Giuseppe Landi
No Comments

F1, Gp Canada: Rosberg ancora in pole, è suo il duello con Hamilton

Alle spalle delle due Mercedes c'è Vettel, seguito dalle Williams di Bottas e Massa. Male le Ferrari, con Alonso 7° e Raikkonen addirittura 10°

F1, Gp Canada: Rosberg ancora in pole, è suo il duello con Hamilton
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nico Rosberg batte ancora Lewis Hamilton. E’ questo il verdetto che esce fuori dalle qualifiche del Gp del Canada. A Montreal il tedesco è stato il più veloce con il tempo di 1:14:874, precedendo il compagno di box di soli 79 millesimi. La Red Bull ha la meglio sulla Ferrari, con Vettel terzo davanti a Bottas e Massa. Alonso e Raikkonen rispettivamente settimo e decimo.

Q1: GUTIERREZ SUBITO OUT, INCIDENTE PER ERICSSON – Gutierrez danneggia subito la scocca e non partecipa alla Q1. I piloti montano le gomme intermedie, con le temperature che sono simili a quelle della Fp3. Rosberg segna subito il miglior tempo, problemi sulla vettura di Vettel, con i meccanici che lavorano sui freni. Poco dopo fumo dalla monoposto di Button, mentre Hamilton sorpassa di circa due decimi Rosberg con un 1:16:438. Quest’ultimo prova a reagire, ma è ancora dietro di 4 centesimi. Sorprende Massa, terzo, Vettel si assesta al 7° posto, con Alonso 10° e Raikkonen 12°, con il finlandese che sfiora il “Muro dei Campioni”. Prima della bagarre finale per gli ultimi due posti, i piloti rientrano ai box. Le Ferrari montano delle supersoft, ma non si notano miglioramenti. Al ritorno in pista Perez va in testacoda, senza comunque conseguenze. A 16 secondi dalla fine, viene esposta la bandiera rossa a causa di un incidente di Ericsson alla curva nove. Si decide di chiudere così la Q1, con Maldonado, Chilton, Bianchi, Kobayashi, Ericsson e Gutierrez che vengono eliminati.

Q2, VETTEL ALL’ULTIMO RESPIRO – Massa, Alonso e Raikkonen segnano i primi tempi della Q2. La Ferrari appare ancora in difficoltà nel tratto guidato, e nonostante l’aggressività nei rettilinei non riesce a migliorare i crono. Bottas si prende il secondo posto, ma Hamilton scende in pista e se lo prende, con Rosberg che lo precede di 50 millesimi. Magnussen a 6 minuti dal termine sigla un discreto nono tempo, con Vettel che rischia di essere eliminato; la sua Red Bull soffre nella velocità di punta. Ma il campione del Mondo proprio sotto la bandiera a scacchi centra il 5° tempo che gli permette di passare alla Q3.

Q3, DUELLO MERCEDES – Alla Q3 prendono parte Hamilton, Rosberg, Massa, Bottas, Ricciardo, Vettel, Alonso, Button, Raikkonen e Vergne. Bottas piazza un buon tempo, ma Rosberg risponde e si riprende la pole con un tempone. Alonso intanto fa segnare il 5° tempo, con la Ferrari che comunque non riesce a sforare l’1:16:100. Lo spagnolo rientra in pista a 3 minuti dalla fine, mentre il suo compagno Raikkonen continua a girare, non riuscendo però ad essere incisivo. A 20 secondi dalla fine il duello è tutto Mercedes, con Rosberg che addirittura si migliora e può esultare. Chiudono male le Ferrari, sorprese Bottas e Massa al 4° e al 5° posto. Per la reazione di Hamilton basterà aspettare la gara di domani.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *