito a servire con un cross dalla sinistra il suo uomo più pericoloso cioè Cahill, fortissimo di testa

1′ – Partiti! l’arbitro algerino Haimoudi ha dato l’inizio alle ostilità

LIVE PRIMO TEMPO: 

17.55: Dopo i problemi della prima gara, stavolta l’impianto acustico funziona e il primo inno intonato è quello dell’Australia

17.51: Le squadre stanno uscendo dal tunnel

FORMAZIONI UFFICIALI:

AUSTRALIA (4-2-3-1) – Ryan, Davidson, Cahill, Spiranovic, Leckie, Oar, Jedniak, (c), McKay, McGowan, Wilkinson, Bresciano

OLANDA (3-4-1-2) – Cillessen, Vlaar, De Vrij, Martins Indi, Blind, De Jong, De Guzman, Janmaat, Sneijder, Robben, Van Persie (c),


L’Olanda arriva dallo strepitoso esordio contro la Spagna, esordio dal risultato che ha sorpreso il mondo intero e che sicuramente lancerà ancora di più gli Oranje nella sfida contro l’Australia. Australia che invece arriva dalla sconfitta per 3-1 contro il Cile e che dovrà per forza fare risultato per avere una speranza di proseguire la sua avventura mondiale.

LA GARA – Per quanto riguarda l’Olanda sembra difficile che Van Gaal possa affettuare cambiamenti dopo un esordio del genere, l’unica differenza nella formazione potrebbe essere Lens. Il tecnico degli Oranje infatti potrebbe decidere di passare dal 5-3-2 al 4-3-3 scalando leggermente Janmaat in posizione di terzino destro e utilizzando Martins Indi a sinistra, a centrocampo potrebbe perdere il osto Jonathan de Guzman che farebbe spazio a Lens. Centrocampo che quindi potrebbe essere composto da Blind e De Jong che dovrebbero avere compiti prettamente difensivi e Sneijder che dovrebbe fungere tra collegamento tra centrocampo e attacco. In attacco quasi tutto rimarebbe invariato con Van Persie punta con Robben e Lens che agirebbero rispettivamente alla sua destra e alla sua sinistra. Nonostante la sconfitta anche l’Australia non dovrebbe apportare grossi cambiamenti, l’unico cambio probabile infatti è nel ruolo di terzino destro dove Franjic dovrebbe far spazio a McGowan. Australia quindi che continuerà ad affidarsi al 4-2-3-1 con il trio Bresciano-Oar-Leckie a supporto dell’unica punta Tim Cahill. Il pronostico sembra scontato, ma al Mondiale, come ha dimostrato il Brasile ieri sera, nessuna partita è semplice e l’Olanda dovrà dare il 110% per battere l’Australia.

QUOTE SCOMMESSE – Secondo i bookmakers Snai l’esito della sfida sembra quasi già stabilito, la vittoria della squadra di Van Gaal infatti è quotato 1,18 contro l’altissima quota di 16 assegnata all’Australia. Se non credete in una clamorosa vittoria dell’Australia però vi segnaliamo la quota di 2,20 assegnata all’Over 3,5 e l’X primo tempo quotato 2,90.

PROBABILI FORMAZIONI:

Australia: (4-2-3-1) – Ryan; McGowan, Wilkinson, Spiranovic, Davidson; Miligan, Jedinak; Bresciano, Leckie, Oar; Cahill.

Olanda: (4-3-3) – Cillesen; Janmaat, Vlaar, De Vrij, Martins Indi; De Jong, Blind, Snejder; Robben, Lens, Van Persie.

RADIODIRETTA AUSTRALIA-OLANDA E SPAGNA-CILE – Torna questo pomeriggio alle 18 l’esclusiva radiocronaca di SportCafe24 per il match fra Olanda ed Australia. Collegamento in streaming a partire dalle 17.50 con gli orange che proveranno a chiudere il discorso qualificazione: la commenteremo per voi su SportCafe24 e dal canale tematico di Youtube RadioSportCafe24. Potrete interagire con noi dalle fanpage di Facebook e Twitter all’hastag #askSportCafe24.

Alle 21 non mancheremo l’appuntamento con la Spagna opposta al Cile: per le furie rosse è una sfida da dentro o fuori! Collegamento dalle 20.50!

La radiocronaca di Australia-Olanda e Spagna-Cile è solo su SportCafe24!

Kevin Brunetti (@Kevinbrunetti).  Live a partire dalle ore 18 a cura di Alex Rivolta

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *