Redazione
No Comments

Pavoletti manda il Novara sull’orlo del precipizio

Il Varese mette una seria ipoteca sulla salvezza espugnando il Silvio Piola grazie alla doppietta del suo bomber. Il Novara paga imprecisione e incapacità di reagire

Pavoletti manda il Novara sull’orlo del precipizio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pavoletti, attaccante del Varese

Pavoletti decisivo per le sorti del Varese

Il calcio è un giochino semplice, nel quale devi fare un gol più dell’avversario. La differenza tra Novara e Varese è stata che i padroni di casa pur producendo una mole di gioco rilevante non ci sono riusciti e il Varese invece ci è riuscito. Il motivo è semplice i piemontesi non hanno un attaccante puro e il Varese si; si chiama Leonardo Pavoletti che con una doppietta mette i lombardi in una posizione di vantaggio consistente in vista della gara di ritorno.

NOVARA ARREMBANTE – Il primo spunto porta la firma di Faragò al 5′ ma la palla si perde a lato. I padroni di casa collezionano molti corner ma senza riuscire a sfondare il muro biancorosso. Il Varese si affaccia al 18′ con un cross da destra respinto da Pesce(forse con il braccio) per Di Bello si può proseguire. Lo stesso Pesce al 21′ prova la conclusione da fuori con palla che si stampa sulla traversa, riprende Lazzari che obbliga alla deviazione Bastianoni.

IL PRIMO ACUTO DI PAVOLETTI – Il Varese non sta a guardare, poco dopo guadagna il primo corner e al 26′ passa; bel cross di Zecchin che trova pronto all’appuntamento Pavoletti che devia di testa il pallone alle spalle di Kosicky. La reazione della squadra di Aglietti è affidata al sinistro di Lambrughi al 29′ sul quale Bastianoni si fa trovare pronto. Varese che quando riparte è pericoloso e sfiora il raddoppio con una conclusione di Zecchin al 38′ respinta involontariamente da Pavoletti. Il tempo si chiude con una conclusione di Genevier che Bastianoni addomestica al 40′.

RIPRESA – Il Novara continua a spingere con grande determinazione, ma nella ripresa appare più confusionario e poco incisivo. Il Varese con le percussioni di Forte si rende pericoloso come al 49′ quando la sua concusione viene bloccata da Kosichy. Lombardi che poco prima della metà della ripresa assestano il colpo del K.O con Pavoletti che si presenta davanti al portiere e lo batte con un pallonetto. Un gol che potrebbe voler dire salvezza per il Varese, al Novara tra una settimana serviranno 3 reti senza subirle per evitare di tornare in Lega Pro dopo 4 anni.

IL TABELLINO DELLA GARA:

NOVARA (4-3-1-2): Kosicky, Crescenzi, Vicari (50′ Potouridis), Perticone, Lambrughi, Pesce, Genevier, Faragò (76′ Marianini), Lazzari (65′ Rubino), Gonzalez, Manconi. All.: Aglietti.

VARESE (4-4-2): Bastianoni, Fiamozzi, Rea, Ely, Grillo (60′ Laverone), Zecchin, Corti, Barberis, Cristiano (83′ Damonte), Forte, Pavoletti (67′ Momentè). All.: Bbettinelli.

ARBITRO: Di Bello.

RETI: 26’e 64′ Pavoletti.

NOTE: Ammoniti: Ely, Crescenzi, Lazzeri. Angoli 10-3. Rec. 1+6′. Spettatori 10.000 circa di cui 2000 provenienti da Varese.

Stefano Scarpetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *