Vincenzo Galdieri
No Comments

Le 20 bufale più grosse nella storia del calciomercato italiano

Storie di presentazioni epiche, annunci dati 6 mesi prima, edizioni di Tg che si aprono sempre con la stessa notizia, firme impossibili ed errori alla biglietteria: quando il calciomercato si trasforma in teatro dell'assurdo

Le 20 bufale più grosse nella storia del calciomercato italiano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Calciomercato

Anelka alla Juventus: da bufala di calciomercato a realtà nel giro di 14 anni

Ci siamo impegnati, ci siamo scervellati, alla fine abbiamo scelto la Top 20. Quella delle più grandi bufale del calciomercato italiano nel giro degli ultimi 15 anni. Chiariamo subito qual è il metro di giudizio: il termine ‘bufala’ è più che altro di comodo, per rendere l’idea. La nostra raccolta non include notizie fugaci, sporadiche o irreali. Non troverete ‘Messi alla Juve’ ‘Messi al Milan’ ‘Messi all’Inter’. Quelle non sono bufale, quelle sono qualcosa di molto oltre. Questa lista qua, invece, vuole racchiudere trattative vere, realmente verificatesi nel corso degli anni, ma eccessivamente gonfiate dai media, disposti a giurare che questo o quell’affare era già praticamente fatto. Marciandoci un mese, due, tre, sei, a volte pure un anno o più, in maniera continuativa o ad intervalli regolari. Per poi non parlarne più, da un momento all’altro, giustificando con ‘E’saltata all’ultimo’ ‘In un secondo l’altra società ha offerto di più’ ‘Il giocatore ha cambiato idea perchè la notte ha portato consiglio’ o qualcosa del genere. Ma come, non era fatta? Boh…

CLASSIFICA – Sarà discutibile, anche perchè in realtà non si può fare un’autentica classificazione, ma proviamo a divertirci. Ecco le 20 bufale, da quella meno clamorosa a quella più clamorosa. Partiamo dal basso per poi arrivare nell’Olimpo delle bufale di calciomercato, sul podio, negli annali, nella storia.

POSIZIONE 20 – VERRATTI ALLA JUVE – Siamo nell’estate 2012. La Juventus ha appena vinto il suo primo Scudetto dopo Calciopoli, e per i giornali c’è già il primo acquisto ufficiale all’indomani della vittoria del campionato. E’ Marco Verratti, talentino esploso al Pescara. 7 milioni agli abruzzesi e tutti contenti. ‘Si attende solo l’ufficialità, ma è fatta’ mormorano questo e quell’altro. L’ufficialità del trasferimento ad un certo punto arriva. Si, ma del trasferimento al Psg. Per 12 milioni più bonus.

POSIZIONE 19 – GIUSEPPE ROSSI ALLA JUVE – Un anno indietro, estate 2011. Protagonista sempre la Juventus. a caccia di un bomber di respiro internazionale da consegnare all’appena insediato Antonio Conte. Era appena saltata un’altra grossa trattativa (la troverete in classifica più avanti…) ma i media non disperano: il sostituto era già pronto. Si tratta di Giuseppe Rossi, pronto a sbarcare dal Villareal per 22,5 milioni di euro. Su di lui si sbottona persino Marotta: “Su Rossi ci siamo”. I tifosi prendono sicurezza, sembra fatta davvero. Poi arriva Vucinic, e Rossi-Juve pian piano finisce nel dimenticatoio.

POSIZIONE 18 – LAMPARD ALL’INTER – Estate 2008. L’Inter, la nuova Inter del mago Mou, vuole prendere un grandissimo centrocampista da affidare al genio della panchina portoghese. I media sono sicuri: l’arrivo di Lampard è cosa fatta, l’inglese è già d’accordo col suo mentore. Ci penserà lo stesso Josè a smentire la trattativa, nella celeberrima conferenza stampa dove, dopo reiterate domande e contro-domande sul potenziale arrivo di Frankie, rispose ai cronisti che provavano a sorprenderlo: “Ma io non sono un pirla”

POSIZIONE 17 – MUTU ALLA ROMA – E’ un altro tam tam mediatico dell’estate 2008. Ogni giorno, c’è una persona nuova che assicura: “Mutu è della Roma, attendiamo le firme”. La cantilena va avanti dall’1 giugno al 31 agosto. Poi Mutu rimane alla Fiorentina. E le firme?

POSIZIONE 16 – CAVANI ALL’INTER – La bomba comincia da più lontano, stavolta. Addirittura a dicembre 2009. “Cavani è dell’Inter. I nerazzurri lo acquisteranno a giugno dal Palermo per 10 milioni di euro, precisamente comproprietà a 5 milioni con obbligo di riscatto l’anno dopo. Il Palermo lo sostituirà con Rocchi”. Talmente tanti dettagli che stavolta sembra vera. La realtà è che Zamparini alza il prezzo, Cavani gioca bene e viene ceduto. Al Napoli. Per 17 milioni. E Rocchi al Palermo non ci va. Anzi, finisce all’Inter qualche anno dopo…

POSIZIONE 15 – ANELKA ALLA JUVE – E’ la più datata. Siamo nell’estate del 1999. La Juventus vuole comprare l’astro nascente del calcio francese, quel Nicolas Anelka che ha fatto faville all’Arsenal. Media sicuri del grande affare per due o tre mesi, poi Anelka sbarca al Real Madrid, rifiutando la Juve. Salvo ripensarci poi. Molto poi. 14 anni dopo approda a Torino. Vale lo stesso?

POSIZIONE 14 – JACKSON MARTINEZ AL NAPOLI – Storia dell’estate 2013. Il Napoli deve sostituire Cavani ed il prescelto sembra essere Jackson Martinez, bomber del Porto. 32 milioni e l’affare è fatto. Ci giurano tutti. Poi però arriva Higuain per 40. Ma i media non si arrendono: “Jackson Martinez con Higuain, pazza idea Napoli”. Si cercano giocatori da inserire in uno scambio. Prima Edu Vargas. Poi Zuniga. Poi ti svegli.

POSIZIONE 13 – HIGUAIN ALLA JUVE – Breve ma intensa. Ci si marcia per un mesetto, non di più. Giusto il tempo di vedere la Juve prendere Tevez e Llorente (già ufficiale da febbraio), loro si obiettivi veri. Intensa, però. Perchè bufala vera. La Juve non ha mai nemmeno imbastito una trattativa per Higuain. Aveva fatto giusto due chiacchiere col Real, ma mai nessun affondo. Specchietti per le allodole.

POSIZIONE 12 – LAVEZZI ALL’INTER – Ogni maledetta sessione di calciomercato. Si potrebbe definire cosi l’impossibile liason tra Lavezzi e l’Inter. Doveva andare all’Inter dopo la partenza da Napoli. E’ andato al Psg. Dovrebbe andare all’Inter una volta partito dal Psg. Andrà altrove.

POSIZIONE 11 – PAULINHO ALL’INTER – Un giovane centrocampista brasiliano per ripartire nella stagione 2013\2014. Paulinho all’Inter è praticamente ufficiale da gennaio. Poi il ragazzo va al Tottenham. Peccato, perchè mancavano solo le firme. Sempre quelle stramaledettissime firme. Nel calcio nessuno ha più voglia di scrivere, è quello il vero problema.

POSIZIONE 10 – D’AGOSTINO ALLA JUVE – Entriamo nella top ten con un must dell’estate 2009. La Juve ha in pugno il ragazzo, arriva ad offrire 14 milioni. L’Udinese ne vuole 18, ma i media giurano: “Si metteranno d’accordo, questione di ore”. Le ore diventano giorni. I giorni, settimane. Le settimane, mesi ed i mesi anni. D’Agostino oggi è finalmente bianconero. Ma al Siena. 

POSIZIONE 9 – XABI ALONSO ALLA JUVE – Un anno prima, estate 2008, la Juve accarezza l’idea di portarsi a casa un big assoluto: Xabi Alonso. Trattative fiume col Liverpool, “Accordo ad un passo” “Tutto fatto” “L’ho visto a Torino”. E alla fine arriva Poulsen. 

POSIZIONE 8 – LUIS FABIANO AL MILAN – E’ la storia più incredibile per continuità. Doveva arrivare nel 2009. Poi nel 2010. Quindi nel 2011. Un anno di pausa, quindi di nuovo nel 2013. Prima o poi arriverà. Magari a 45 anni. 

POSIZIONE 7 – GANSO AL MILAN – E’fatta, il Milan ha preso il nuovo Kakà”. Giocatore spettacolare, tifosi in visibilio. Ganso era del Milan, l’hanno detto per circa 12, forse 13 mesi. I rossoneri si fregavano le mani, qualcuno però cominciava a chiedersi “Ma quand’è che arriva questo?”. Qualcun altro, sicuramente saggio, gli rispondeva: “Mai”. Ganzo.

POSIZIONE 6 – JOVETIC ALLA JUVE – Storia di un’amore infinito. Un paio d’anni di corteggiamento, poi l’annuncio “Jovetic è della Juve. Manca solo l’accordo coi Della Valle, ma è fatta”. L’accordo coi Della Valle. Hai detto poco. La Fiorentina si rifiuta di cederlo ai bianconeri. Qualcuno dice per motivi di rivalità sportiva, la realtà è che il Manchester City offre di più. Ma alcuni media, impavidi, non si arrendono: “Vicino al City? E’ solo una mossa per far alzare il prezzo, Jovetic vuole la Juve ed avrà la Juve”. Auguri.

POSIZIONE 5 – YILMAZ ALLA LAZIO – Una delle bufale più interessanti in assoluto. Estate 2013. Lotito vuole regalare un grande acquisto alla Lazio e punta Burak Yilmaz, bomber turco messosi in luce col Galatasaray l’anno prima. Da aprile si comincia a mormorare: “E’ fatta”. Si continua a ripetere per tutta l’estate l’arcinota cantilena. A fine agosto l’affondo. Tant’è che sia la stampa italiana che quella turca, a reti unificate, annunciano: “Yilmaz è della Lazio. E’ fatta per 15 milioni di euro, domani volo e firme”. Vola, vola, vola. Ma quando arriva? E’ fatta, si, ma di Yilmaz a Roma non c’è traccia. Il mercato chiude. Yilmaz in Italia c’arriva, con un po’ di ritardo. A settembre. Per giocare contro la Juventus in Champions League. La maglia che indossa, nemmeno a dirlo, è quella del Galatasaray. Chapeau. 

POSIZIONE 4 – MATAVZ AL NAPOLI – “Il Napoli ha acquistato per la prossima stagione Tim Matavz, bomber del Psv. Sarà un giocatore del Napoli a tutti gli effetti a partire da giugno. Ha firmato per 5 anni”. Siamo a gennaio 2011 e di dubbi non ce ne sono: Matavz è un giocatore del Napoli. Clip su clip in tutte le televisioni, per raccontare il nuovo fenomeno partenopeo. Su giornali e web, nelle formazioni del Napoli 2011\2012, un posto gli viene riservato sempre. Conferme arrivano ovunque. Ed è una storia assurda, perchè pian piano tutti si dimenticano di un annuncio dato in pompa magna da tutto il mondo o quasi. Il calciomercato 2011\2012 scorre placido, ma di Matavz al Napoli non c’è traccia. Ma che razza di scherzo è mai questo? Qualcuno ci spiegherà prima o poi?

POSIZIONE 3 – M.BASTOS ALLA JUVE – Corteggiamento durato mesi. Poi il tanto agognato annuncio. A reti unificate anche qua, italiani, francesi e brasiliani tutti insieme: “Bastos è della Juve, è fatta”. Ci credono tutti, lo dicono tutti. Arriverà a luglio 2011. Nascono pure un sacco di pagine Facebook dal nome ‘Michel Bastos bianconero’. Provate a cercare. Poi, tutt’a un tratto, l’ufficialità diventa possibilità e la possibilità ricade nell’oblio. Delirio assoluto.

POSIZIONE 2 – ADEBAYOR AL MILAN – E’ il grande sogno dell’estate 2008 in casa Milan. L’hanno puntato, non lo mollano più. Dal primo giugno al 31 agosto, non c’è Tg sportivo che non si apra con l’annuncio: “Adebayor è un giocatore del Milan”. Lo senti sempre, all’edizione dell’ora di pranzo ed a quella serale. Per tre mesi di fila. Qualche domanda te la fai, ma ogni volta son talmente convincenti che sei costretto a crederci. Il resto è storia. Storia di una bufala colossale.

POSIZIONE 1 – AGUERO ALLA JUVE – E’ la massima espressione della bufala giornalistica. E’ una storia strana, particolare. E’ l’estate 2011. Partiamo da un semplice presupposto: la trattativa Aguero-Juventus è esistita veramente. Ed una parte della stampa l’ha seguita e portata avanti con parsimonia, raccontando la verità di un affare possibile ma assolutamente non fatto. Provando ad indagare i motivi senza sparare sentenze. Altri no. Per altri era prima “Questione di giorni”, poi “Questione di ore”, poi “Fategli fare un attimo le vacanze. Anzi no, magari le vacanze se le fa a Torino”. Persino qualche personalità influente del mondo dello sport s’era esposta, magari presa dall’enfasi generale: “Aguero è della Juve. Domani viaggio di Marotta e Paratici per chiudere”. I soliti viaggi interminabili, quelli dove alla fine sbagli a fare il biglietto. Persino tra i tifosi si scatenava un delirio basato su fandonie. C’era chi giurava, per davvero, che a precisa domanda – ‘E’ vero? L’abbiamo preso quindi?- Marotta avesse fatto l’occhiolino. Chi raccontava di averlo visto passeggiare per le vie di Torino. Chi gli aveva venduto o affittato la casa. Uno spettacolo. Nei forum si esagerava: ‘Presentazione fantastica già programmata il 7 agosto. Sarà uno spettacolo epico, proverete emozioni mai provate in vita vostra, me l’ha detto un dirigente’. Poi ad un certo punto la controbomba: “Aguero è del City, presentazione domani”. Questa era vera, però. I giornalisti si arresero davanti all’evidenza. Ma qualche tifoso no. Uno arrivò a dire: “Vedrete che è tutto un trucco. Fa finta di andare al City perchè è tutto parte del piano, quello della presentazione epica, delle emozioni mai provate prima, è tutto programmato, fidatevi”. Con Aguero si è andati oltre la speranza, oltre il sensazionalismo, oltre la bufala. Si è arrivati alla follia. E’ una storia emozionante, fatta di esasperazioni e deliri vari. E’ il calciomercato. Che figata. 

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *