Redazione

Italia-Irlanda, tutto l’europeo in una partita sola. Le probabili formazioni

Italia-Irlanda, tutto l’europeo in una partita sola. Le probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Vincere contro il Trap e sperare che a Danzica non sfornino biscotti

POZNAN, 18 GIUGNO – Italia-Irlanda: ultima occasione per gli azzurri. Biscotto o non biscotto, l’Italia deve vincere quanto meno per mostrarsi meritevole della qualificazione, a patto che da Danzica non giungano notizie di pareggi degni del mulino bianco. Di fronte avremo una squadra che giocherà solo per l’onore. Purtroppo il Trap non potrà giocare per un fine diverso visti gli zero punti in classifica. Troppi gol presi dagli irlandesi, sette nelle due gare contro la Croazia e la Spagna, che fanno sperare bene ad un attacco azzurro fin qui inconcludente.

BARZAGLI E BALOTELLI RECUPERATIDopo l’infortunio al ginocchio in allenamento, Balotelli è “abbastanza recuperato”, avverte sardonicamente il dott. Castellacci. Un tentativo per riportare tutti con i piedi a terra sulle reali condizioni di Mario o anche il medico degli azzurri s’è messo a fare pretattica? Tra i disponibili da oggi c’è anche Barzagli: il difensore juventino, grazie al lavoro del dott. Castellacci e di Niccolò Prandelli, è pronto. Ma se stasera giocherà lo sa solo mister Prandelli. Il ct non ha nessuna intenzione di svelare modulo e giocatori. Vista la condizione non ottimale di Balotelli, potrebbe giocare dall’inizio Di Natale al fianco di Cassano. Le uniche certezze riguardano pochi e determinanti giocatori. Di sicuro Prandelli non potrà fare a meno di Buffon, Chiellini e Bonucci, De Rossi, Marchisio e Pirlo. Cortina di fumo sui 5 che completano la squadra da scegliere tra Barzagli, Abate, Maggio, Giaccherini e Balzaretti, Cassano, Di Natale e Balotelli.

L’ITALIA IN CAMPO STASERA – Probabilmente l’Italia schiererà: Buffon, Bonucci, Barzagli, Chiellini, Maggio, Marchisio, Pirlo, De Rossi, Balzaretti, Di Natale, Balotelli

IL TRAP E TARDELLI – Che peccato che sulla panchina avversaria ci siano proprio Trapattoni e Tardelli che al calcio e alla nazionale azzurra hanno dato non poche soddisfazioni e che ora si trovano tra le mani il destino della maglia azzurra. E’ una sfida che non voleva neanche il Trap e lo confessa a voce bassa: “non avrei voluto incontrare gli azzurri in una gara che decide la qualificazione. Ma abbiamo il dovere di fare del nostro meglio”. C’é l’orgoglio e l’onore da rispettare. Il Trap non vuole tornare a casa senza una vittoria, anche se volesse dire fine degli europei per l’Italia e per Prandelli, il suo pupillo fin da quando erano insieme nella Juventus: l’uno allenatore e l’altro brillante calciatore. Anche Tardelli non ci sta a perdere almeno per il morale ma riconosce che questa Italia è una bella squadra. In conferenza stampa mister Trapattoni per la sfida contro l’Italia ha confermato gli undici hanno giocato nelle due precedenti gare: Given, O’Shea, Dunne, St. Ledger, Ward, Mc Geady, Whelan, Andrews, Duff, Keane, Doyle.

Francesco Di Santi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *