Redazione

Cristiano Ronaldo, il risveglio del campione

Cristiano Ronaldo, il risveglio del campione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il talento lusitano Cristiano Ronaldo

KHARKIV, 18 GIUGNO – Con la doppietta rifilata ieri all’Olanda, Cristiano Ronaldo ha suonato i primi squilli del suo Europeo, finora a dir poco sottotono. La stella del Real Madrid è risultato irriconoscibile nelle prime due partite del torneo, mostrandosi ben al di sotto dei livelli cavalcati nel corso della stagione da protagonista vissuta in Spagna, conclusasi con la vittoria della Liga per gli uomini di José Mourinho. In tanti si aspettavano quanto prima un colpo di coda dell’esterno lusitano, che ieri sera ha azzerato le critiche e i detrattori con una prestazione da fuoriclasse qual è. Due gol, due pali e 90 minuti al servizio della squadra il bilancio della sua proficua serata, che ha visto la nazionale portoghese guadagnarsi l’accesso ai quarti di finale di Euro 2012.

IL VERO CR7 – La squadra scelta da Paulo Bento per affrontare al meglio l’esperienza in Polonia e Ucraina presenta numerose individualità di alto profilo, ma il tocco dell’ex esterno del Manchester United è fondamentale per raggiungere i risultati sperati. Contro gli Oranje ha ritrovato quell’abilità con cui è in grado di rendere più facili le gesta più complicate, ingannando i difensori avversari e non lasciando scampo a Stekelenburg. Anche l’intesa con i compagni è sembrata più immediata rispetto alle occasioni precedenti, soprattutto con Nani.

L’ANNO GIUSTO? – Meriti individuali a parte, Cristiano Ronaldo è pienamente consapevole che andare avanti il più possibile nella competizione lo avvicina maggiormente al Pallone d’oro. La deludente stagione di cui è stato autore il Barcellona, che ha alzato al cielo solo la Supercoppa a inizio stagione e la Copa del Rey a campionato concluso, ha messo Lionel Messi in una posizione scomoda, permettendo al numero 7 di avere una gamma di carte molto più ampia da cui attingere per poter conseguire il riconoscimento più ambito tra i calciatori. Tra i portoghesi e la semifinale c’è solo l’ostacolo Repubblica Ceca, che non rappresenta un pericolo palese nè per loro stessi che per la propria stella più luccicante. Una nuova nottata da protagonista è alle porte…

Alessio Tuveri

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *