Matteo De Angelis
No Comments

Argentina-Bosnia 2-1: la zampata di Messi piega la Bosnia

L'Argentina vince al suo debutto mondiale grazie alla rete decisiva di Leo Messi che riscatta una partita deludente

Argentina-Bosnia 2-1: la zampata di Messi piega la Bosnia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Era l’uomo più atteso di questo mondiale brasiliano e al debutto ha subito deciso il match della sua Argentina, Leo Messi dopo una prova non particolarmente brillante trova la zampata del fenomeno e al 64esimo fa un grandissimo gol che decide il match del Maracanà.

Poco brillante Messi come poco brillante è stata questa Argentina che ha trovato il gol dopo soli 2 minuti grazie alla sfortunata deviazione di Kolasinac che ha buttato il pallone nella sua porta. I bosniaci però non si sono persi d’animo e soprattutto in contropiede hanno provato a impensierire la porta di Romero riuscendoci anche su palla inattiva con un colpo di testa di Lulic molto pericoloso. Il primo tempo non ha convinto il CT Sabella che nonostante il vantaggio toglie Campagnaro e Maxi Rodriguez per inserire Higuain e Gago, la squadra prova a salire di intensità con Messi che corre tanto ma spesso a vuoto e vuole tra i suoi piedi ogni pallone, fino al gol del raddoppio che arriva a mezzora dalla fine. I bosniaci che sembravano aver gettato la spugna trovano però il gol a 6 minuti dalla fine con Ibisevic che sorprende la distratta difesa sudamericana. Cominciano una serie di ribaltamenti di fronte con le due squadre che provano vanamente a segnare fino al triplice fischio finale che porta i 3 punti alla squadra di capitan Lionel Messi.

90+3 – è FINITA! VINCE L’ARGENTINA PER 2-1 grazie al gol di Leo Messi. Argentina che nonostante la prova poco brillante strappa i tre punti alla Bosnia

90+2 – Messi calcia a lato! la Bosnia sbilanciata in contropiede rischia di prendere il terzo ma l’argentino li grazia

90′ – saranno tre i minuti di recupero

89′ – Fallaccio di Visca a Messi poteva starci anche il cartellino rosso, gli ha schiacciato la caviglia rischiando di infortunarlo gravemente

87′ – esce il Kun Aguero che non ha particolarmente lasciato il segnato questa sera, dentro Biglia al suo posto. Sabella prova a coprirsi per evitare il pari

84′ – IBISEVIC! GOL DELLA BOSNIA, neanche il tempo di dirlo e la difesa argentina si addormenta e ibisevic entra in area e colpisce anche grazie all’errore del portiere Romero. Tutto riaperto 2-1 a 5 dalla fine

83′ – La Bosnia prova ogni tanto a cercare di riaffacciarsi dalle parti dell’area di rigore argentina ma sembra che ormai nemmeno loro credano più alla rimonta

78′ – ancora Lionel Messi, cross per Higuain in profondità che scappa via in mezzo ai difensori bosniaci e colpisce di testa. La palla però finisce molto alta

76′ – lancio dalla difesa per il Kun Aguero che la stoppa in maniera sontuosa e si lancia verso la porta, al limite dell’area tira ma la palla esce a lato

75′ – ancora Messi palla al piede galvanizzato dal gol, prova a servire in profondità Di Maria che crossa ciccando completamente il pallone e buttandola sul fondo

73′ – La Bosnia è in bambola dopo il raddoppio argentino e non riesce minimamente a reagire, intanto esce Misimovic ed entra Medunjanin

70′ – entra Ibisevic ed esce Mujdza, entra anche Visca per Hajrovic autore di una discreta gara

69′ – Dzeko non ci sta e prova a puntare la porta avversaria in progressione, la palla viene toccata dal difensore e la manda in corner

64′ – LEO MESSIIIIIIIIIII un gol straordinario, scambio rapidissimo tra gli attaccanti argentini, la palla finisce sui piedi della pulce che dal limite dell’area calcia e con uno splendido palo-gol batte Begovic. 2-0 Argentina

63′ – Messi calcia la punizione procurata da Aguero e la palla finisce altissima sopra la traversa

63′ – Ammonito Spahic che per evitare di essere saltato da Aguero lo falcia e concede una punizione all’Argentina da una trentina di metri

60′ – Messi recupera palla centralmente e si proietta verso la porta di Begovic, serve Aguero che calcia in porta debolmente e il portiere bosniaco neutralizza

58′ – La Bosnia è viva e attacca, calcio d’angolo conquistato da Pjanic che va anche a batterlo, la palla finisce a Lulic sulla sinistra che crossa malissimo e la manda sul fondo

55′ – Messi palla al piede raggiunge l’area bosniaca serve sulla sinistra il Kun che calcia larghissimo sul fondo

54′ – Percussione sulla sinistra di Lulic che al limite dell’area si accentra e serve Hajrovic che prova il tiro che finisce docile nelle mani di Romero

52′ – pressa la Bosnia e la retroguardia dell’albiceleste soffre ma regge

49′ – Misimovic dalla corsia di destra serve Dzeko al limite dell’area e Federico Fernandez lo abbatte in scivolata, punizione

45′ – Si riparte! Sabella spariglia le carte e inserisce subito Higuain e Gago per Campagnaro e Maxi Rodriguez

LIVE – SECONDO TEMPO

45+1′ – Dopo un minuto di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo, Argentina che trova subito il fortunoso vantaggio in avvio con l’autogol di Kolasinac poi però non riesce a pungere particolarmente, Messi incartato dai difensori bosniaci.

45′ – Messi salta due uomini in area di rigore serve in mezzo ma la difesa spazza e si salva

44′ – fasi convulse a centrocampo con Dzeko che si sacrifica molto e lotta su ogni pallone per far salire i suoi compagni di squadra

40′ – Corner della Bosnia, palla in mezzo e Lulic colpisce ottimamente di testa ma Romero devia bene e salva l’Argentina

36′ – sul rinvio dal fondo di Begovic staccano di testa Aguero e Bicakcic e si colpiscono in volo, nulla di grave per entrambi

34′ – Edin Dzeko recupera la sfera ai 25 metri e prova a calciare ma il tiro finisce in curva

31′ – Maxi Rodriguez prende palla all’limite dell’area di rigore bosniaca e tira ma la palla finisce alta sopra la porta di Begovic

29′ – Hajrovic crossa ottimamente in area di rigore per Lulic che però viene pescato in fuorigioco

27′ – Misimovic tra i più positivi dei suoi prova a crossare verso Dzeko dalla fascia destra ma Rojo devia in fallo laterale

25′ – Mujdza scappa via sulla destra a Rojo che lo abbatte e viene giustamente ammonito

24′ – L’Argentina continua a sviluppare il gioco sulla fascia destra con Zabaleta ma la retroguardia bosniaca riesce a contenere comodamente

21′ – lancio di Mascherano sull’esterno dell’area di rigore bosniaca per Leo Messi che punta Kolasinac ma viene fermato due volte

18′ – Messi prende palla sulla 3/4 avversaria e prova a lanciare Aguero che viene bloccato dai bosniaci

17′ – Pjanic ruba palla a Messi sulla metacampo e rilancia Mujdza che sulla fascia destra tenta senza successo il cross respinto dalla difesa

15′ – Pjanic prova su punizione da 30 metri ma la spara sulla barriera

14′ – gran lancio di Misimovic per Hajrovic che controlla in area di rigore ma Romero in uscita bassa riesce a spazzare

12′ – Ottimo lancio per Zabaleta che prova a lanciarsi sul fondo per crossare in area ma viene bloccato, solo rimessa dal fondo

10′ – Aguero prova in percussione a sfondare la difesa bosniaca ma la difesa chiude

5′ – Kolasinac in bambola sul pressing argentino e i sudamericani conquistano un corner ma Dzeko spazza

2′ – GOOOOOOOOOOOOL! Argentina in vantaggio, punizione dall’esterno dell’area di rigore battuta da Messi e Kolasinac la butta nella sua porta dopo il tocco di Rojo. Subito 1-0

1′ – Partiti! Allo stadio Maracanà è cominciata Argentina – Bosnia, prima gara del gruppo F

FORMAZIONI UFFICIALI: 

Argentina: Romero, Campagnaro, F.Fernandez, Garay, Zabaleta, Rojo, Mascherano, Di Maria, Messi (c), Aguero

Bosnia: Begovic, Bicakcic, Spahic (c), Kolasinac, Mujdza, Besic, Hajrovic, Pjanic, Misimovic, Lulic, Dzeko

Prende il via alle 19 di questa sera (mezzanotte in Italia) il Mondiale per le quattro squadre impegnate nel girone F di Brasile 2014. A scendere in campo per la gara d’esordio del gruppo saranno Argentina e Bosnia. Messi contro Dzeko, Aguero contro Pjanic. A Rio De Janeiro è già tutto pronto per lo spettacolo.

Sul rettangolo verde si affronteranno le due compagini più accreditate per staccare il pass ottavi di finale. Da una parte l’Argentina, superfavorita del raggruppamento e seria candidata alla vittoria finale; dall’altra la Bosnia, alla prima presenza in un Mondiale e pronta a dare fastidio a chiunque. L’Albiceleste è approdata all’appuntamento dominando il maxi girone sudamericano, ma negli ultimi venti anni non ha impressionato in Coppa del Mondo: i biancoazzurri non hanno mai chiuso nelle prime quattro posizioni. L’ultimo trionfo, 3-2 contro la Germania Ovest, risale al Mondiale di Messico ’86. In Argentina vogliono tornare a vincere. La Bosnia ha raggiunto una storica qualificazione chiudendo al primo posto il proprio girone alla pari della Grecia. Gli scontri diretti a favore però (3-1 e 0-0) hanno garantito ai Dragoni la partecipazione al Mondiale senza passare dall’insidia playoff.

I PRECEDENTI –  Sono solo due i precedenti tra Argentina e Bosnia. Entrambi incontri amichevoli, entrambi vinti dall’Albiceleste. L’ultima sfida meno di un anno fa: era il 19 novembre 2013 quando l’Argentina si impose 2-0 grazie alla doppietta di Aguero. La prima risale addirittura al 1998: 5-0, tripletta di Batistuta e reti di Zanetti e Ortega. E’ – a oggi – la peggior sconfitta della storia della Bosnia. L’Argentina deve vincere: l’obiettivo è quello di chiudere il gruppo F al primo posto. Magari realizzando anche un buon bottino di reti, tanto per mettere paura alle avversarie. Alla Bosnia andrebbe bene anche un pareggio: se la prima piazza sembra utopia, il secondo posto è tutt’altro che impossibile. Dzeko e compagni ci credono.

QUOTE SNAI – I bookmakers non hanno dubbi: l’Argentina è la favorita nell’arco dei 90 minuti. Solo 1.38 la quota dell’1, mentre un eventuale pareggio è dato a 4.75. La vittoria della Bosnia viene invece pagata addirittura 8 volte la puntata. Per chi vuole invece rischiare qualcosina in più da tenere in considerazione sono l’1H, quotato a 2, e l’over3.5 pagato 2.85.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ARGENTINA (4-3-3): Romero; Rojo, Garay, Fernandez, Zabaleta; Mascherano, Gago, Di Maria; Aguero, Messi, Lavezzi. All: Alejandro Sabella

BOSNIA (4-4-2): Begovic; Kolasinac, Bicakcic, Spahic, Vrsajevic; Lulic, Misimovic, Pjanic, Mujdza; Ibisevic, Dzeko. All: Safet Susic

Presentazione di Matteo De Angelis (@matteodea8). Live e sintesi a cura di Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *