Marco Sciscioli
No Comments

ESCLUSIVA | Paolino sul mercato della Juventus: “Cederei Llorente e Vidal, Sanchez vicino”

Intervista al giornalista e opinionista Antonio Paolino riguardante il calciomercato della Juventus

ESCLUSIVA | Paolino sul mercato della Juventus: “Cederei Llorente e Vidal, Sanchez vicino”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La nostra redazione ha intervistato il giornalista e opinionista Antonio Paolino, interrogandolo sulla situazione di mercato juventina, che fino ad ora fa fatica a decollare.

Il mercato della Juventus pare bloccato, a cosa crede sia dovuto questo stallo?

“Non mi sembra corretto parlare di mercato bloccato, visto che stanno per cominciare i mondiali di calcio. Tutte tre le operazioni si svilupperanno da fine giugno in poi è a mondiale oramai avviato. Per tutti i club, sia chiaro, e per qualsivoglia operazione in entrata e uscita”.

Tra i nomi letti fin’ora chi è il più raggiungibile?

“Ho sempre pensato che la Juventus sarebbe andata alla ricerca di giocatori esperti e già a conoscenza del nostro campionato. Tipo Sanchez e Lamela. Per il cileno mi sembra quasi fatta”.

Crede sia una buona idea fare una mini rivoluzione in difesa? magari con la cessione di uno tra Bonucci e Ogbonna…

“Non si tratta di fare rivoluzioni e soprattutto in un singolo reparto. Servono rinforzi. Dietro si ha intenzione, per necessità, di passare alla difesa a quattro e di trovare alternative a Barzagli. Ogbonna non ha convinto e Bonucci potrebbe essere il sacrificato”.

Tra Llorente, Vidal e Pogba, chi lascerà Torino?

“Llorente potrebbe essere utile per abbassare il costo di un giocatore in entrata. Al Barcellona piace e con lui si potrebbe generare un’importante plusvalenza per arrivare a Sanchez. Tra Vidal e Pogba mi priverei del primo. Questione di età e di prospettive”.

Pro o contro la cessione di immobile? Perché?

“Con Immobile non vorrei si creassero alibi e aspettative come con Giovinco qualche anno fa. È un buon attaccante, ma non adatto alle caratteristiche della Juve di Conte. La Juve non può tenere tutti i suoi giovani”.

E la mancata convocazione di Tevez in nazionale?

“Tevez non è stato convocato per problemi relazionali col ct argentino”.

Per concludere, qual è un suo sogno di mercato?

“Il sogno non è un giocatore, ma lo spirito di squadra. Per questo aggiungerei un talento come Cavani. E comincerei a preoccuparmi se fossi un avversario…”

Marco Sciscioli

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *