Alex Rivolta
No Comments

Stramaccioni si presenta e spiega la sua Udinese

L'ex tecnico dell'Inter si è presentato oggi in conferenza stampa allo stadio Friuli e ha tracciato la strada per il futuro del club

Stramaccioni si presenta e spiega la sua Udinese
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Andrea Stramaccioni è il nuovo allenatore dell’Udinese, dopo l’ufficialità arrivata nei giorni scorsi oggi c’è stata la conferenza di presentazione nella sala stampa dello stadio Friuli dove il tecnico romano ha spiegato i motivi per cui ha scelto di ripartire da questa piazza dopo la fallimentare esperienza sulla panchina dell’Inter.

SCELTA IDEALE – Così Stramaccioni ha definito l’Udinese specificando che decisiva è stata nella scelta la pressione del suo agente Beppe Bozzo che gli ha fortemente consigliato la panchina bianconera come punto di ripartenza dopo un anno lontano dai campi. Alla domanda legata all’eredità lasciata da Francesco Guidolin, l’ex tecnico dei neroazzurri ha tenuto a sottolineare l’orgoglio e l’onore nel succedere a un tecnico che per un giovane allenatore come lui è sempre stato un esempio da seguire.

QUESTIONE MURIEL – “Strama” è intervenuto, glissando, anche sulla vicenda che più sta movimentando l’ambiente negli ultimi giorni, cioè le dichiarazioni di Luis Muriel che dopo aver perso il posto nei 23 della Colombia che andranno al mondiale in Brasile ha dichiarato in un’intervista di voler lasciare l’Udinese il prima possibile oltre a specificare che ci sono alcune squadre con cui il suo agente ha avuto dei contatti. Stramaccioni ha specificato che prima di parlare dei singoli giocatori bisognerà valutare attentamente quali saranno gli uomini più adatti alla sua idea di calcio e soprattutto sarà necessario basarsi anche su ciò che la dirigenza gli metterà a disposizione.  A margine della presentazione del tecnico sulla questione è intervenuto anche il DS Giaretta che ha rassicurato sulla permanenza del colombiano anche per la prossima stagione.

In bilico il futuro di Cuadrado, tra Fiorentina e top club europei.

In bilico il futuro di Cuadrado, tra Fiorentina e top club europei.

SUPERMARKET UDINESE – Come ogni estate anche questa non fa eccezione e la società della famiglia Pozzo sarà protagonista prevalentemente per quanto riguarda il mercato in uscita. Nei prossimi giorni dovrebbe dirimersi la vicenda sulla seconda metà di Antonio Candreva che sicuramente verrà riscattato dalla Lazio nell’ambito dell’operazione che porterà Dusan Basta alla corte di Claudio Lotito, non farà però parte di questo intreccio il terzino biancoceleste Cavanda che ha rifiutato la destinazione Friuli e che spera, per bocca del suo agente Ulisse Salvini, di trovare una sistemazione in Premier League. Altra vicenda di stretta attualità è quella legata alla metà di Juan Cuadrado, il forte esterno colombiano potrebbe clamorosamente venire riscattato proprio dai Pozzo con lo scopo di aprire un’asta sperando che il ragazzo sorprenda durante il mondiale brasiliano così da fare aumentare ancora di più il già elevato costo del suo cartellino, non è però da escludere che la Fiorentina decida di andare al muro contro muro portando la vicenda alle buste.

Per quanto riguarda il mercato in entrata come loro solito i friulani punteranno a inserire in rosa una serie di giovani di qualità scovati dalla loro rete di osservatori con l’obiettivo di trovare nuovi talenti da crescere e valorizzare. Stramaccioni in conclusione di conferenza stampa ha parlato di Valerio Verre che, nonostante abbia giocato a intermittenza con il Palermo, reputa un giovane di grande talento.

Ufficializzato oggi anche il vice di Stramaccioni che sarà Dejan Stankovic, l’ex stella dell’Inter affiancherà quello che è stato l’allenatore con cui ha chiuso la sua carriera agonistica nella scorsa stagione.

Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *