Jacopo Gino
No Comments

Comproprietà da risolvere: Cuadrado, Candreva, Poli, Biabiany e tanti altri

Sono tantissime le comproprietà da risolvere in questa sessione estiva: rimane solo la possibilità di rinnovarle per un altro anno prima della loro completa abolizione

Comproprietà da risolvere: Cuadrado, Candreva, Poli, Biabiany e tanti altri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il 27 maggio il consiglio generale della Figc ha approvato l’abolizione delle comproprietà, con la sola possibilità di rinnovare quelle già esistenti per un’altra stagione prima della definitiva abolizione. la lista è lunghissima (QUI l’elenco completo), ma alcuni nomi sono veramente molto importanti. Una comproprietà eclatante si è già risolta qualche giorno fa: Juventus e Torino hanno venduto Immobile al Borussia Dortmund, risolvendo la compartecipazione nata l’estate scorsa nell’affare Ogbonna. Anche l’Inter ha risolto a suo favore la comproprietà (in realtà solo un pro forma burocratico) di Icardi con la Sampdoria. Restano in bilico nomi altisonanti come Cuadrado e Candreva, entrambi metà dell’Udinese che se li spartisce rispettivamente con Fiorentina e Lazio, Biabiany a metà tra Parma e Sampdoria, che a sua volta si contende Gabbiadini con la Juventus e Poli con la Sampdoria. Ma andiamo con ordine!

Candreva, centrocampista della Lazio in comproprietà con l'Udinese

Candreva, centrocampista della Lazio in comproprietà con l’Udinese

I GRANDI NOMI – Cuadrado dovrebbe essere riscattato dalla Fiorentina per una cifra intorno ai 15 milioni, Candreva potrebbe diventare interamente della Lazio per circa 10 milioni (QUI le indiscrezioni in esclusiva di SportCafe24). Più complicati i casi Biabiany, il Parma lo vorrebbe tenere ma non viaggia in acque tranquille, e Gabbiadini, che Mihajlovic vorrebbe ancora a Marassi ma che la Juve vorrebbe vendere per avere denaro liquido da reinvestire. Berardi e Isla sono altri due nomi a metà della Juve: entrambi potrebbero tornare a Vinovo, il primo rinnovando la compartecipazione, il secondo diventanto tutto della Vecchia Signora.

RISCHIO BUSTE – Se i sopracitati vedranno la soluzione risolversi nei prossimi giorni, ci sono altri nomi che rischiano di dover aspettare le 20.30 del 20 giugno, ora di apertura delle buste, per sapere in quale squadra militeranno la prossima stagione. Bertolacci è a metà tra Genoa e Roma, Marrone e Zaza tra la Juve e il Sassuolo, Fiorillo potrebbe restare alla Sampdoria nonostante metà del suo cartellino sia dei bianconeri di Torino. In dubbio ci sono anche Lodi (Genoa-Catania), Paloschi (Chievo-Milan), Saponara (Milan-Parma), Tachtsidis (Catania-Genoa), Armero (Napoli-Udinese) e Andujar (Napoli-Catania). Ma il nome più gettonato in questa categoria è sicuramente quello di Ishak Belfodil, stella nascente fino a 12 mesi fa e ora additato come flop clamoroso. Parma e Inter di dividono ancora il cartellino, ma la sensazione è che l’algerino non giocherà in nessuna delle due squadre la prossima stagione.

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *