Giuseppe Landi
No Comments

Casa Italia, Prandelli in conferenza: “Qui condizioni ideali, filtra ottimismo”

Il Ct azzurro, dopo l'arrivo nel ritiro in Brasile, parla delle strutture a disposizione e del modulo da schierare. Consigli per Balotelli e Verratti

Casa Italia, Prandelli in conferenza: “Qui condizioni ideali, filtra ottimismo”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Nazionale sbarca in Brasile pronta per regalarci infinite emozioni. All’ora di pranzo gli Azzurri sono atterrati all’aeroporto di Rio de Janeiro, per poi trasferirsi in pullman nel ritiro di Mangaratiba, dove sono giunti alle 14.09 italiane.

LE SENSAZIONI DEI VERTICI“L’obiettivo è la finale – dichiara il vicepresidente della Figc Albertini -. Siamo umili e con grandi ambizioni, possiamo arrivare lontano. C’è un mix di giovani di talento e campioni con esperienza”. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che grande fiducia nel Ct Cesare Prandelli, si esprime così: “Le difficoltà aumentano – dice -, ma affidiamoci alla tradizione: quando arriviamo male ai Mondiali, l’Italia si è sempre esaltata nella fase decisiva”.

LE PAROLE DEL CT PRANDELLI“Sensazioni buone, campo di allenamento e strutture ottime. Condizioni ideali per preparare un Mondiale. C’è ottimismo nell’ambiente dopo essermi confrontato con la squadra. Modulo? Se non lo avete ancora capito significa che stiamo procedendo bene. Non vogliamo farlo capire a nessuno, ci sono partite che schiereremo un centrocampista in più, in altre no. Verratti sta facendo quello che gli chiedo, non dà riferimenti precisi e offre una buona qualità di gioco. Dobbiamo migliorare nell’attacco alla profondità, diventare più squadra. Prandelli parla poi dell’amichevole contro la Fluminense che si disputerà domenica alle ore 22.30 italiane e di SuperMario: “Non faremo sicuramente una buona figura, ma serve per capire dove possiamo ancora migliorare. Balotelli? Da lui mi aspetto continuità di rendimento e grande concentrazione. Non deve pensare di caricarsi sulle spalle i problemi della Nazionale, deve fare il suo con determinazione. Nella scorsa partita abbiamo creato quattro palle gol, senza subire ripartenze. Poi abbiamo cambiato modulo, e sono cambiati gli equilibri. In questa competizione dobbiamo rendere orgogliosi gli italiani, per far capire che l’italiano anche nella difficoltà fa squadra. Stiamo lavorando per questo” – conclude il Commissario tecnico azzurro.

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *