Vincenzo Galdieri
1 Comment

Pagelle Italia-Inghilterra 2-1: Balo double face, Darmian è Grosso

Gli azzurri vincono, convincono ed ipotecano il passaggio del turno. Excellent

Pagelle Italia-Inghilterra 2-1: Balo double face, Darmian è Grosso
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Marchisio Italia

Claudio Marchisio, protagonista assoluto questa notte: suo il gol dell’1-0 dell’Italia sull’Inghilterra

L’Italia vince ancora e si conferma caterpillar nelle gare che contano, come la storia insegna e come si spera continuerà ad insegnare. Ecco le pagelle del match Italia-Inghilterra 2-1:

ITALIA

SIRIGU 7 – Non gli si può dare un voto inferiore. E’ all’esordio ad un Mondiale. Di più: è all’esordio in una competizione top a livello internazionale con la maglia della Nazionale. Sostituisce Buffon, para tutto e non fa rimpiangere Buffon. Davvero serve altro?

DARMIAN 7 – E’ Grosso. Nel senso che potenzialmente è un grosso giocatore, un grande giocatore. Affonda, si propone, interpreta alla grande entrambe le fasi. E troppo spesso non viene premiato. E’ Grosso. Nel senso che ricorda pure un po’ Fabio Grosso: più giovane dell’eroe di Berlino, ma attitudini, qualità ed effetto sorpresa in chiave mondiale sembrano quelli. Intanto godiamoci Darmian, poi vediamo.

BARZAGLI 7,5 – E’ un campione del mondo. Ed è pure un fenomeno. Lo dimostra nel primo tempo, quando mette non una ma sedicimilacentosedici pezze su Sturridge e Rooney. Paletta ringrazia, l’Italia pure.

PALETTA 4,5 – Dispiace dare un voto cosi basso in un trionfo simile. Ma Paletta sembra fuori luogo, spaesato. Si fa bruciare in velocità sempre e comunque, sbaglia fin troppi appoggi. L’Italia intera ad un certo punto si chiede: perchè non Bonucci? Già, perchè? Era più rodato, forse pure più adatto alla situazione. Prandelli ha preferito Paletta e chi vince ha sempre ragione. Ma Gabriel dovrà tirare fuori tutte le sue qualità se vuole mantenere il posto da titolare.

CHIELLINI 6,5 – Volenteroso, volitivo e tutto. Non propositivo, quello no. Il suo ruolo è quello del centrale. Ed in quel ruolo è uno dei migliori al mondo. Sulla fascia stenta un po’, è rude ma efficace. Non pervenuto in fase offensiva. Ma non si può chiedere ad un leone di diventare gazzella.

VERRATTI 6,5 – Giochicchia, e risulta piacevole. Ma quando c’è da essere concreto, è concreto. Non sarà il nuovo Pirlo, ma è forte forte. Esce per esaurimento di energie fisiche. Dal 56′ MOTTA 6 – Non sposta nulla. Ma non perde un pallone che sia uno.

DE ROSSI 6,5 – Il potere del Campione Del Mondo. Guida la squadra con sagacia e saggezza. Imprescindibile.

PIRLO 7,5 (IL MIGLIORE) – Ti fa innamorare ogni volta che tocca palla. Non potrebbe essere altrimenti. Ogni tanto pensi che l’abbia persa, ma in un secondo lui ti fa cambiare idea sfoderando un lancio epico. Macchè secondo, non è nemmeno una frazione. Prende la traversa su punzione. Il velo che porta al gol di Marchisio è da mente fine. Ma parlare di mente fine, nel suo caso, è estremamente riduttivo. Essere superiore.

CANDREVA 6 – Contraddittorio all’inverosimile. Personalità strepitosa,  che a volte si rivela arma a doppio taglio. Darmian si sovrapppone una volta si e l’altra pure, lui non lo serve quasi mai. Ma ha coraggio. Tira spesso e spesso sbaglia. Ma prende il palo a fine primo tempo. E poi innesca Balotelli. Dal 79′ PAROLO sv

BALOTELLI 7,5 – Quando gioca in Nazionale sembra un altro. Ed è un altro. Double face. Nel club cosi cosi, tra exploit e pause. In Nazionale un campione vero. Pressa, va in scivolata, aiuta tutti. E segna il gol decisivo. Oh, Balotelli. Che spettacolo. Dal 73′ IMMOBILE sv

MARCHISIO 7,5 – Boom. Tiro da fuori e gol. Si sacrifica per tutti, poi si prende la ribalta. Meritatissima.

All. PRANDELLI 6 – E’ un’Italia che vince e che sa soffrire. Ma è pure un’Italia che mostra un potenziale immenso: Cesare, vuoi sfruttarlo? Troppo riduttivo difendersi e basta negli ultimi 20 minuti. E perchè quelle rivoluzioni in difesa? Bonucci-Barzagli-Chiellini (più magari Abate o lo splendido Darmian, quella si grande intuizione) erano un meccanismo collaudatissimo. Ok rivoluzionare, ma si è rischiato grosso. Chi vince, però, ha sempre ragione. E lui, da quando guida questa squadra, ha vinto quasi sempre.

INGHILTERRA

HART 6 – Incolpevole su entrambi i gol. Per il resto para il parabile.

BAINES 5 – Balla un sacco. Dalle sue parti Darmian e Candreva fanno festa. A livello offensivo è da tener d’occhio, ma se difendi cosi tutto passa in secondo piano.

CAHILL 5 – Si perde Balotelli sul 2-1. In generale, fa valere il fisico, ma è troppo lento in troppe situazioni.

JAGIELKA 6 – Ruvido, ma essenziale. Dalle sue parti difficilmente si passa.

JOHNSON 5 – L’ombra del giocatore ammirato da anni in Premier League.

GERRARD 6,5 (IL MIGLIORE) – Tiene in piedi la baracca con intuizioni e classe.

HENDERSON 5,5 – Non regge il confronto con Pirlo e soci. E’ giovane, avrà tempo per rimediare. Dal 79′ WILSHERE sv – Ma per quale motivo uno cosi sta fuori?

WELBECK 5 – Impalpabile. Dal 63′ BARKLEY 6 – Porta fosforo ed energie.

STURRIDGE 6,5 – Peperino difficile da tenere. A meno che tu non abbia in difesa Barzagli. Segna il gol del pareggio e della speranza, sicuramente tra i migliori dei suoi. Dall’81’ LALLANA sv

STERLING 6  – Interessante nelle movenze, ma sembra dover ancora apprendere appieno il concetto di concretezza.

ROONEY 5,5 – Gioca fuori ruolo, questo è chiaro e palese. Ciononostante riesce a rendersi pericoloso un paio di volte. Ma la sua forza d’urto è ridotta di un buon 75% in quella posizione. Hodgson lo faccia tornare nel suo ruolo naturale: potrebbe essere la chiave per passare il turno.

All. HODGSON 5 – E’ una buona Inghilterra nelle ripartenze. Ma per il resto, c’è davvero tantissimissimo da lavorare.

Vincenzo Galdieri 

@Vince_Galdieri

Share Button

One Response to Pagelle Italia-Inghilterra 2-1: Balo double face, Darmian è Grosso

  1. Modestino Picariello 15 giugno 2014 at 12:37

    In disaccordo su Verratti e Rooney. Il primo viene bruciato dal secondo in occasione del pareggio, mandando in controtempo Chiellini (poi PAletta fa quel he fa, ovvio), il secondo più di mettere un assist meraviglioso e piegare le mani a Sirigu con un gran tiro non poteva fare

    Peril resto, tutto ok, ma immobile sv?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *